Verdure con più potassio

By | Maggio 14, 2021
Verdure con più potassio

I cavoletti di Bruxelles o le barbabietole sono alcune delle verdure che contengono la percentuale più alta di questo importante minerale, ma si può trovare anche in altre varietà.

Il potassio è uno dei minerali essenziali di cui l’organismo ha bisogno per mantenersi in buone condizioni e per poter svolgere correttamente tutte le sue funzioni. Alcune delle attività che il potassio svolge all’interno dell’organismo è di aiutare nella produzione di proteine dagli amminoacidi, di intervenire nella zona muscolare facendo parte della contrazione dei muscoli o come sostanza essenziale del sistema nervoso e immunitario.

Il potassio si trova nella maggior parte degli alimenti, anche se non sempre nelle stesse quantità. Ad esempio, la frutta o la carne sono solitamente due delle sue principali fonti, ma è anche un minerale che può essere trovato nel pesce, nei latticini o nelle noci.

Alcune verdure come gli spinaci o i cavoletti di Bruxelles contengono notevoli quantità di potassio al loro interno, ed è importante che siano molto presenti nella dieta abituale. Se vuoi sapere quali altre verdure forniscono anche grandi dosi di potassio, ecco un elenco con alcune di esse.

Leggi anche: 

Bietole

Questo alimento è probabilmente uno degli alimenti con la più alta quantità di potassio, con più di 700 milligrammi per 100 grammi di barbabietola. Per quanto riguarda il suo valore nutritivo, vanno evidenziati anche altri aspetti, come il suo contenuto in minerali come calcio, ferro, zinco o fosforo, oltre alla vitamina A, B e C.Ed è che le foglie di barbabietola non vengono solitamente utilizzate nel cucina, poiché è il suo frutto che di solito si consuma.

Tuttavia, bisogna sapere che consumare questo ortaggio può avere grandi benefici per l’organismo, come prevenire lo sviluppo dell’osteoporosi influenzando positivamente la densità ossea o rafforzare il sistema immunitario stimolando la produzione di globuli bianchi e anticorpi.

Quando si tratta di consumare verdure di barbabietola, può essere fatto in diversi modi, ad esempio in insalate che accompagnano la lattuga tradizionale o in frullati e succhi che possono essere fatti comodamente a casa aggiungendo altra frutta o verdura.

Gli spinaci

In generale, le verdure a foglia verde tendono a contenere grandi quantità di potassio nel loro valore nutritivo. Spicca però il caso degli spinaci con quasi 600 milligrammi di potassio per 100 grammi di prodotto. Inoltre, questo alimento si distingue anche per essere un’importantissima fonte di vitamine del gruppo A e C, oltre che di minerali, tra cui spiccano magnesio, fosforo o ferro.

E’ anche un alimento particolarmente indicato per coloro che soffrono di episodi occasionali di stipsi da fornendo più di 2 milligrammi di fibra per ogni 100 grammi di spinaci, un tipo di sostanza che favorisce il transito intestinale e rende più facile la digestione.

Naturalmente, se vuoi sfruttare tutti i benefici e le proprietà che gli spinaci forniscono, gli esperti consigliano di consumarli crudi, ad esempio in insalata, piuttosto che cotti.

Il cavolo

Questo ortaggio contiene una quantità non trascurabile di potassio, 450 milligrammi per 100 grammi di prodotto. In misura minore, si possono trovare anche altri minerali importanti come il calcio o il fosforo. Inoltre, come molte altre verdure, contiene una grande quantità di fibre – circa 2,5 milligrammi per 100 grammi di cavolo – pur non avendo alcun grasso.

Tra i vantaggi del consumo di cavolo vi sono che aiuta a ridurre i livelli di colesterolo cattivo nel sangue, oltre a mantenere livelli ottimali di idratazione nel corpo grazie all’acqua che immagazzina o per migliorare il sistema immunitario grazie ai suoi antiossidanti di origine naturale.

Cavoletti di Bruxelles

La quantità di potassio fornita da queste verdure è simile a quella del cavolo. Originari della città di Bruxelles, come suggerisce il nome, questi piccoli ortaggi si trovano solitamente nei supermercati e dai fruttivendoli durante i mesi autunnali e invernali, anche se si possono trovare in altri periodi dell’anno.

Oltre al potassio, i cavoletti di Bruxelles si distinguono anche per il loro alto contenuto proteico -9,8 milligrammi per 100 grammi di prodotto e di fibre 8,8 milligrammi per 100 grammi di cavoletti di Bruxelles. In misura maggiore puoi trovare anche altri minerali come il magnesio o il ferro, oltre a vitamine del gruppo A e C.

D’altra parte, il suo consumo è particolarmente consigliato alle donne in gravidanza, poiché è una fonte molto importante di acido folico, una sostanza essenziale durante la fase di formazione fetale che impedisce lo sviluppo di malformazioni.

Il cardo

Ingrediente caratteristico delle zone di Aragón, Castilla y León o La Rioja, il cardo è un ortaggio simile ai carciofi che si distingue anche per la sua quantità di potassio, che può arrivare fino a 400 milligrammi per 100 grammi di cardi. Come per il resto dei minerali che si possono trovare in questo ortaggio, spiccano calcio, sodio o fosforo, ma anche vitamine del gruppo B e C.

Inoltre un’importante fonte di fibre per godere di un transito regolare, il cardo è uno degli alimenti più adatti da introdurre nella dieta di chi sta cercando di dimagrire. Ed è che fino al 94% di questo cibo è composto da acqua, fornendo solo 20 calorie per ogni 100 grammi consumati. Inoltre, sono tante le ricette che puoi scegliere per cucinare il cardo in casa, ad esempio con la salsa di mandorle.

La bietola

Particolarmente conosciuta nell’area galiziana, la bietola fornisce un po’ più di potassio della banana: 380 milligrammi per 100 grammi di verdura consumata. Oltre alle fibre, anche i minerali come il calcio e il ferro hanno un ruolo importante nella sua composizione nutrizionale, così come le vitamine del gruppo C. Un’altra caratteristica di questo ortaggio è che contiene elevate quantità di acidi grassi Omega-3 -importante da mantenere la salute cardiovascolare, così come i beta-caroteni o flavonoidi.

Mangiare regolarmente bietole può avere grandi benefici per l’organismo, come aiutare a mantenere in buone condizioni il sistema cardiovascolare, controllando la quantità di colesterolo nel sangue, mantenendo la pressione sanguigna o riducendo la frequenza cardiaca, oltre ad avere un sistema nervoso sano in perfette condizioni o aiutare durante la gravidanza con il suo contributo di acido folico.

Avviso:

Il materiale in questo sito ha lo scopo di essere di uso informativo generale e non intende costituire un consiglio medico, una diagnosi probabile o trattamenti raccomandati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *