Verdure con più ferro

By | Gennaio 18, 2022
Verdure con più ferro

Molti prodotti a base vegetale sono anche una fonte importante di questo metallo essenziale per il tuo corpo. Fare una dieta varia ed equilibrata è essenziale per condurre uno stile di vita sano. Il tuo corpo ha bisogno di tutti i tipi di nutrienti, vitamine e minerali per poter svolgere normalmente tutte le sue funzioni di base, quindi è di vitale importanza includere un’ampia varietà di ingredienti nella tua dieta in modo che i tuoi piatti siano completi e generino un buon livello di benessere.

Verdure, legumi, frutta e cereali non devono mai mancare sulla tua tavola a pranzo, colazione o cena. Questi costituiscono la base della piramide nutrizionale e tutti gli specialisti del settore ne consigliano il consumo su base giornaliera.

Tuttavia, l’attuale ritmo frenetico della vita fa sì che alcune persone non impieghino nemmeno 10 minuti del loro tempo per preparare il cibo, cadendo nella tentazione di consumare cibi ultra-lavorati che, sebbene non siano del tutto cattivi di tanto in tanto, non serviranno a mantenerti in salute.

Questo desiderio di fast food, che non implica necessariamente che si tratti di cibo spazzatura, a volte può portare a una carenza di alcuni nutrienti o vitamine. Sebbene questa carenza possa essere fornita con tutti i tipi di integratori alimentari o medicinali, la verità è che non c’è niente di meglio che assumerli naturalmente.

Calcio e ferro sono alcuni degli elementi che più spesso mancano nella dieta di una parte della popolazione, sia perché non vengono assunti regolarmente, sia per un problema di assorbimento. Quest’ultimo svolge un ruolo fondamentale nel trasporto dell’ossigeno nel sangue e nella produzione degli ormoni.

Proprio per questo un livello insufficiente di ferro nell’organismo può portare a seri problemi di salute, come anemia più o meno acuta, che finisce per sfociare in stanchezza cronica, vertigini o addirittura svenimenti. Nelle donne in gravidanza, queste complicazioni sono ancora più pericolose e possono mettere in serio pericolo la vita della madre o del bambino.

Ferro nella dieta vegana

Fortunatamente, il ferro è presente nella maggior parte degli alimenti, sebbene il corpo umano sia in grado di assorbire solo il 10 percento circa di ciò che viene mangiato. Inoltre, le carni rosse, i crostacei, il pesce o altri prodotti di origine animale sono quelli che tra le loro proprietà hanno la maggior quantità di questo composto, può diventare un problema per le persone che hanno scelto di fare una dieta vegetariana o vegana.

Anche se, come è stato detto prima, queste persone possono sopperire alle loro carenze con integratori alimentari, sotto forma di frullati o compresse, ci sono molti che preferiscono aumentare il consumo di frutta, verdura o legumi ricchi di ferro per bilanciare il loro livelli di ferro in forma naturale.

Se parliamo di gruppi alimentari, i cereali sono i prodotti di origine vegetale che possono fornire più ferro all’organismo, anche se legumi e verdure seguono a ruota. 

In quest’ultimo caso, tutte quelle che hanno le foglie verdi sono i più ricchi di questo metallo, quindi se ne consiglia un consumo frequente a tutti coloro che soffrono di carenza di ferro o che vogliono semplicemente prevenirla.

Così, broccoli, bietole, spinaci e lattuga, ad esempio, dovrebbero essere gli ingredienti principali che compongono la dieta di chi vuole tenere a bada l’anemia, soprattutto per chi non vuole mangiare carne.

Verdure con più ferro

Esiste un’ampia varietà di verdure che possono fornire una quantità ottimale di ferro al corpo e combinarle in modi diversi può dare al corpo uno sballo che non farà male per combattere l’anemia. 

Tra questi ci sono gli asparagi, la lattuga di agnello, il cavolo cappuccio, il porro, la barbabietola rossa, il carciofo o la zucca, che possono contenere fino a 0,90 mg per porzione. Né bisogna dimenticare la rucola, la patata dolce, i funghi, il peperone o il pomodoro, anche se il montepremi va a un ortaggio abbastanza sconosciuto e che dovresti considerare di introdurre nella tua dieta il prima possibile.

Si tratta del topinambur, una pianta che molti specialisti hanno definito ‘miracolosa’ per il gran numero di proprietà che fornisce all’organismo. Questo ortaggio a radice del Nord America, che ricorda da vicino lo zenzero, non è solo ricco di ferro, con un massimo di 5 mg per porzione, ma ha anche livelli significativi di magnesio, fosforo, calcio, fibre e tutti i tipi di proteine e vitamine. 

Anche se non è del tutto facile da trovare il topinambur nel reparto ortofrutticolo del tuo supermercato di fiducia, puoi procurarti questa erba attraverso i centinaia di portali Internet dove viene venduta, assicurandoti sempre che la sua provenienza sia sicura, e inserirla nei tuoi piatti e ricette.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.