Tossire sangue, cause e trattamento

By | Agosto 27, 2022
Tossire sangue

Il tossire sangue o lo sputo di sangue sono chiamati anche emottisi. Può avere molte cause, alcune delle quali gravi. Chiamare immediatamente un medico se si tossisce molto sangue o se si presentano altri sintomi come dolore al petto, sangue nelle urine o nelle feci o febbre. Cosa significa tossire sangue? La tosse con sangue (detta anche emottisi) si riferisce alla tosse o allo sputo di sangue o muco sanguinolento dalle vie respiratorie (polmoni e gola). È una condizione comune che può avere molte cause. Alcune di queste condizioni possono essere molto gravi. Tossire sangue non è la stessa cosa che vomitare sangue. Il sangue tossito ha spesso un aspetto spumeggiante ed è misto a muco. Può essere rosso o color ruggine e di solito è in piccole quantità. Il vomito di sangue si riferisce a grandi quantità di sangue espulse dalla bocca.


Tossire sangue, cause

Tossire e sputare sangue può essere causata da diverse patologie polmonari. Il sangue può essere di colore rosso vivo o rosa e schiumoso, oppure può essere misto a muco. Conosciuta anche come emottisi, la tosse con sangue, anche in piccole quantità, può essere allarmante. Tuttavia, la produzione di un po’ di espettorato con sfumature di sangue non è rara e di solito non è grave. Chiamare il 118 o rivolgersi a un pronto soccorso se si tossisce sangue in grandi quantità o a intervalli frequenti. Le cause della tosse con sangue variano da lievi a gravi. La bronchite è la causa più comune e meno grave di tosse con sangue. Altre cause possono essere:

  1. Coagulo di sangue nel polmone
  2. Aspirazione polmonare (respirare sangue nei polmoni).
  3. Cancro al polmone.
  4. Tosse eccessiva e violenta che irrita la gola.
  5. Polmonite.
  6. Uso di anticoagulanti.
  7. Tubercolosi.
  8. Embolia polmonare (ostruzione di un’arteria nei polmoni).
  9. Complicazioni da lupus.
  10. Insufficienza cardiaca congestizia.
  11. Irritazione da biopsia broncoscopica.
  12. Bronchiectasie (una condizione che causa l’ingrossamento delle arterie nei polmoni).
  13. Fibrosi cistica.
  14. Vasculite (infiammazione dei vasi sanguigni del polmone).
  15. Lesioni alle arterie dei polmoni.

Leggi anche: Dolore al petto, cause e trattamento

Da dove viene il sangue nella tosse?

La tosse con catarro e sangue proviene solitamente dai polmoni, ma può anche provenire dallo stomaco o dal tratto digestivo. Una serie di fattori può portare alla presenza di sangue nell’espettorato. Inoltre, il sangue può provenire da diverse parti del corpo. Di solito il sangue proviene dai polmoni, ma meno frequentemente può provenire dallo stomaco o dal tratto digestivo. Se il sangue proviene dal tratto digestivo, il termine medico è ematemesi. Dai polmoni (emottisi). Se il sangue è rosso vivo, schiumoso e talvolta misto a muco, probabilmente proviene dai polmoni e può derivare da tosse persistente o da un’infezione polmonare. Dal tratto digestivo (ematemesi). Se il sangue è scuro e si presenta con tracce di cibo, probabilmente ha avuto origine nello stomaco o in un altro punto del tratto digestivo. Questo può essere un segno di una condizione più grave.

Come si diagnostica la causa della tosse con sangue?

Poiché la tosse con sangue può variare da lieve a grave, è importante diagnosticare la causa dei sintomi in modo da poterli trattare adeguatamente. L’operatore sanitario inizierà l’esame chiedendo quanto sangue è stato tossito, per quanto tempo e quanto è mescolato al muco. Possono essere eseguiti i seguenti esami:

  1. Una tomografia computerizzata (TC) del torace.
  2. Radiografia del torace per verificare la presenza di tumori o liquido nei polmoni.
  3. Scansione polmonare.
  4. Biopsia polmonare.
  5. Broncoscopia (un tubo flessibile inserito attraverso il naso o la bocca) per verificare se le vie aeree sono libere.
  6. Emocromo.
  7. Una coltura dell’espettorato degli escrementi polmonari per verificare la presenza di un’infezione.
  8. Test di coagulazione del sangue.
  9. Arteriografia polmonare per vedere come scorre il sangue nei polmoni.
  10. Analisi delle urine.

Tossire sangue, trattamento

Il trattamento del sangue dalla bocca con tosse varia. La tosse ematica lieve e temporanea può essere trattata con farmaci antitosse. Tuttavia, se la tosse con sangue continua o peggiora, è necessario rivolgersi a un medico. Una volta determinata la causa della tosse ematica, il medico discuterà con il paziente il piano di trattamento migliore per affrontare sia i sintomi sia la patologia di base. In primo luogo, può cercare di fermare l’emorragia embolizzando (bloccando) un’arteria sanguinante o attraverso una broncoscopia. Se si scopre che la condizione è causata da un tumore, possono essere necessari interventi chirurgici e trattamenti oncologici. Possono essere prescritti antibiotici per la polmonite o la tubercolosi. Gli steroidi possono essere utilizzati per trattare l’infiammazione che causa il sanguinamento. Gli steroidi possono essere utili se la causa del sanguinamento è una condizione infiammatoria. I trattamenti mirano ad arrestare l’emorragia e a trattare la causa sottostante. I possibili trattamenti comprendono:

  • Steroidi. Gli steroidi possono essere utili quando alla base del sanguinamento c’è una condizione infiammatoria.
  • Antibiotici. Gli antibiotici vengono utilizzati in caso di polmonite o tubercolosi.
  • Una broncoscopia. Consente di osservare da vicino le possibili fonti di sanguinamento. Uno strumento chiamato endoscopio viene inserito nelle vie aeree attraverso il naso o la bocca. All’estremità possono essere collegati degli strumenti. Alcuni sono progettati per arrestare l’emorragia, mentre altri, ad esempio, possono rimuovere un coagulo di sangue.
  • Embolizzazione. Se un vaso sanguigno importante è responsabile della presenza di sangue nell’espettorato, il medico può consigliare una procedura chiamata embolizzazione. Un catetere viene inserito nel vaso, si identifica la fonte dell’emorragia e si utilizza una spirale metallica, una sostanza chimica o un frammento di spugna di gelatina per sigillarlo.
  • Trasfusione di emoderivati. Può essere necessaria una trasfusione di elementi del sangue, come plasma, fattori di coagulazione o piastrine, se i problemi di coagulazione o il sangue eccessivamente sottile sono responsabili della comparsa di sangue nell’espettorato.
  • Chemioterapia o radioterapia. Possono essere utilizzate per trattare il tumore al polmone.
  • Intervento chirurgico. Può essere necessario per rimuovere una parte danneggiata o cancerosa del polmone. L’intervento chirurgico è generalmente considerato l’ultima risorsa e rappresenta un’opzione solo quando l’emorragia è grave o persistente.

Leggi anche: Dolore al fianco destro: cause e cosa fare

Quando chiamare il medico?

Cosa devo fare se tossisco sangue? La tosse con sangue può essere il segno di una condizione medica grave. Se tossite piccole quantità di sangue per più di una settimana, rivolgetevi al vostro medico curante. Sarà lui a determinare la causa dell’emottisi. Rivolgersi immediatamente a un medico se si tossisce più di qualche cucchiaino di sangue o se tosse e sangue dalla bocca è accompagnata dai seguenti sintomi: dolore al petto. Sangue nelle urine o nelle feci. Vertigini o giramenti di testa. Respiro affannoso. Febbre. Perdita di peso rapida o grave.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *