Semi di chia proprietà e benefici

By | Settembre 21, 2022
semi di chia proprietà e benefici

Avete provato i semi di chia? Oggi vi raccontiamo la loro origine e le loro proprietà e vi diamo delle idee per incorporare questo ingrediente sempre più popolare nelle vostre ricette. I semi della Salvia hispanica L. noti come semi di chia, sono un ingrediente comune nella dieta delle popolazioni dell’America centrale e meridionale. Nell’ordine, Paraguay, Messico, Argentina, Bolivia e Perù sono i Paesi di origine di questi semi importati dall’Europa. D’altra parte, è stato nel 2009 che la Commissione europea ha autorizzato l’ingresso della chia come “nuovo alimento” da utilizzare nei prodotti da forno. Successivamente, nel 2013, l’autorizzazione è stata estesa all’uso della chia in alcuni prodotti (con un contenuto massimo di chia del 10%), nonché alla chia confezionata. Si raccomanda un consumo massimo di 15 grammi al giorno. Oggi è ampiamente consumato in tutto il mondo per i suoi benefici per la salute, in particolare per il mantenimento dei livelli di lipidi. La presenza di acidi fenolici e di acidi grassi omega 3 e 6 nei semi di chia contribuisce a questo effetto. In Europa è particolarmente popolare nei paesi scandinavi, nei Paesi Bassi, in Germania e nel Regno Unito. Indipendentemente dalla presenza di principi attivi, la sicurezza e l’efficacia di questo alimento devono essere supportate da ulteriori ricerche, poiché gli studi clinici e in vivo sono ancora limitati. Nei semi di chia proprietà e benefici sono molteplici, vediamoli nel dettaglio. Ecco sette motivi per cui dovresti saltare sul carro dei semi di chia.


Leggi anche: Le pesche fanno bene? Proprietà e benefici

Valori nutrizionali dei semini di chia

La chia è una pianta biennale della famiglia della menta, coltivata principalmente per i suoi semi. Contengono grassi sani, di cui circa il 60% è costituito da omega-3 (acido alfa-linolenico o ALA) e il 20% da omega-6 (acido linolenico). Inoltre, forniscono tra il 15% e il 25% di proteine, con 19 aminoacidi, grassi (tra il 30% e il 33%) e carboidrati (tra il 26% e il 41%). Sono ricchi di fibre alimentari (18-30%) e di minerali. Questi includono il calcio e altre vitamine. Contengono inoltre una grande quantità di antiossidanti. La chia è apprezzata soprattutto per il suo olio. Le differenze nei metodi di estrazione determinano la resa, il contenuto e la qualità degli acidi grassi, della fibra totale e degli antiossidanti, e l’olio di chia viene utilizzato come integratore. L’olio di chia viene utilizzato come integratore e si trova nell’olio da cucina, negli integratori di olio di chia e nei semi crudi.

I semi di chia a cosa fanno bene

I semi di chia sono cresciuti di popolarità negli ultimi anni a causa dell’ondata di cambiamento verso stili di vita sani, uno dei motivi è l’aumento del numero di persone che soffrono di malattie. Una delle ragioni è l’aumento del numero di persone che soffrono di malattie come quelle cardiovascolari, l’ipertensione, il diabete, l’obesità e altre patologie associate. Nella maggior parte dei casi, ciò è dovuto a uno stile di vita sedentario, a poca o nessuna attività fisica e a un’alimentazione scorretta. Questa dieta è caratterizzata da quantità significative di zuccheri aggiunti e grassi saturi. Ricordate che mangiare una varietà di verdura e frutta, oltre a semi, noci, cereali e cereali integrali, contribuisce alla nostra salute. Tutti sono ugualmente importanti.

Semi di chia proprietà e benefici

Adesso, esaminiamo le proprietà semi di chia per la nostra salute, il loro profilo nutrizionale e come includerne di più nella dieta. Tra i benefici più importanti dei semi di chia, possiamo evidenziare, ad esempio, il loro contenuto 2 volte superiore a quello di qualsiasi altro seme, 5 volte più calcio del latte intero, 2 volte più potassio delle banane, 3 volte più ferro degli spinaci e 3 volte più antiossidanti dei mirtilli. Inoltre, contiene anche boro (necessario per stimolare l’assorbimento del calcio nelle ossa) e altri minerali come rame, manganese, niacina, zinco, ecc. Contiene anche acidi grassi essenziali Omega 3.

Il suo contenuto di proteine a rapida digestione fornisce anche i 9 aminoacidi essenziali, mentre l’elevato contenuto di fibre solubili accelera e prolunga il senso di sazietà, riducendo il desiderio tra un pasto e l’altro e migliorando il tratto digestivo, stimolando così il tasso metabolico per tutta la giornata. Ovviamente, il suo basso indice glicemico lo rende un alimento ideale per i diabetici, in quanto permette loro di mantenere un controllo più accettabile dei livelli di zucchero. Grazie agli antiossidanti, il sistema immunitario viene migliorato eliminando le tossine che l’organismo assorbe quotidianamente, e questa è una delle proprietà che gli permette di rimanere fresco e commestibile, anche fino a 4 anni, prima che il gusto, l’odore o il valore nutrizionale inizino a deteriorarsi.

D’altra parte, i semi di chia, ricchi di acidi grassi essenziali Omega 3 e classificati come grassi buoni, sostengono il sistema cardiovascolare e circolatorio tenendo sotto controllo i livelli di colesterolo nel sangue. È stato dimostrato che contengono un livello più elevato di Omega 3, di gran lunga superiore a quello dei semi di lino o del salmone. Per questi e molti altri motivi, i semi di chia dovrebbero essere inclusi in tutte le diete, soprattutto se si vuole perdere grasso corporeo. Alcuni studi condotti su polli e maiali nutriti con semi di chia hanno rilevato che le uova e la carne degli animali avevano rispettivamente un ridotto contenuto di grassi saturi e un aumentato contenuto di grassi insaturi.

Leggi anche: 12 proprietà del cavolfiore

Controindicazioni dei semi di chia

Nonostante l’ampia gamma di benefici per l’organismo, un consumo eccessivo di semi di chia può anche innescare alcuni aspetti negativi, come l’abbassamento della pressione sanguigna, soprattutto nelle persone anziane e ancor più se vengono associati a farmaci per la pressione sanguigna. È inoltre sconsigliato, in qualsiasi caso, alle persone che assumono anticoagulanti. Sono stati segnalati anche casi di persone allergiche ai semi di chia, che possono essere allergiche anche alle noci e alle piante della famiglia della Salvia. In questi casi o in caso di dubbio, è meglio recarsi da un medico per approfondire l’argomento e seguire un trattamento preventivo per contrastarne gli effetti, se sono stati consumati accidentalmente.


Semi di chia uso in cucina

Come includere la chia nella nostra dieta quotidiana? Come tutti i semi, l’ammollo permette di ridurre gli antinutrienti (inibitori enzimatici) presenti nei semi. Di conseguenza, otteniamo un maggior beneficio dal punto di vista nutrizionale. Un quarto d’ora è sufficiente perché il seme assorba il liquido e si idrati. Può aumentare fino a 9 volte le sue dimensioni e acquisire una consistenza gelatinosa durante l’ammollo. Non hanno sapore, il che significa che il piatto finale sarà caratterizzato dal sapore degli altri ingredienti utilizzati. Alcuni modi per consumare i semi di chia:

  1. Si possono cospargere su insalate, frutta a pezzetti, yogurt, ecc.
  2. Includete sia i semi macinati che quelli interi nei pani e nei dolci fatti in casa. Questo modo di preparazione ci permetterà di utilizzare solo ingredienti sani e di controllare il più possibile le quantità di zuccheri aggiunti, sale o grassi non salutari.
  3. Possiamo preparare il budino di chia semplicemente aggiungendo ai semi un liquido come il latte o una bevanda vegetale. Il rapporto è 1:4 (ad esempio, ½ tazza di semi per 2 tazze di liquido). Se scegliamo una bevanda naturalmente dolce, come il riso, il risultato è delizioso.
  4. Anche la mandorla e il cocco si sposano perfettamente. Si può aggiungere un pizzico di sale, essenza di vaniglia, cannella, frutta a pezzi o cacao puro. Anche lo yogurt normale e conservare in frigorifero per tutta la notte per la prima colazione.
  5. Possiamo includere i semi in bevande da utilizzare durante l’attività fisica. Insieme all’acqua, succo di agrumi come arancia e limone, infuso di tè verde, sale, bicarbonato e glucosio (miele). Ci fornirà caffeina, sali minerali e carboidrati. Inoltre, otterremo un buon equilibrio tra fruttosio e glucosio, vitamine antiossidanti, insieme alle proteine presenti nella chia e al resto dei suoi minerali, calcio, ferro e potassio.
  6. Possiamo anche includerli, insieme ad altri semi come sesamo, semi di lino, ecc. nella preparazione di barrette energetiche.

Leggi anche: I pistacchi fanno bene? Proprietà e benefici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *