Sale iodato, proprietà, benefici ed effetti indesiderati

By | Marzo 4, 2022
Sale iodato, proprietà, benefici ed effetti indesiderati

Il sale iodato è un minerale semplice, cloruro di sodio, rinforzato con ioduro di potassio il cui scopo è prevenire la carenza di iodio nella popolazione e quindi evitare disturbi correlati, come perdita del QI, ritardo mentale, problemi alla tiroide o gozzo, tra gli altri.

L’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) raccomanda il consumo di sale con iodio nella dieta quotidiana per soddisfare il fabbisogno del nostro organismo di questo elemento. A seconda dell’età dell’individuo i bisogni variano, gli adulti necessitano di 150-200 microgrammi di iodio, mentre nelle donne in gravidanza e in allattamento questi bisogni aumentano rispettivamente di 25 e 50 microgrammi per garantire lo sviluppo neurologico e sensoriale del bambino.

A cosa serve lo iodio?

Lo iodio è una parte importante degli ormoni tiroidei. Questi ormoni aiutano il tuo corpo a regolare il peso, la temperatura interna e i livelli di energia. Svolgono anche un ruolo nella crescita della pelle, dei capelli e delle unghie. Lo iodio può svolgere un ruolo nelle funzioni fisiche oltre alla produzione di ormoni tiroidei, ma l’evidenza non è del tutto chiara.

La tiroide produce gli ormoni tiroidei tiroxina (T4) e triiodotironina (T3). Entrambi contengono ioduro (una forma di iodio). Lo iodio viene consumato per via orale e viene rapidamente assorbito dallo stomaco e dall’intestino tenue. Viaggia attraverso il flusso sanguigno. Da lì, i recettori dello iodio (situati nella tiroide) si legano ad esso e lo assorbono.

L’ormone T4 contiene quattro molecole di ioduro, mentre l’ormone tiroideo T3 contiene tre molecole di ioduro. Dopo che la tiroide ha prodotto T4, lo rilascia nel flusso sanguigno. T4 viene quindi convertito in T3, che interagisce con la maggior parte delle cellule del corpo. L’ormone tiroideo T3 attivo funziona praticamente in ogni cellula e organo del corpo regolando il metabolismo, l’uso di energia, la crescita e la riparazione.

Qual è la differenza tra sodio e sale iodato?

Potresti usare i termini sodio e sale in modo intercambiabile, ma ci sono differenze tra i due. Il sale è un minerale naturale composto da due elementi: sodio e cloruro. Il sale contiene circa il 40% di sodio e il 60% di cloruro.

Benefici del sale iodato

Spesso i medici suggeriscono di assumere poco sale per ridurre l’assunzione di sodio. Anche se è una buona idea tenere d’occhio la quantità di sale nella tua dieta, non evitarlo del tutto, poiché questo minerale svolge un ruolo importante nel funzionamento del tuo corpo. Ecco perché hai bisogno di sale iodato nella tua dieta:

Aiuta il corretto funzionamento della tiroide

La tua tiroide gioca un ruolo importante nel metabolismo. Ma affinché la tua tiroide funzioni correttamente, il tuo corpo ha bisogno dello iodio minerale, che si trova in molti alimenti. Una carenza di iodio impedisce al tuo corpo di produrre abbastanza ormone tiroideo. I sintomi di una carenza di iodio includono tiroide ingrossata, costipazione, difficoltà a pensare, affaticamento e sensibilità al freddo. Poiché lo iodio viene aggiunto anche alla maggior parte dei sali (sono etichettati come “iodati”), consumare un po’ di sale iodato nella dieta può aiutare la tua tiroide a funzionare correttamente.

Mantiene il corpo idratato

Il sale mantiene anche livelli di idratazione sani e l’equilibrio elettrolitico, necessario per il corretto funzionamento degli organi. Le cellule, i muscoli e i tessuti hanno bisogno di acqua e il sale aiuta queste parti del corpo a mantenere la giusta quantità di liquidi. Un’idratazione inadeguata può causare disidratazione, rendendoti più suscettibile a crampi muscolari, vertigini e affaticamento.

Previene la pressione bassa

Una quantità inadeguata di sodio nella dieta può anche portare a un abbassamento della pressione sanguigna (ipotensione) inferiore a 90/60 millimetri di mercurio (mmHg). Se uno dei due numeri è basso, la pressione sanguigna è considerata bassa. I segni di bassa pressione sanguigna includono vertigini, nausea, svenimento e visione offuscata.

Migliora i sintomi della fibrosi cistica

Le persone che vivono con la fibrosi cistica perdono più sale nel sudore rispetto alla persona media. Hanno bisogno di più acqua e sale nella loro dieta per evitare la disidratazione. Se hai questa condizione, consulta il tuo medico per vedere quanto sale hai bisogno ogni giorno in base al tuo livello di attività. I requisiti variano, ma alcune persone potrebbero aver bisogno fino a 6.000 milligrammi (mg) di sodio al giorno.

Carenza di iodio

La carenza di iodio porta a problemi con la produzione di ormoni tiroidei. Ciò si traduce in malattie della tiroide. Se hai bassi livelli di iodio, i sintomi della disfunzione tiroidea possono svilupparsi entro poche settimane. Includono una varietà di condizioni:

Ipotiroidismo (bassa funzione tiroidea)

La carenza di iodio impedisce al tuo corpo di produrre abbastanza ormoni tiroidei, causando ipotiroidismo. Ciò può causare una varietà di sintomi, tra cui:

  • Aumento di peso
  • Energia ridotta
  • Sonnolenza
  • Problemi di concentrazione
  • Depressione
  • Stipsi
  • Sentire sempre freddo
  • Irregolarità mestruali
  • Problemi di zucchero nel sangue

Ipotiroidismo infantile

La carenza di iodio alimentare è tra le principali cause prevenibili di disabilità cognitive (intellettuali) e dello sviluppo in molte parti del mondo. I bambini che sono carenti di iodio possono sperimentare gli stessi effetti degli adulti e sintomi aggiuntivi. Gli effetti possono essere piccoli e graduali, tra cui una crescita fisica lenta, problemi di umore, difficoltà di concentrazione e difficoltà di apprendimento

Ricapitoliamo

Con l’ipotiroidismo, il tuo corpo non produce abbastanza ormoni tiroidei. Può causare aumento di peso, diminuzione dell’energia, difficoltà di concentrazione, irregolarità mestruali e altro ancora. I bambini possono avere questi sintomi oltre a una crescita lenta, problemi di umore e difficoltà di apprendimento.

Gozzo

Una carenza di iodio provoca bassi livelli di ormone tiroideo. In risposta, la tua ghiandola pituitaria produce un eccesso di ormone stimolante la tiroide (TSH) per compensare questi bassi livelli. Il TSH normalmente stimola la tiroide a produrre e rilasciare T4 e T3. Tuttavia, troppo TSH sovrastimola la ghiandola tiroidea. La ghiandola tiroidea si ingrandisce ma non può funzionare adeguatamente senza iodio sufficiente. Questo cambiamento è descritto come gozzo.

Ipotiroidismo congenito

La carenza di iodio nei neonati viene rilevata dai test di screening neonatale. La condizione può causare ai bambini problemi a mangiare, tono muscolare debole o problemi cardiaci. A volte, potrebbe non causare alcun sintomo. Mentre ci sono altre cause, i neonati nati da madri con un basso apporto di iodio durante la gravidanza possono sviluppare ipotiroidismo congenito.

La condizione può migliorare se i bambini assumono abbastanza iodio nella loro dieta dopo la nascita. In caso contrario, sono a rischio di sviluppare deficit di apprendimento e limiti nella crescita fisica a causa di una funzione tiroidea inadeguata. È stato suggerito che la carenza di iodio possa anche essere associata a malattie del seno, problemi di stomaco e problemi alle ossa, ma queste preoccupazioni non sono state verificate.

Goitrogeni

In alcune situazioni, il tuo iodio potrebbe non funzionare come dovrebbe se i goitrogeniinterferire con l’assorbimento di iodio nella ghiandola tiroidea. I goitrogeni sono alimenti e altre sostanze che competono con l’assorbimento di iodio nella ghiandola tiroidea. Questo può impedire una corretta produzione di ormoni tiroidei. Alcuni goitrogeni includono broccoli, cavoli, cavolfiori, cavoli e fragole. Se hai una normale funzione tiroidea e assunzione di iodio, non devi preoccuparti che questi alimenti causino una carenza di iodio.

Leggi anche: Dolore addominale lato destro: cause e cosa fare

Effetti collaterali del sale iodato

In generale, un consumo moderato di sale iodato non dovrebbe causare problemi. Lo iodio extra viene facilmente eliminato attraverso le urine. Tuttavia, puoi consumare più iodio di quello che il tuo corpo può gestire utilizzando integratori che contengono alte dosi di iodio. Il sovradosaggio cronico di iodio è stato associato a gozzo, ipertiroidismo, tiroidite e cancro alla tiroide.

In rari casi, la tossicità da iodio può verificarsi a seguito del consumo di dosi elevate di integratori di iodio. I bambini che mangiano un’intera bottiglia di pillole vitaminiche o gli adulti con insufficienza renale che usano integratori potrebbero non essere in grado di eliminare correttamente lo iodio in eccesso. I sintomi possono includere mal di stomaco, vomito e diarrea.

Allergie e sensibilità allo iodio

Sono state segnalate allergie e sensibilità allo iodio. Esistono tre tipi di reazioni allo iodio:

  • Sensibilità cutanea: lo iodio topico (usato direttamente sulla pelle) può causare arrossamento e dolore della pelle. Questa reazione è generalmente autolimitante e in genere si risolve da sola entro poche ore.
  • Allergie: le allergie allo iodio ingerito rimangono un argomento alquanto controverso. Le allergie ai frutti di mare sono state attribuite allo iodio in passato. Ora gli esperti medici ritengono che le allergie ai frutti di mare siano causate da un altro componente dei frutti di mare, non dallo iodio.
  • Iodio (iniettato) di contrasto: il materiale di contrasto iniettato per studi di imaging spesso contiene iodio. Spesso, le persone sperimentano reazioni allergiche all’iniezione di contrasto. Non è chiaro se lo iodio abbia un ruolo in questa reazione. Gli esperti medici attualmente ritengono che lo iodio non sia la ragione dietro le reazioni allergiche al colorante di contrasto, ma le domande rimangono.

Ricapitoliamo

Sono state riportate reazioni allergiche quando lo iodio viene ingerito nei frutti di mare o iniettato per studi di imaging. Tuttavia, alcuni esperti medici si chiedono se queste allergie siano dovute allo iodio o a un altro componente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.