Proprietà della patata: benefici e usi

By | Novembre 19, 2022
proprieta della patata

La patata (Solanum tuberosum) è uno degli alimenti più consumati al mondo ed è presente nella maggior parte delle culture. Si conoscono migliaia di ricette che includono questo alimento, conosciuto anche come patata, a seconda del continente. In questo articolo parleremo della patata. Ne analizzeremo le proprietà e i benefici per l’organismo umano.


Che cos’è la patata?

  • Nome scientifico: Solanum tuberosum
  • Classifica superiore: Solanum
  • Classe: Magnoliopsida
  • Divisione: Magnoliophyta
  • Specie: Solanum tuberosum; L., 1753
  • Famiglia: Solanaceae

La patata è un alimento ottenuto dalla radice di una pianta del genere Solanum della famiglia delle Solanaceae. La sua origine è attribuita al Perù e, cinque secoli fa, fu portata in Europa. La pianta utilizza tutti i nutrienti presenti nel terreno per produrre patate. La dimensione di ogni patata è di circa 300 grammi e una pianta può produrne fino a 20 alla volta. Una curiosità su questo alimento è che, sebbene si trovassero in Europa già nel XVI secolo, il loro uso era solo ornamentale, a causa dell’incertezza sulla loro sicurezza alimentare. Dopo quasi 150 anni ha iniziato a essere consumato normalmente.

Leggi anche: Proprietà e benefici del cocco

Patata valori nutrizionali – Cosa contengono le patate?

Le patate sono uno degli alimenti più popolari al mondo e una fonte di energia molto ragionevole, in quanto forniscono più vitamine e minerali e meno calorie di quelle normalmente attribuite. 200 grammi di patate bollite forniscono il 20% di vitamina B1 di cui abbiamo bisogno, il 14% di vitamina B3 e il 24% di vitamina B6 . Offrono inoltre una quantità significativa di minerali. I 200 grammi coprirebbero l’8% del fabbisogno giornaliero di selenio, il 22% del fabbisogno giornaliero di potassio, il 20% del fabbisogno giornaliero di fluoro e il 14% del fabbisogno giornaliero di ferro. Per le sue caratteristiche nutrizionali e la sua ricchezza di amido, la patata è alla pari dei cereali, perché è ricca di carboidrati e ha una composizione proteica del 2%.

Vitamine B

Il micronutriente più importante delle patate è la vitamina B6. Questa vitamina è coinvolta in oltre un centinaio di reazioni enzimatiche conosciute, come quelle necessarie per creare nuove cellule e tessuti sani e non cancerosi a partire dagli aminoacidi, in numerose funzioni del sistema nervoso e nella disattivazione ed eliminazione di sostanze nocive come l’omocisteina, che aumenta il rischio di infarto. Non mancano dosi significative di altre vitamine del gruppo B. Una porzione media di patate bollite fornisce più del 10% del fabbisogno giornaliero di vitamine B1, B2 e acido folico. In termini di minerali, le patate sono una fonte abbondante di potassio, oltre a contenere piccole quantità di magnesio e ferro.

Valori nutrizionali delle patate! Quante calorie contiene una patata?

Analizzando i valori nutrizionali del tubero, in 100 grammi di patata scopriamo:

  • Calorie: 77 kcal
  • Proteine: 2 g
  • Grassi: 0,1 g
  • Carboidrati: 17 g
  • Fibra: 2,2 g

Proprietà delle patate

Tra i motivi che hanno portato all’uso delle patate in cucina ci sono le loro numerose proprietà, molto utili per l’organismo umano.

  1. Protegge. Favoriscono una buona funzione cardiovascolare, soprattutto mantenendo la frequenza cardiaca al sicuro.
  2. Antiossidante. È uno dei più importanti della patata, grazie alla vitamina C che contiene.
  3. Immuno-protettiva. La vitamina B6 è essenziale per aumentare gli anticorpi e per questo influisce positivamente sulle difese dell’organismo.
  4. Antinfiammatorio. I carotenoidi contenuti in questo alimento aiutano a ridurre il gonfiore in breve tempo.
  5. Energetica. È qui che entra in gioco il suo elevato contenuto di carboidrati.
  6. Ossigenante. Non possiamo trascurare la presenza di ferro nella patata, che svolge un ruolo essenziale nel trasporto dell’ossigeno in tutto il corpo.

Patate, benefici che non conoscevate. Cosa contiene la patata?

La patata accompagna da tempo i piatti di panamensi e americani, è un alimento versatile e ha un alto contenuto di carboidrati. Questa verdura può essere protagonista in molti modi di un piatto o di un contorno. Ecco 10 benefici della patata che forse non conoscevate:


  1. È una fonte di energia naturale al 100%.
  2. Le patate contengono vitamine C, B6, B3 e B9.
  3. Presenta alti livelli di antiossidanti e nutrienti essenziali.
  4. Le patate sono antinfiammatorie e sono quindi un’ottima scelta se si soffre di artrite e reumatismi.
  5. L’acido folico e il ferro contenuti in questo alimento aiutano a trattare l’anemia; inoltre stimolano e producono i globuli rossi nell’organismo.
  6. Se bollite, le patate possono aiutare a trattare la stitichezza idratando le feci. Pertanto, previene la formazione delle emorroidi.
  7. Il succo di patata aiuta a lenire le eruzioni cutanee, le scottature e le irritazioni della pelle causate da fattori esterni, perché ha proprietà anti-irritanti e anti-infiammatorie.
  8. Le patate aiutano a trattare qualsiasi condizione legata al sistema cardiovascolare e all’ipertensione, migliorando la circolazione del corpo. Questo perché è ricco di acido clorogenico e agisce come diuretico naturale.
  9. Il succo di patata aiuta a curare eczemi, pelle secca e macchie cutanee. Contribuisce a mantenere la pelle idratata e disinfiammata, che a sua volta aiuta a prevenire alcuni segni dell’invecchiamento grazie alla vitamina C; questa combinazione aiuta a produrre e generare collagene ed elastina, che fa sì che le cellule si rinnovino rapidamente.
  10. Se non lo sapete, è anche un eccellente esfoliante naturale,

Come cucinare le patate?

Le patate possono essere consumate in modi diversi, ma tutti hanno in comune la cottura. In altre parole, si consiglia di mangiare questo alimento solo dopo averlo cucinato. Possono essere bollite, cotte al forno, fritte, schiacciate, come accompagnamento al pasto principale, come parte del pasto principale o semplicemente come contorno. Le patate si adattano facilmente a molte situazioni, per cui trarre vantaggio dai benefici che offrono è molto semplice.

I benefici delle patate

Dopo la loro scoperta e accettazione, sempre più persone includono le patate nella loro dieta, indipendentemente dalla loro presentazione. Vediamo alcuni dei benefici di questo alimento per la salute.

  1. Migliora il sistema digestivo. La versatilità che la patata offre nella sua preparazione, così come le proprietà medicinali che, a ragione, le vengono attribuite, è uno dei motivi per cui viene spesso utilizzata quando la persona ha problemi di stomaco. In questi casi non si può usare l’olio nella preparazione, ma si può cuocere al forno, al vapore o arrosto. Il suo consumo riduce le infiammazioni in diverse parti del corpo, tra cui l’apparato digerente è uno dei favoriti.
  2. Antiossidante. Molte malattie sono causate dall’ossidazione delle cellule dell’organismo. Questo è causato dai radicali liberi in seguito a un processo chimico. Per questo motivo, per prevenire queste malattie, è necessario rallentare il più possibile questo processo. Questo è possibile con il consumo di patate, soprattutto grazie alla grande quantità di antiossidanti che contengono.
  3. Rafforzano le difese. Alcuni dei costituenti presenti nella patata sono ideali per aumentare la capacità di difesa dell’organismo. Tra questi vi sono i carotenoidi e l’acido caffeico. Grazie a tutto ciò, l’organismo è in grado di aumentare la quantità di anticorpi, che gli permettono di riconoscere e affrontare gli elementi nocivi.
  4. Aiuta a perdere peso. Anche se è vero che le patate hanno una certa quantità di calorie, c’è un dettaglio che le rende un ottimo alleato per perdere peso. È la loro capacità di saziare, con un impatto quasi 3 volte superiore a quello prodotto dal consumo di pane.

La patata faa ingrassare?

Negli ultimi decenni, si è diffusa la tendenza a indicare la patata come uno dei colpevoli dell’eccesso di obesità e di diabete nei Paesi ricchi. Si tratta di un errore che la scienza sta ora chiarendo. Le tabelle dell’indice glicemico (IG) sono in parte responsabili dell’equivoco, in quanto attribuiscono alle patate lesse un IG di 70 e al purè di patate un IG di 80, inferiore solo al miele, alle carote cotte, al pane bianco e al glucosio, che con 100 rappresenta il massimo. Questi dati suggeriscono che le patate possono favorire l’eccesso di zuccheri nel sangue, l’obesità e gli squilibri metabolici. Tuttavia, è importante considerare il “carico glicemico” della dieta, che è più preciso dell’IG, in quanto tiene conto delle dimensioni delle porzioni e della proporzione di acqua, carboidrati, fibre e proteine in ogni alimento consumato durante la giornata.

Così, un pasto completo e nutriente composto da 200 grammi di patate lesse, 75 grammi di tofu e 100 grammi di broccoli ha un carico glicemico pari a quello di una fetta di pane da 50 grammi! Anche il modo in cui le patate vengono preparate e consumate influisce sul loro effetto. L’errore principale è quello di mangiare porzioni eccessive di patate che hanno assorbito grassi dalla frittura o dalla cottura. La stessa quantità di patate può passare da 80 calorie/100 grammi se bollite a più di 450 calorie se fritte. La cottura a vapore, invece, preserva meglio i micronutrienti e rappresenta un alimento energetico, digestivo e salutare. Inoltre, se lasciati raffreddare per qualche ora, gli zuccheri si trasformano in amido resistente , che riduce della metà il contenuto calorico della patata e funge da alimento per il microbiota intestinale benefico (riducendo così il rischio di cancro al colon).

Rischi e controindicazioni delle patate

Sebbene le patate siano sempre consigliate, devono essere consumate con la dovuta cautela. Uno dei più importanti riguarda il consumo di questo alimento quando è ancora verde. A causa dell’elevato contenuto di glicoalcaloidi, può influire notevolmente sulla salute. Una volta raggiunta la maturità, questo rischio non esiste più. Allo stesso modo, chi soffre di diabete può consumarne solo una piccola porzione. Si raccomanda inoltre di limitare il consumo di patate quando sono preparate con olio (fritte). Alcune persone non dovrebbero mangiarle in nessun caso. Si tratta dei seguenti gruppi.

  1. Persone che soffrono di allergie. Se una persona è allergica a uno dei suoi componenti, possono verificarsi sintomi molto gravi.
  2. Persone che utilizzano trattamenti con beta-bloccanti. Il consumo di patate è controindicato a causa del rischio di influire sui farmaci e sulla salute.
  3. Persone con problemi renali. Poiché influisce sulla presenza di potassio, è meglio non utilizzarlo.

La patata accompagna l’umanità da centinaia di anni. E grazie ai numerosi vantaggi che offre, siamo certi che rimarrà sempre così.

Leggi anche: Carne congelata quanto dura? Dipende dal tipo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *