Perché il tumore al pancreas è così aggressivo e causa così tanti decessi

By | Ottobre 22, 2022
tumore al pancreas

Il cancro al pancreas è considerato il tumore più mortale, proprio perché è difficile da diagnosticare, in quanto produce sintomi tardivi e tende a essere molto difficile da individuare prima. Il tumore al pancreas è uno dei tumori più letali al mondo. Più di 44.300 persone moriranno a causa della malattia nel corso del prossimo anno solo negli Stati Uniti. I sintomi più evidenti del tumore al pancreas includono ittero (urine scure dovute a un aumento della bilirubina nel sangue), dolori addominali e alla schiena, perdita di peso significativa, nausea e vomito e persino diabete. Ma perché questo tipo di cancro è molto più aggressivo di altri? Sono certo che molti di voi si staranno chiedendo. Ebbene, ciò è dovuto a tre fattori che spiegheremo in questo articolo per chiarire ogni dubbio su questa malattia.


Un fattore di rischio è tutto ciò che è legato alla possibilità di contrarre una malattia, come il cancro. I diversi tipi di cancro hanno diversi fattori di rischio. Alcuni fattori di rischio, come il fumo, possono essere modificati. Altri fattori, come l’età o la storia familiare, non possono essere modificati. In alcuni casi, potrebbe esserci un fattore che potrebbe diminuire il rischio di cancro o avere un effetto non ben definito. Questi non sono considerati un fattore di rischio, ma si può notare che sono stati chiaramente identificati in questa pagina. Avere un fattore di rischio, o anche molti, non significa che ci si ammalerà di cancro. Inoltre, alcune persone che si ammalano di cancro possono avere pochi o nessuno dei fattori di rischio noti. Questi sono alcuni dei fattori di rischio noti per aumentare il rischio di cancro al pancreas.

Leggi anche: Fegato infiammato: sintomi, cause, trattamento e consigli naturali

Sintomi tumore pancreas

L’ittero si manifesta con un ingiallimento della pelle e degli occhi. È uno dei primi sintomi tumore al pancreas (e di quasi tutte le persone affette da tumore ampollare). L’ittero è causato da un accumulo di bilirubina, una sostanza verde scuro prodotta nel fegato. Normalmente, il fegato rilascia un liquido chiamato bile che contiene bilirubina. La bile passa attraverso il dotto biliare comune nell’intestino, dove aiuta a scomporre i grassi. Alla fine lascia il corpo con le feci. Quando il dotto biliare comune si blocca, la bile non riesce a raggiungere l’intestino e la quantità di bilirubina nell’organismo si accumula. I tumori che iniziano nella testa del pancreas sono vicini al dotto biliare comune. Questi tumori possono premere sul dotto e causare ittero quando sono ancora piuttosto piccoli, il che a volte fa sì che questi tumori vengano individuati in uno stadio precoce. Ma i tumori che hanno origine nel corpo o nella coda del pancreas non esercitano pressione sul dotto finché non si diffondono in tutto l’organo. A quel punto, il cancro si è spesso diffuso anche al di fuori del pancreas. Quando il tumore al pancreas si diffonde, di solito si diffonde prima al fegato. Questo può anche causare ittero. Oltre all’ingiallimento degli occhi e della pelle, altri segni dell’ittero includono:

  1. Urine scure: a volte le urine di colore più scuro sono il primo segno di ittero. Quando i livelli di bilirubina nel sangue aumentano, l’urina diventa marrone.
  2. Feci pallide o grasse: la bilirubina contribuisce normalmente a dare alle feci il colore marrone. Se il dotto biliare è ostruito, le feci possono apparire grigie o chiare. Inoltre, se la bile e gli enzimi pancreatici non riescono a raggiungere l’intestino per aiutare a scomporre i grassi, le feci possono diventare grasse e galleggiare nel water.
  3. Prurito cutaneo: quando la bilirubina si accumula nella pelle, questa diventa gialla e inizia a prudere.
    Il cancro al pancreas non è la causa più comune di ittero. Altre cause, come i calcoli biliari, l’epatite e altre malattie del fegato e dei dotti biliari sono molto più comuni.
  4. Dolore addominale o alla schiena. Il dolore all’addome (pancia) o alla schiena è comune nel cancro al pancreas. I tumori che hanno origine nel corpo o nella coda del pancreas possono crescere in modo significativo e possono iniziare a comprimere altri organi vicini causando dolore. Il tumore può anche diffondersi ai nervi vicini al pancreas, causando spesso dolore alla schiena. Il dolore all’addome o alla schiena è piuttosto comune e il più delle volte è causato da patologie diverse dal tumore al pancreas.
  5. Perdita di peso e inappetenza. È molto comune che le persone affette da tumore al pancreas perdano peso senza volerlo. Spesso hanno poco o nessun appetito.
  6. Nausea e vomito. Se il tumore preme sull’estremità distale dello stomaco, può bloccare parzialmente lo stomaco, rendendo difficile il passaggio del cibo. Questo può causare nausea, vomito e dolore che tende a intensificarsi dopo aver mangiato.
  7. Ingrossamento della cistifellea o del fegato. Se il tumore blocca il dotto biliare, la bile può accumularsi nella cistifellea, causandone l’aumento delle dimensioni. A volte il medico può percepire questo ingrossamento durante un esame fisico (come un grosso nodulo sotto il lato destro della costola). Può anche essere osservato in studi di imaging. Occasionalmente, il tumore del pancreas può causare anche un ingrossamento del fegato, soprattutto se il tumore si è diffuso in quella zona. Il medico può essere in grado di accorgersene sentendo il bordo del fegato sotto la costola destra, oppure l’ingrossamento del fegato può essere visibile attraverso studi di diagnostica per immagini.
  8. Coaguli di sangue. A volte il primo segno che una persona ha un cancro al pancreas è un coagulo di sangue in una grossa vena, spesso in una gamba. Si tratta della cosiddetta trombosi venosa profonda (TVP). I sintomi possono includere dolore, gonfiore, arrossamento e calore nella gamba colpita. Occasionalmente, un frammento di coagulo può staccarsi e raggiungere i polmoni, rendendo difficile la respirazione e causando dolore al petto. Un coagulo di sangue nei polmoni è chiamato embolia polmonare (PE). Tuttavia, la presenza di un coagulo di sangue di solito non significa che si è affetti da cancro. La maggior parte dei coaguli di sangue è dovuta ad altre cause.
  9. Diabete. Raramente, il cancro al pancreas distrugge le cellule produttrici di insulina causando il diabete (glicemia elevata). I sintomi possono includere la sensazione di sete e fame e la necessità di urinare frequentemente. Più spesso, il tumore può causare piccole variazioni dei livelli di zucchero nel sangue che non provocano i sintomi del diabete, ma che possono comunque essere rilevate dagli esami del sangue.

Fattori di rischio modificabili

  1. Tabacco. Il fumo è uno dei principali fattori di rischio per il cancro al pancreas. Il rischio di cancro al pancreas è circa due volte più alto nei fumatori che nelle persone che non hanno mai fumato. Si ritiene che circa il 25% dei tumori del pancreas sia causato dal fumo di sigaretta. Anche il fumo di sigaretta e l’uso di prodotti del tabacco senza fumo aumentano il rischio. Tuttavia, il rischio di cancro al pancreas inizia a diminuire quando si smette di fumare. Si può prevenire il cancro al pancreas?
  2. Sovrappeso. L’eccesso di peso (obesità) è un fattore di rischio per il cancro al pancreas. Le persone obese (indice di massa corporea [BMI] pari o superiore a 30) hanno circa il 20% di probabilità in più di sviluppare il cancro al pancreas. Portare peso intorno alla vita può essere un fattore di rischio anche in persone non molto sovrappeso.
  3. Diabete. Il cancro al pancreas è più comune nelle persone con diabete. Il motivo è sconosciuto. Il rischio si riscontra soprattutto nelle persone affette da diabete di tipo 2. Questo tipo di diabete è in aumento nei bambini e negli adolescenti, poiché l’obesità aumenta anche in queste fasce d’età. Anche il diabete di tipo 2 negli adulti è spesso legato al sovrappeso o all’obesità. Non è certo che vi sia un aumento del rischio di malattia nelle persone di tipo 1 (nei più giovani).
  4. Pancreatite cronica. La pancreatite cronica, un’infiammazione a lungo termine del pancreas, è legata a un aumento del rischio di cancro al pancreas. La pancreatite cronica colpisce spesso le persone che consumano molto alcol o tabacco.
  5. Esposizione a determinate sostanze chimiche sul lavoro. La forte esposizione professionale ad alcune sostanze chimiche utilizzate nelle industrie di lavaggio a secco e metallurgiche può aumentare il rischio di cancro al pancreas.

Fattori di rischio non modificabili

  1. Età. Il rischio di cancro al pancreas aumenta con l’avanzare dell’età. Quasi tutti i pazienti hanno più di 45 anni. Circa due terzi dei pazienti hanno almeno 65 anni. L’età media alla diagnosi è di 70 anni.
  2. Incidenza per sesso. Gli uomini hanno una probabilità leggermente maggiore di sviluppare il cancro al pancreas rispetto alle donne. Ciò è dovuto, almeno in parte, all’aumento del fumo negli uomini, che aumenta il rischio di cancro al pancreas (vedi sopra).
  3. Colore della pelle. I neri hanno una probabilità leggermente superiore di ammalarsi di cancro al pancreas rispetto ai bianchi. Le ragioni non sono chiare, ma potrebbero essere in parte dovute a tassi più elevati di altri fattori di rischio per il cancro al pancreas, come il diabete, il fumo e il sovrappeso.
  4. Il contesto familiare. Il tumore del pancreas sembra manifestarsi più frequentemente in alcune famiglie. In alcune di queste famiglie, il rischio elevato è dovuto a una sindrome ereditaria (discussa di seguito). In altre famiglie, il gene che causa l’aumento del rischio è sconosciuto. Sebbene l’anamnesi familiare sia un fattore di rischio, la maggior parte delle persone affette da tumore del pancreas non ha una storia familiare della malattia.
  5. Sindromi genetiche ereditarie. Le alterazioni genetiche ereditarie (mutazioni) possono essere trasmesse da un genitore a un figlio. Queste alterazioni genetiche possono causare fino al 10% dei tumori del pancreas. A volte questi cambiamenti danno origine a sindromi che includono un aumento del rischio di altri tumori (o di altri problemi di salute). Di seguito sono riportati alcuni esempi di sindromi genetiche che possono causare il cancro al pancreas:
  • Sindrome ereditaria del cancro al seno e alle ovaie, causata da mutazioni nei geni BRCA1 o BRCA2.
  • Cancro al seno ereditario, causato da mutazioni nel gene PALB2.
  • Sindrome del melanoma multiplo atipico familiare (FAMMM), causata da mutazioni nel gene p16/CDKN2A e associata a melanomi della pelle e dell’occhio.
  • Pancreatite familiare, solitamente causata da mutazioni nel gene PRSS1.
  • La sindrome di Lynch, nota anche come cancro colorettale ereditario non poliposico (HNPCC ), è spesso causata da un difetto nei geni MLH1 o MSH2.
  • Sindrome di Peutz-Jeghers, causata da difetti nel gene STK11.
  • Questa sindrome è stata anche associata a polipi nel tratto digestivo e ad altri tipi di cancro.

Le alterazioni dei geni che causano alcune di queste sindromi possono essere individuate mediante test genetici. Per ulteriori informazioni sui test genetici, vedere È possibile individuare precocemente il tumore del pancreas?

Perché il tumore del pancreas è così mortale? Principali ragioni

  1. Il tumore pancreas ha la particolarità di iniziare a mostrare i primi sintomi solo quando è ben sviluppato all’interno dell’organo, rendendo impossibile affrontarlo nelle prime settimane.
  2. Metastasi rapide. Poiché il tumore al pancreas viene individuato quando è già in uno stadio avanzato di sviluppo, questa situazione porta alla formazione di metastasi, che nella maggior parte dei casi sono fatali per il paziente.
  3. Scarsa risposta al trattamento. La chemioterapia e la radioterapia sono due trattamenti comunemente utilizzati per curare qualsiasi tumore. Tuttavia, è stato dimostrato che entrambi hanno un effetto significativamente inferiore nel trattamento del tumore al pancreas.

Leggi anche: Fegato grasso: cos’è, sintomi, cause e trattamento

Come trattare il cancro pancreas?

Ora che abbiamo appreso in modo approfondito le ragioni per cui il cancro al pancreas è così aggressivo e mortale, sono certo che molti di voi pensano che non esista una cura per il cancro al pancreas. Ma nulla potrebbe essere più lontano dalla verità. Prima di tutto, è necessario rivolgersi a un medico specialista o a un oncologo, in modo che possa individuare in prima persona il protocollo migliore da seguire. Da lì, ci sarà una serie di trattamenti che possono aiutarci a dire addio al cancro al pancreas. La prima di queste è nota comelaparoscopia, che consiste essenzialmente nell’effettuare una serie di incisioni nel pancreas attraverso una serie di immagini riprese in tempo reale. Da lì, i tumori trovati in quest’organo vengono rimossi poco apoco. Sono disponibili anche altri trattamenti ablativi attraverso l’applicazione di calore e freddo direttamente sul pancreas, anche se questi tendono ad avere un effetto minore e più ritardato rispetto alla chirurgia, alla chemioterapia o alla radioterapia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *