Pectina: benefici e proprietà

By | Dicembre 9, 2021
Pectina: benefici e proprietà

La pectina è una fibra vegetale con molteplici implicazioni per la salute. In questo articolo vi raccontiamo perché è importante consumarla e quali alimenti possono fornirla. La pectina è una fibra vegetale presente nella frutta che, unita all’acqua, forma solitamente dei gel. Svolge la funzione di addensante unendosi allo zucchero o agli acidi propri dello zucchero.

Inoltre, la quantità di pectina presente nel frutto dipende dal grado di maturazione dello stesso, più maturo, meno pectina. Come regola generale, mele cotogne, mele e agrumi sono i frutti con la più alta quantità di pectina.

Viene utilizzata principalmente nell’industria alimentare per produrre marmellate. Il fatto di aggiungere pectina riduce la quantità di zucchero necessaria per addensare il prodotto e, a sua volta, riduce i tempi di cottura. Come se non bastasse, con questa sostanza è possibile produrre più marmellata per chilogrammo di frutta.

Proprietà della pectina

  • Ha la capacità di regolare il profilo lipidico perché assorbe i succhi secreti dal fegato a livello intestinale. Ciò contribuisce all’eliminazione del colesterolo LDL.
  • Migliora i sintomi dei problemi intestinali, secondo uno studio pubblicato su The American Journal of GastroenterologyMescolato con acqua, aumenta il volume del bolo alimentare e, di conseguenza, migliora i processi di diarrea o stitichezza.
  • È una sostanza praticamente calorica. Permette di aumentare il contenuto del cibo senza aggiungere energia, quindi è un alleato quando si cerca di sentirsi sazi. È ottimo per le diete dimagranti perché riduce la necessità di mangiare.
  • Assorbe zuccheri e grassi a livello intestinale e ne impedisce l’assorbimento. Questa funzione insieme alla precedente contribuiscono alla perdita di peso dell’individuo.
  •  Esistono prove scientifiche che la pectina aumenta l’escrezione degli acidi biliari e, di conseguenza, regola la pressione sanguigna.

Importanza del consumo di fibre

L’Organizzazione Mondiale della Sanità raccomanda il consumo regolare di fibre, sia solubili che insolubili. È dimostrato che l’assunzione regolare di questa sostanza migliora la composizione del microbiota intestinale. Inoltre, è un fattore protettivo contro vari tipi di tumori legati all’apparato digerente e migliora i sintomi di alcune patologie dell’apparato intestinale.

Il consumo di fibre è fondamentale anche per le persone con diabete, in quanto contribuisce a regolare la curva glicemica e facilita la gestione della malattia. D’altra parte, negli ultimi anni è stata scoperta l’importanza di un microbiota sano sulla salute.

In generale, questi batteri del colon sono legati a una corretta funzione organica, riducendo le possibilità di depressione, migliorando le prestazioni sportive e prevenendo malattie complesse e croniche.

Per mantenere questi batteri in buone condizioni, è essenziale il consumo regolare di probiotici (come yogurt) e prebiotici. Questi ultimi sono sostanze indigeribili che stimolano la crescita batterica selettiva. Inoltre, di solito sono racchiusi all’interno dell’intera fibra.

Il problema dell’industria

Negli ultimi anni, il consumo di alimenti trasformati è aumentato. Questi sono caratterizzati dal loro alto contenuto di zuccheri e dalla bassa presenza di fibre. Ridurre l’assunzione di fibre nella dieta porta ad un peggioramento delle funzioni intestinali e ad un aumento del rischio di sviluppo di malattie.

Un modo per alleviare le conseguenze di questa situazione è aumentare il consumo di frutta. La pectina del frutto aumenta il volume del bolo alimentare, purificando le pareti intestinali e facilitando la sintesi degli acidi grassi a catena corta a livello intestinale.

Allo stesso modo, questa sostanza è in grado di migliorare la salute dell’apparato digerente, il che sarà positivo a medio termine sulla funzione digestiva. Questi acidi grassi hanno un ruolo antinfiammatorio e garantiscono il corretto funzionamento dell’intestino, oltre a un minor rischio di malattie.

Frutta con meno carboidrati

Includere la pectina nella dieta per migliorare la salute

La pectina è una fibra utilizzata principalmente nell’industria per la sua capacità addensante. Si trova nella frutta e il suo consumo regolare migliora la salute intestinale e previene problemi legati a diarrea e stitichezza.

Inoltre, ha funzioni legate al miglioramento della pressione sanguigna o della curva glicemica nei diabetici. È interessante combinare il consumo di pectina con l’assunzione regolare di probiotici e prebiotici.

In questo modo verrà stimolata a livello intestinale la crescita batterica selettiva e la formazione di acidi grassi a catena corta con un chiaro ruolo antinfiammatorio.

Uno dei migliori consigli quando si tratta di aumentare il consumo di pectina è dare la priorità all’assunzione di cibi freschi rispetto a quelli trasformati. Anche l’assunzione frequente di agrumi e mele è un fattore chiave per raggiugere questo obiettivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.