Palpebra gonfia: cause e trattamenti

By | Novembre 17, 2022
Palpebra gonfia

La palpebra gonfia non sono solo un problema estetico, ma può anche essere il riflesso di una patologia importante. Sono sicuro che a un certo punto della vostra vita avete avuto le palpebre gonfie. Si tratta di una condizione molto comune, che oltre ad essere un semplice problema estetico può essere il risultato di numerose patologie. Infatti, molti di essi possono essere di origine metabolica o immunitaria. Le palpebre sono una parte del nostro corpo composta da pelle, muscoli e membrana mucosa che copre gli occhi. La loro funzione principale è quella di proteggere l’occhio da qualsiasi agente che potrebbe ferirlo. Inoltre, permette al bulbo oculare di rimanere sempre umido.


È vero che con l’invecchiamento le palpebre tendono a perdere consistenza. Per questo motivo è tipico delle persone anziane avere le palpebre gonfie o le borse sotto gli occhi. Lo stesso accade quando si accumulano stanchezza e stress. Tuttavia, esistono molte altre cause che possono provocare questo fenomeno ed è importante identificarle tempestivamente. In questo articolo spieghiamo le principali ragioni per cui si possono avere la palpebra gonfia e come trattarle.

Leggi anche: Perché compaiono le borse sotto gli occhi?

Le cause dell’occhio gonfio

Come abbiamo già detto, l’edema palpebrale è molto comune. È una situazione che aumenta soprattutto con l’età. Questo perché con il passare degli anni tutti i tessuti tendono a indebolirsi, compresi quelli delle palpebre. Un altro dei motivi principali è la stanchezza e la mancanza di sonno. Non riposare a sufficienza fa soffrire tutto il nostro corpo, soprattutto l’aspetto del viso e degli occhi. Lo stesso vale per le cattive abitudini, come bere alcolici o fumare marijuana. La palpebra gonfia è anche il risultato di un eccesso di ritenzione di liquidi. Ciò può essere dovuto a un problema circolatorio come l’ipertensione o a una dieta con troppo sale. Le persone allergiche soffrono spesso di questo problema. Può manifestarsi sia durante una reazione allergica lieve – quella che si verifica in primavera, ad esempio, con chi è allergico al polline – sia in forme gravi.

Infatti, le reazioni anafilattiche sono caratterizzate, tra gli altri segni, da occhio gonfio e dolore. Si noti inoltre che l’occhio gonfio e dolorante può essere sintomo di un’infezione. Logicamente, compaiono anche dopo un colpo alla zona, sia esso dovuto a una lotta o a qualsiasi altro tipo di trauma. Infine, un’altra causa comune è l’orzaiolo. Si verifica quando le ghiandole situate sul bordo della palpebra si infettano. Queste sono chiamate ghiandole di Meibomio. Di solito è accompagnata da dolore e arrossamento.

4 rimedi naturali per alleviare le palpebre gonfie

Se soffrite di palpebre gonfie, potete alleviare il gonfiore in modo naturale con questi rimedi casalinghi che vi proponiamo in questo articolo. Sono tanto utili quanto facili da realizzare e da applicare. La pelle delle palpebre è molto sottile e delicata, più di altre zone del corpo. Il gonfiore della pelle palpebrale può verificarsi sia sulla palpebra superiore che su quella inferiore. Le palpebre svolgono un ruolo importante nel proteggere e coprire gli occhi dagli agenti esterni a cui sono esposti, oltre a mantenere l’umidità dell’occhio attraverso le lacrime.

Le palpebre tendono a gonfiarsi per vari motivi o cause, come l’ostruzione del dotto lacrimale, a seguito di un colpo o di un trauma, l’accumulo di grasso nella zona, la ritenzione di liquidi, il pianto, la stanchezza, il sonno insufficiente, le allergie, i problemi epatici o renali, e spesso sono antiestetiche. Altre cause possono essere un orzaiolo, un colpo, un’infezione delle ciglia; quando la causa è una di queste, può verificarsi un’infezione prodotta da batteri o virus. Quando si conosce il motivo per cui le palpebre possono essere gonfie, la cosa migliore da fare è porvi rimedio; se è dovuto alla mancanza di riposo, dobbiamo dormire abbastanza ore, in modo da poter sfoggiare palpebre rilassate.

Come vedrete, questi rimedi sono semplici da preparare e da applicare. Ecco 4 dei rimedi più utili.

  1. Bustine di camomilla. La camomilla ha proprietà benefiche per gli occhi, è antinfiammatoria e lenitiva. Scaldare l’acqua e immergervi due bustine di camomilla. Togliere i sacchetti dall’acqua e lasciarli raffreddare. Quando sono fredde, applicarle sulle palpebre per circa 5 minuti.
  2. Fette di patate. Sbucciare una patata e grattugiarla. Una volta grattugiata, mettere la patata grattugiata su due tamponi di garza sterile. Avvolgere la garza e metterla in frigorifero. Lasciare raffreddare bene e poi posizionare la garza su ciascun occhio.
  3. Fette di cetriolo. Le proprietà del cetriolo lo rendono un ottimo rimedio per ridurre il gonfiore e la decongestione, rinfresca e aiuta a rilassare le palpebre. Lavare il cetriolo e tagliare due fette. Conservare le fette di cetriolo in frigorifero per farle raffreddare. Quando sono fredde, applicarle sugli occhi.
  4. Bustina di tè verde. Il tè verde ha proprietà antinfiammatorie che aiutano a diminuire o ridurre l’infiammazione. Riscaldare l’acqua in un bollitore. Una volta caldo, spegnere il fuoco e mettere due bustine di tè nell’acqua. Lasciare in infusione le bustine di tè e farle raffreddare. Una volta freddi, possiamo applicarli sugli occhi. Possiamo conservare le bustine in frigorifero e applicarle quando ne abbiamo bisogno.

Trattamento del gonfiore all’occhio

Il trattamento della palpebra superiore o inferiore gonfia dipende dalla causa. Tuttavia, è vero che esistono alcune misure generali che possono aiutare a prevenire o migliorare la maggior parte dei casi. Prima di tutto, è molto importante dormire bene. Gli scienziati raccomandano di dormire circa 8 ore al giorno. Inoltre, è essenziale imparare a gestire lo stress e l’ansia, poiché anch’essi influenzano la qualità del sonno. L’idea è quella di mantenere uno stile di vita sano attraverso una dieta equilibrata. Controllare la quantità di sale assunta aiuta a migliorare la ritenzione di liquidi e la circolazione. È inoltre necessario controllare l’assunzione di alcolici ed evitare l’uso di altre droghe. Se, nonostante queste misure, le palpebre rimangono gonfie, è meglio consultare un medico. Se si tratta di un sintomo allergico, il gonfiore passerà molto probabilmente con un antistaminico o stando lontani dall’allergene. In caso di infezioni, il medico probabilmente prescriverà un antibiotico per il trattamento. Può essere somministrato per via orale, ma più spesso viene somministrato come collirio o per via topica sulla palpebra.


Conclusione

La palpebra gonfia è un problema comune. Oltre ad essere estetiche e legate all’invecchiamento, possono essere un segno di stanchezza e stress. Se il problema persiste nel tempo, è meglio consultare un medico. Potrebbero essere gonfie come sintomo di un’infezione o di un’allergia non diagnosticata. Se la causa è nota, è possibile individuare il trattamento più appropriato.

Leggi anche: Occhiaie: cause, sintomi e rimedi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *