Ostriche, proprietà e vantaggi

By | Febbraio 10, 2022
Ostriche

Le ostriche sono sempre state un alimento prezioso e il suo consumo risale ai tempi dei greci e romani. Il mollusco è meglio conosciuto per il suo alto contenuto di zinco che aiuta la vitalità e aumenta la fertilità maschile. Il consumo di ostriche ha benefici sul metabolismo energetico, come risultato di un alto contenuto di vitamina B12 e contribuisce ulteriormente a una migliore immunità, ossa e denti più forti e sani, salute della tiroide e equilibrio ormonale. Anche se non priva di rischi, mangiare le ostriche ha sicuramente i suoi benefici per la salute.

Cosa sono le ostriche? 

Le ostriche sono un tipo di mollusco legato a vongole, cozze e capesante. Esistono diversi tipi di ostriche, comprese le ostriche perlate, specie che producono perle. Le ostriche commestibili sono anche chiamate semplicemente ostriche e rappresentano un prezioso prodotto alimentare. Oltre ad essere un’importante fonte di nutrimento, la specie e i suoi parenti molluschi aiutano a pulire e preservare gli habitat marini filtrando l’acqua e rimuovendo nitrati e altre sostanze chimiche dal loro ambiente, migliorando le concentrazioni di ossigeno, la qualità dell’acqua e favorendo l’equilibrio dell’ecosistema.

Proprietà e benefici dello sgombro

Che aspetto hanno le ostriche?

Le ostriche hanno spesso un guscio di forma più irregolare colorato in grigio, bianco, marrone, verde alga e ambra, pallido o lucente. Le due parti della conchiglia che racchiudono all’interno il commestibile non sono sempre simmetriche. Alcune varietà sono di dimensioni inferiori, come le ostriche Kunamoto o Olympia. Alcune hanno una forma specifica, come le ostriche atlantiche che sono a forma di lacrima. Alcune specie commestibili hanno profonde creste sui loro gusci, spigoli vivi o rientranze appuntite, mentre altre sono lisce.

Che sapore hanno le ostriche? 

Il gusto delle ostriche dipende dalle specie e dalle proprietà dell’acqua in cui ha vissuto. Alcune varietà come l’ostrica Kunamoto hanno un sapore leggermente dolce con delicati sapori di nocciola. Le ostriche europee hanno una consistenza più carnosa con un gusto metallico persistente e possibilmente lievi note di pesce. Le ostriche Olympia hanno un sapore quasi metallico, simile al rame, ma con un leggero retrogusto dolce.

La maggior parte delle ostriche crude ha un sapore salato simile al mare o un retrogusto leggermente dolce, meno salato con note di sapore ruggine, acido, salato o sentori di cetriolo o persino di melone. La consistenza varia da carnosa, croccante, morbida, cremosa, viscida a leggermente elastica. Le ostriche cotte hanno spesso un sapore più intenso e sono più appetibili rispetto a quelle crude perché assorbono i sapori dei cibi con cui vengono cucinate e perdono parte del loro sapore salato e di acqua di mare.

Proprietà e benefici del tonno

Ostriche, proprietà e vantaggi

Come la maggior parte dei cibi, le ostriche fanno bene quando ne mangi in modo moderato e vantano un carico nutrizionale superlativo. Ma contrariamente alla pratica popolare, sono più sicure se consumate completamente cotte. Ecco 6 grandi proprietà e vantaggi delle ostriche:

1. Ricche di vitamina B12. 100 g di ostriche crude contengono tra il 150% e il 400% della RDA di vitamina B12 (da 8,75 microgrammi a 16 mcg/100 g). La vitamina B12 protegge l’integrità delle cellule nervose, migliora la memoria e riduce il rischio di sviluppare malattie degenerative del sistema nervoso come l’Alzheimer e la sclerosi multipla. Inoltre, mangiare cibi ricchi di vitamina B12 come le ostriche aiuta il corpo a sintetizzare gli aminoacidi dalle proteine ​​e ad usarli come cibo per il cervello .

2. Aumentano l’energia e la vitalità. Con un generoso contenuto di vitamina B12, ma anche B1, B2, B3, B6 e B9, le ostriche svolgono un ruolo importante nel metabolismo energetico, aiutando a sintetizzare grassi, proteine ​​e carboidrati e rilasciando energia per il corpo. Mangiare ostriche aumenta la vitalità e migliora i livelli di energia.

3. Importante fonte di zinco e vitamina D. La maggior parte delle ostriche ha tra 17-40 mg di zinco/100 g, che rappresentano un superlativo dal 155% a quasi il 400% della RDA di zinco. Il minerale è vitale per una buona funzione immunitaria e in particolare per aumentare la fertilità maschile. Il contenuto di vitamina D delle ostriche contribuisce ulteriormente a rafforzare il sistema immunitario e aumenta la fertilità femminile, favorendo la gravidanza.

4. Fonte di ferro, selenio, calcio, vitamine A e K. Con un profilo nutrizionale vario e generoso, le ostriche sono un ottimo alimento per una buona salute. I vantaggi sono una migliore salute della tiroide grazie al selenio, livelli elevati di energia dal ferro, una migliore vista grazie alla vitamina A, una guarigione più rapida delle ferite grazie alla vitamina K e una migliore densità ossea dal calcio.

5. Ricche di proteine. 100 g di ostriche contengono circa 5-10 g di proteine ​​di qualità, ricche di tutti gli aminoacidi essenziali. Gli aminoacidi nelle proteine ​​sono necessari per aumentare la massa muscolare e riparare le fibre muscolari danneggiate. Gli aminoacidi aiutano anche a sintetizzare i neurotrasmettitori che modulano l’attività del sistema nervoso e contribuiscono a migliorare l’umore, il buon appetito e un sonno migliore.

6. Basso contenuto di grassi e basso contenuto calorico. Le ostriche crude contengono circa 2 g di grassi e 80 kcal per 100 g, il che le rende un ottimo alimento da incorporare nella tua dieta. I grassi sono necessari per lo sviluppo del cervello nei bambini nel grembo materno, lo sviluppo cognitivo dei bambini e la prevenzione del declino cognitivo precoce negli adulti. I grassi favoriscono anche la salute della pelle e dei capelli, mentre il basso contenuto calorico fa bene a perdere peso.

Proprietà e benefici delle sardine

Le ostriche fanno male?

Ci sono casi in cui le ostriche pongono rischi per la salute dei consumatori: malattia delle ostriche dovuta a batteri e allergia alle ostriche.

1. Allergia alle ostriche. Alcune persone sono allergiche ai crostacei, ma non limitate alle ostriche. L’ingestione può potenzialmente causare shock anafilattico. Si consiglia vivamente di evitare i molluschi in tutte le forme e preparazioni, così come mangiare all’interno o da stabilimenti alimentari in cui i molluschi vengono comunemente serviti a causa dei rischi di contaminazione incrociata. Portare sempre con sé tutti i farmaci essenziali è fondamentale.

2. Malattia delle ostriche. È noto che le ostriche trasportano un batterio gram-negativo chiamato Vibrio vulnificus. Questo batterio provoca gastroenterite acuta con grave diarrea, vomito e mal di stomaco. È probabile che si verifichino sepsi e malattie gravi nelle persone con un sistema immunitario compromesso o in quelle che soffrono di malattie croniche inclusi, a titolo esemplificativo, diabete e cancro o nei bambini con un sistema immunitario sottosviluppato. I batteri si trasmettono mangiando ostriche e altri molluschi crudi o poco cotti o attraverso un’infezione diretta attraverso una ferita aperta (ulcera, graffio, piaga ecc.). Anche il Vibrio parahaemolyticus, un altro batterio gram-negativo presente nelle ostriche, causa la gastroenterite.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.