Melone, proprietà e benefici

By | Maggio 14, 2021
Melone

Il melone cantalupo è uno spuntino rinfrescante in estate e contiene sostanze nutritive che possono giovare alla salute di una persona. Apprezzato da bambini e adulti, il melone può essere un dolce estivo rinfrescante e salutare, mentre il suo alto contenuto di acqua aiuta a prevenire la disidratazione.

Questo tipo di frutta contiene anche una varietà di vitamine, minerali e antiossidanti. I meloni fanno parte della famiglia delle Cucurbitacee, insieme ad angurie e cetrioli.

Benefici

L’acqua, gli antiossidanti, le vitamine e i minerali del melone possono fornire una varietà di benefici per la salute.

Gli antiossidanti, ad esempio, possono aiutare a prevenire il danno cellulare che può portare al cancro e ad altre condizioni di salute.

Durante il metabolismo, il corpo produce molecole instabili chiamate radicali liberi, che possono raccogliersi nel corpo e danneggiare le cellule. Questo danno è noto come stress ossidativo. Gli antiossidanti aiutano a rimuovere i radicali liberi dal corpo e prevenire lo stress ossidativo.

Il cantalupo contiene una gamma di antiossidanti, tra cui :

  • selenio
  • beta carotene
  • vitamina C
  • luteina
  • zeaxantina
  • colina

Vale la pena notare che, mentre i nutrienti negli alimenti sono essenziali per mantenere un corpo sano, le indagini scientifiche sugli effetti di questi nutrienti spesso si occupano di integratori, piuttosto che di fonti alimentari, e i risultati possono essere leggermente diversi.

Degenerazione maculare legata all’età

La luteina e la zeaxantina sono due antiossidanti e pigmenti vegetali simili che conferiscono a frutta e verdura una tonalità dal giallo al rosso.

La combinazione può aiutare a filtrare i dannosi raggi di luce blu. I medici ritengono che svolga un ruolo protettivo nella salute degli occhi e possa aiutare a prevenire i danni da degenerazione maculare senile (AMD).

Inoltre, gli autori di uno studio pubblicato nel 2009 suggeriscono che la combinazione di luteina e zeaxantina, che è presente nel melone, può aiutare a proteggere gli occhi dai danni che portano all’AMD.

Asma

Studi sugli animali hanno suggerito che il consumo di una grande quantità di beta carotene antiossidante, una forma di vitamina A, può aiutare a prevenire lo sviluppo dell’asma più tardi nella vita di una persona.

Il beta carotene si trova nei frutti gialli e arancioni, come il melone. Una tazza – o 177 grammi (g) – di palline di melone contiene 3.580 microgrammi (mcg) di beta carotene.

Gli esperti raccomandano un’assunzione giornaliera di beta carotene di 18.000 mc g al giorno per i maschi di età pari o superiore a 14 anni e di 14.000 per le femmine della stessa fascia di età.

La vitamina C è una vitamina essenziale e antiossidante che può proteggere dall’asma. Alcuni esperti hanno suggerito di utilizzare integratori di vitamina C per trattare l’asma.

Una tazza di palline di melone fornisce 65 mg di vitamina C. Le attuali linee guida raccomandano che le femmine adulte consumino 65-75 mg di vitamina C al giorno e che i maschi adulti ne consumino 75-90 mg.

Inoltre, le persone con asma che hanno ricevuto la colina – un altro antiossidante nel melone – come trattamento hanno sperimentato una riduzione dei livelli di infiammazione, secondo uno studio del 2010.

La maggior parte degli studi si concentra sugli integratori antiossidanti, tuttavia, che forniscono dosi molto più elevate rispetto alle fonti alimentari di nutrienti.

Pressione sanguigna

La fibra, il potassio, la vitamina C e la colina nel melone supportano la salute del cuore.

Il consumo di cibi ricchi di potassio può aiutare a ridurre la pressione sanguigna. L’ American Heart Association (AHA) raccomanda che un adulto medio consumi 4.700 mg di potassio al giorno per mantenere sano il sistema cardiovascolare.

Una tazza di melone fornisce circa 473 mg di potassio, ovvero il 10% della dose giornaliera raccomandata di una persona.

Informati su altri alimenti che possono aiutare a ridurre la pressione sanguigna.

Cancro

Il beta carotene, il tocoferolo e altri antiossidanti nel melone possono aiutare a prevenire il danno cellulare causato dallo stress ossidativo.

Ci sono prove che l’assunzione di integratori contenenti questi e altri antiossidanti può ridurre il rischio di cancro ai polmoni, alla prostata e ad altri tipi di cancro.

La fibra alimentare sembra anche offrire protezione dal cancro del colon-retto. Una tazza di melone contiene 1,6 g di fibre.

Digestione

Il melone ha un alto contenuto di acqua e fornisce fibre. Fibra e acqua possono aiutare a prevenire la stitichezza, promuovendo la regolarità e un tratto digestivo sano.

Idratazione

Con il suo alto contenuto di acqua ed elettroliti, il melone è una buona scelta per aumentare l’idratazione durante i caldi mesi estivi o dopo un allenamento.

Una tazza di palline di melone da 177 grammi contiene 160 g di acqua.

Esempi di elettroliti nel melone includono sodio, potassio, calcio e magnesio .

Pelle e capelli

La vitamina A contribuisce alla crescita e al mantenimento di tutti i tessuti del corpo, compresi quelli della pelle e dei capelli.

La vitamina C consente al corpo di produrre collagene, che fornisce struttura a cellule, pelle e capelli.

Uno studio del 2019 ha rilevato che una serie di minerali e vitamine può svolgere un ruolo nella promozione della crescita dei capelli e nella prevenzione della caduta dei capelli .

Molti sono presenti in varie quantità nel melone, come ad esempio:

  • vitamine A, C ed E
  • Vitamine del gruppo B.
  • folato
  • ferro
  • selenio
  • zinco

Il melone contribuisce anche all’idratazione generale. Gli studi suggeriscono che il consumo di acqua aggiuntiva può aiutare a mantenere la pelle elastica, sebbene siano necessarie ulteriori prove per confermarlo.

La tabella seguente mostra alcuni dei nutrienti chiave nel melone. Mostra anche la quantità di ogni nutriente di cui una persona ha bisogno ogni giorno, a seconda dell’età e del sesso.

Nutriente Quantità in 1 tazza (177 g) Fabbisogno giornaliero per adulti
Energia ( calorie ) 60.2 1.600–3.000
Carboidrati (g) 14,4, di cui 13,9 g di zucchero 130
Fibra (g) 1.6 22.4–33.6
Calcio (mg) 15.9 1.000–1.300
Ferro (mg) 0.4 8–18
Magnesio (mg) 21.2 310–420
Fosforo (mg) 26.6 700–1.250
Potassio (mg) 473 4.700
Sodio (mg) 28.3 2.300
Selenio (mcg) 0.7 55
Fluoro (mcg) 1.8 Nessun dato
Vitamina C (mg) 65 65–90
Beta carotene (mcg) 3.240 Nessun dato
Vitamina A (mcg RAE) 270 700–900
Folato (mcg DFE) 37.2 400
Luteina + zeaxantina (mcg) 46 Nessun dato
Tocoferolo, gamma (mg) 0.2 Nessun dato
Vitamina K (mcg) 4.4 75–120

Dieta

Quando scegli un melone, cercane uno che sia pesante e simmetrico, senza punti deboli o lividi.

La polpa dei meloni di stagione sarà brillante, dolce e succosa. Fuori stagione, può essere e insipido.

Ecco alcuni suggerimenti per preparare e servire il melone:

  • Taglialo a cubetti o affettalo e mangialo fresco.
  • Prepara un’insalata di frutta tropicale con pezzi di melone fresco, papaia, ananas e mango.
  • Affetta il melone molto sottilmente e aggiungilo alla limonata, al tè freddo o all’acqua.
  • Prepara una salsa fresca combinando papaya, mango, jalapeño, melone, peperoni rossi e peperoni chipotle.
  • Prepara un frullato combinando il melone con succo d’ananas, fragole congelate e yogurt greco non zuccherato.
  • Prepara degli spiedini di frutta con melone, melone e fragole e servili con una salsa allo yogurt.

Rischi

Alcune persone dovrebbero fare attenzione quando consumano melone.

Contenuto di zucchero

Le persone con diabete di tipo 2 o altre condizioni che richiedono una dieta a basso contenuto di zuccheri dovrebbero usare cautela nel determinare la giusta dimensione della porzione di melone.

Contaminazione

Se il melone viene a contatto con i batteri, attraverso l’irrigazione o altri mezzi, la pelle esterna potrebbe non essere pulita.

Lavare e strofinare l’esterno prima di tagliarlo nel melone può ridurre il rischio che batteri nocivi, come la Salmonella, entrino nella polpa del frutto.

Potassio

Il melone fornisce circa il 10% del fabbisogno di potassio di una persona.

I beta-bloccanti, un tipo di farmaco che i medici prescrivono spesso per le malattie cardiache, possono causare un aumento dei livelli di potassio. Le persone che usano beta-bloccanti dovrebbero consumare il melone con moderazione, poiché alti livelli di potassio possono causare danni ai reni.

Inoltre, chiunque abbia un problema ai reni dovrebbe consultare il proprio medico prima di aumentare l’assunzione di un alimento ad alto contenuto di potassio come il melone.

Avviso:

Il materiale in questo sito ha lo scopo di essere di uso informativo generale e non intende costituire un consiglio medico, una diagnosi probabile o trattamenti raccomandati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *