Melanzana, proprietà e benefici

By | Maggio 14, 2021
Melanzana
La melanzana lucida, viola, a forma di lacrima potrebbe essere l’unica che conosci, ma questo versatile ortaggio è disponibile in una varietà di colori e forme. Scava un po’ più a fondo nel tuo mercato degli agricoltori locali e probabilmente troverai melanzane ovali, lunghe e sottili, a forma di melone con pelle bianca, verde, rosa, arancione e persino a strisce.

Quando ne tagli una aperto, troverai una polpa bianca carnosa, magari con un pizzico di verde o giallo, punteggiata da piccoli grappoli di semi beige. Se l’interno è marrone, la melanzana potrebbe essere andata a male.

La melanzana è una verdura di belladonna, come patate, pomodori e peperoni. Originaria dell’India e dell’Asia, dove cresce ancora allo stato selvatico. Le melanzane si fecero strada in Europa con l’impero islamico nel VII e VIII secolo.

Gli storici ritengono che gli inglesi abbiano coniato il termine melanzane durante la loro occupazione dell’India. La melanzana ha un interno ricco e carnoso che assume una consistenza cremosa quando la cucini. La consistenza sostanziosa lo rende un buon sostituto della carne.

Nutrienti per porzione

Una porzione da 3,5 once (100 grammi) di melanzane ha:

  • Calorie: 25
  • Proteine: 1 grammo
  • Grassi: 0,2 grammi
  • Carboidrati: 6 grammi
  • Fibra: 3 grammi

Una porzione contiene anche vitamine come:

  • Folato: 22 microgrammi
  • Vitamina A: 23 UI
  • Vitamina C: 2,2 milligrammi
  • Vitamina K: 3,5 microgrammi

Otterrai questi minerali in una porzione:

  • Calcio: 9 milligrammi
  • Ferro: 0,23 milligrammi
  • Magnesio: 14 milligrammi
  • Fosforo: 24 milligrammi
  • Potassio: 229 milligrammi

I benefici delle melenzane

La melanzana è un ingrediente della medicina tradizionale da migliaia di anni. Nell’antico sistema indiano di medicina ayurvedica, i professionisti usavano la melanzana bianca per curare il diabete e le radici per alleviare l’asma.

Sebbene le melanzane non siano l’ortaggio più nutriente, ti danno una discreta scorta di potassio e fibre. E con solo 25 calorie e meno di 1 grammo di grassi per porzione, è un alimento abbastanza privo di sensi di colpa, a patto che non lo si immerga nell’olio.

La melanzana contiene antiossidanti come le vitamine A e C, che aiutano a proteggere le cellule dai danni. È anche ricco di sostanze chimiche vegetali naturali chiamate polifenoli, che possono aiutare le cellule a lavorare meglio nello zucchero se si soffre di diabete.

I primi studi di laboratorio sulle cellule suggeriscono che la melanzana protegge dal tipo di danno al DNA che porta al cancro. Ma i ricercatori devono ancora confermare questo vantaggio negli esseri umani.

Ci sono rischi?

Melanzane e altre verdure della belladonna contengono la solanina chimica, che alcune persone sostengono aggiunga all’infiammazione e aggravi malattie come l’artrite. Non ci sono prove concrete che la piccola quantità di solanina nelle melanzane peggiori i sintomi dell’artrite . Ma se noti che il tuo dolore alle articolazioni divampa dopo aver mangiato melanzane, evitalo.

Raramente, le persone sono allergiche alle melanzane. I sintomi di una reazione allergica includono eruzione cutanea, gonfiore del viso, prurito, orticaria e voce rauca.

Come preparare e conservare le melanzane

Prima di cuocere le melanzane, lavale e taglia entrambe le estremità. La pelle è buona da mangiare, ma potresti rimuoverla se la trovi troppo gommosa.

La melanzana è naturalmente un po’ amara. Cospargete di sale e lasciate riposare per 30 minuti. Il sale attirerà un po’ di amarezza. Inoltre eviterà che le melanzane assorbano troppo olio e diventino unte durante la cottura. Risciacquare il sale prima di cuocerlo.

Puoi arrostire, cuocere al forno, cuocere a vapore o soffriggere le melanzane. Quando tagliata, è una buona aggiunta a curry e zuppe. E, naturalmente, una ricetta preferita è la parmigiana di melanzane, ma tieni presente che rotolare le melanzane nel pangrattato e friggerle nell’olio aggiungerà calorie e grassi. Per ottenere una versione più leggera, cuocere le melanzane invece di friggerle.

Per cuocere una melanzana intera, bucare prima la pelle con una forchetta come faresti con una patata al forno. Dopo circa 30 minuti in forno, puoi estrarre l’interno e farcire le melanzane o schiacciare la polpa in una zuppa, uno stufato o una salsa.

Non tagliare una melanzana finché non sei pronto per cucinarla. Queste verdure vanno a male rapidamente. Invece, mettila in frigorifero, dove puoi conservarle tranquillamente per un massimo di una settimana.

Avviso:

Il materiale in questo sito ha lo scopo di essere di uso informativo generale e non intende costituire un consiglio medico, una diagnosi probabile o trattamenti raccomandati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *