Frutta e verdura che contengono molta vitamina C

By | Maggio 14, 2021
Frutta e verdura che contengono molta vitamina C

Contrariamente a quanto si crede comunemente, l’arancia non è l’alimento che ha la più alta quantità di vitamina C. Ce ne sono molti altri che la superano, e di gran lunga! Il termine vitamina C è qualcosa che inizi a sentire sin dalla tenera età. Soprattutto perché quando nostra madre o i nostri genitori ci preparano il succo d’arancia per la colazione o per uno spuntino, si affrettano subito a sottolineare che è pieno di vitamina C.

A quella età pensiamo alla vitamina C un pò come il nostro super eroe preferito. Quindi, prima di iniziare a spiegare quali sono gli alimenti che contengono più vitamine di questa classe, è meglio spiegare attentamente in cosa consiste.

Cos’è la vitamina C?

Conosciuta anche come vitamina atiscorbutica o acido ascorbico, la vitamina C è una vitamina che può essere sciolta in acqua (idrosolubile) di cui ogni essere umano ha bisogno per il suo corretto sviluppo e crescita. Ma oltre a questa qualità di base, questo tipo di vitamina è utile anche per azioni di un altro tipo come:

  • Tessuti riparatori: grazie alla formazione di collagene (tessuto cicatriziale) è perfetto per curare ferite o per riparare deterioramenti di ossa o denti.
  • Prevenire il cancro, le malattie cardiache o l’artrite: grazie alla sua funzione antiossidante, le molecole di vitamina C riducono il più possibile i danni causati dalla decomposizione del cibo o dalla ricezione di radiazioni e fumo di tabacco.
  • Aiutano a curare il raffreddore.

A cosa serve la vitamina C?

La vitamina C è necessaria per la crescita e la riparazione dei tessuti in tutte le parti del corpo. Serve per:

  • Forma un’importante proteina utilizzata per creare pelle, tendini, legamenti e vasi sanguigni
  • Guarisce le ferite e forma tessuto cicatriziale
  • Ripara e mantiene la cartilagine, le ossa e i denti
  • Aiuta l’assorbimento del ferro

La vitamina C è uno dei tanti antiossidanti. Gli antiossidanti sono nutrienti che bloccano alcuni dei danni causati dai radicali liberi.

  • I radicali liberi vengono prodotti quando il tuo corpo scompone il cibo o quando sei esposto al fumo di tabacco o alle radiazioni.
  • L’accumulo di radicali liberi nel tempo è in gran parte responsabile del processo di invecchiamento.
  • I radicali liberi possono svolgere un ruolo nel cancro, nelle malattie cardiache e in condizioni come l’artrite.

Il corpo non è in grado di produrre da solo la vitamina C. Non immagazzina vitamina C. È quindi importante includere molti alimenti contenenti vitamina C nella dieta quotidiana.

Per molti anni, la vitamina C è stata un popolare rimedio casalingo per il comune raffreddore.

  • La ricerca mostra che per la maggior parte delle persone, gli integratori di vitamina C o gli alimenti ricchi di vitamina C non riducono il rischio di contrarre il comune raffreddore.
  • Tuttavia, le persone che assumono regolarmente integratori di vitamina C potrebbero avere raffreddori leggermente più brevi o sintomi un po’ più lievi.
  • L’assunzione di un integratore di vitamina C dopo un inizio di raffreddore non sembra essere utile.

Alimenti con più vitamina C dell’arancia

L’arancia è l’alimento per eccellenza che tutti associano alla vitamina C e si dice addirittura che sia quello con la maggior quantità. Un’idea che, d’ora in poi, verrà contrassegnata come sbagliata. È possibile che questo sia successo perché questo frutto è molto apprezzato e di consumo popolare, essendo vero che è facilmente accessibile e che, inoltre, grazie al suo sapore e alla facilità di estrazione del succo, lo hanno reso un prodotto di punta.

Ma a dire il vero, l’arancia contiene 200 milligrammi di vitamina C per ogni 100 grammi di questo frutto. Una cifra non trascurabile che supera di gran lunga quella di cui ogni essere umano ha bisogno quotidianamente per un corretto sviluppo e crescita, che è di circa 80 mg se riferita ad un comune adulto.

Basterebbe, quindi, consumare solo 40 grammi di arancia al giorno per ottenere la vitamina quotidiana necessaria.

Ma nonostante il fabbisogno giornaliero di vitamina C sia più che coperto da un pezzo di arancia, ci sono molti altri alimenti che superano questa cifra di 200 mg di vitamina per 100 grammi. Di seguito troverete tutte le verdure e tutti i frutti che contengono una cifra maggiore di vitamina C.

Verdure con vitamina C

  • Pepe del Cile: tradizionalmente noto come peperoncino, questo peperoncino di origine messicana contiene 242,5 mg di vitamina C per 100 grammi di questo ortaggio.
  • Peperoni gialli e verdi: appartenente alla famiglia dei peperoni, dei quattro esistenti (rosso, giallo, verde e macchie), il giallo è quello che contiene la maggior quantità di vitamina con 183,5 mg per 100 g; e seguita da vicino da peperoni verdi con 127,7 mg per 100 g. Sebbene non superino i 200 mg dell’arancia, la cifra supera di gran lunga quella necessaria quotidianamente da una persona.
  • Cavolo verde: noto anche come “cavolo nero”, questo ortaggio contiene 120 mg di vitamina per 100 grammi. Ma non solo, ha anche la vitamina K, B6 e A, oltre a calcio, manganese, beta-carotene e fibre.
  • Broccoli: con 89,2 mg per 100 g, i benefici di questo alimento sono quasi innumerevoli. Previene il cancro, protegge il cuore, disintossica il corpo, protegge le ossa … e un lungo eccetera.
  • Spinaci, cavoli, cime di rapa e altre verdure a foglia verde
  • Patate dolci e bianche
  • Pomodori e succo di pomodoro
  • Zucca invernale

Frutta con vitamina C

Ma non solo nel campo degli ortaggi dove viene superato l’alto livello di vitamina C che l’arancia possiede. Anche nella frutta stessa troverai cibi che forniscono molto di più per ogni 100 grammi di prodotto. E, non solo, le cifre sottostanti non solo sono superiori a 200, ma sono anche 10 volte di più.

  • Murunga: dall’albero omonimo, questo frutto, lungo appena 2 centimetri e 1 cm di diametro, detiene il titolo di frutto con la più alta quantità di vitamina C al mondo con 3.150 mg per 100 grammi di frutto.
  • Camu camu: da un piccolo cespuglio originario dell’Amazzonia, questo piccolo frutto contiene 2800 mg per 100 grammi. Recentemente sono stati scoperti diversi esemplari con quantità comprese tra 3000 e 6000, senza dubbio cifre estremamente elevate. Certo, per ora sono solo casi specifici.
  • Rosa canina : curiosamente, questo piccolo frutto proviene dal cespuglio di rose selvatiche ed è colorato, ovviamente, di rosso. Questo contiene circa 2000 mg per 100 grammi di frutta. In questo caso specifico, date le sue dimensioni, sarebbero necessarie diverse per raggiungere queste le citate.
  • Acerola: anche questo piccolo frutto (tra 1 e 2 cm di diametro e 20 grammi di peso) contiene 1600 milligrammi per 100 grammi. È anche ricco di vitamina B6, B1, flavonoidi Am e minerali essenziali come ferro, calcio, potassio o magnesio.
  • Guava: e già parlando in quantità molto inferiori ma sempre al di sopra dell’arancia di questo frutto sempre più conosciuto. In questo caso si ottengono 300 mg ogni 100 grammi di frutta.
  • Cantalupo
  • Kiwi
  • Mango
  • Papaia
  • Ananas
  • Fragole, lamponi, mirtilli e mirtilli rossi
  • Anguria

Alcuni cereali e altri cibi e bevande sono arricchiti con vitamina C. Arricchito significa che al cibo è stata aggiunta una vitamina o un minerale. Controlla le etichette del prodotto per vedere quanta vitamina C è nel prodotto.

Cucinare cibi ricchi di vitamina C o conservarli per un lungo periodo di tempo può ridurre il contenuto di vitamina C. Cuocere al microonde e cuocere a vapore cibi ricchi di vitamina C può ridurre le perdite durante la cottura. Le migliori fonti alimentari di vitamina C sono frutta e verdura crude. L’esposizione alla luce può anche ridurre il contenuto di vitamina C.

Come si può vedere, nonostante l’arancia copra i bisogni primari dell’essere umano in termini di vitamina C, le modalità per ottenerla sono molteplici, varie e, soprattutto, anche molto ricche e gustose.

Avviso:

Il materiale in questo sito ha lo scopo di essere di uso informativo generale e non intende costituire un consiglio medico, una diagnosi probabile o trattamenti raccomandati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *