Frutta con poco zucchero, tabella e calorie

By | Maggio 14, 2021
Frutta con poco zucchero

Quanto zucchero c’è nella frutta? Se temi che lo zucchero nella frutta rovini la tua dieta, qui sotto trovi un elenco di frutti che contengono meno zucchero, rimarrai sorpreso!

È noto a tutti che il consumo di frutta è altamente consigliato, se non essenziale, nella dieta, insieme alle verdure. I frutti sono alimenti composti principalmente da acqua e carboidrati e forniscono anche una grande quantità di fibre e vitamine.

Sono, quindi, molto benefici per la salute, essendo il loro consumo consigliato, secondo l’OMS, di 3 o 4 pezzi al giorno.

Lo zucchero della frutta è nostro alleato o nemico?

Nonostante gli innumerevoli benefici che apporta al nostro organismo, dobbiamo sapere che la frutta stessa contiene molti zuccheri, in modo del tutto naturale: glucosio, fruttosio e saccarosio, tutti zuccheri facilmente digeribili e di rapido assorbimento.

Questo è il motivo per cui il consumo di frutta deve essere controllato e moderato, soprattutto tra le persone che soffrono di diabete o sono in sovrappeso, poiché un’assunzione massiccia o eccessiva di questi alimenti può essere disastrosa per il risultato desiderato.

Pertanto, senza smettere affatto di consumarlo, è bene interessarsi alla quantità e all’ora del giorno in cui si mangia frutta. Inoltre, non tutta la frutta contiene la stessa quantità di zucchero, che può essere presa in considerazione quando si programma il suo consumo in una dieta equilibrata.

Tipi di frutta con poco zucchero

Per conoscere la quantità di zucchero presente nel cibo, dobbiamo prestare attenzione all’indice glicemico (IG), che ci mostrerà la quantità di questo dolce che hanno 100 grammi di cibo. Qui ti mostriamo quali frutti contengono pochi zuccheri.

La frutta con meno calorie

Quali sono i frutti con poco zucchero?

1. Avocado

Questo superfood così di moda ultimamente contiene solo 0,70 grammi di zucchero per 100 di prodotto. È un alimento a base di carne verde e burroso molto completo e sano, sebbene sia altamente calorico e dovrebbe essere consumato con moderazione.

È ricco di vitamina E, ha proprietà antiossidanti, oltre a B3, B5 e C. Il suo contenuto di omega 3 ci permette di controllare il nostro sistema cardiovascolare. È ricco di grassi monoinsaturi, cioè grassi sani, che ci aiutano a prevenire l’accumulo di grassi nocivi.

Il suo contenuto di magnesio favorisce il corretto funzionamento dei sistemi nervoso, muscolare e dell’intestino tenue. Contiene molto più potassio delle banane, che favorisce la funzione muscolare e nervosa, oltre a prevenire la ritenzione di liquidi.

Inoltre è molto ricco di fibre, motivo per cui regola i livelli di zucchero nel sangue, importante per la prevenzione del diabete e per le persone in sovrappeso, in quanto è un alimento molto saziante.

2. Limone

Questo agrume è anche in cima alla lista dei “cibi miracolosi”. Contiene 2,5 grammi di zucchero per 100 di prodotto e le sue proprietà sono praticamente infinite. È un frutto molto ricco principalmente di vitamina C e contiene anche, tra gli altri minerali, calcio, ferro, magnesio o sodio.

Il limone è un disinfettante, ci aiuta ad eliminare le tossine, risveglia l’appetito e migliora la digestione, e il suo consumo è consigliato anche nelle diete dimagranti.

Oltre al fatto che possiamo usarlo come condimento di salse o insalate, è molto benefico per il nostro corpo bere un bicchiere di acqua tiepida con limone a stomaco vuoto per iniziare la giornata.

3. Mirtillo

Questo frutto contiene 4,04 grammi di zucchero per 100. Il tipo di zuccheri che contengono li rende adatti alle persone con diabete, in particolare a coloro che non sono insulino dipendenti, cioè coloro che hanno sviluppato la malattia da adulti. Sono anche alimenti con pochissime calorie e contengono molti componenti diuretici, consigliati a chi segue diete dimagranti.

Aiutano inoltre a combattere la ritenzione di liquidi, e sono altamente sazianti, poiché gli zuccheri in essi contenuti vengono assorbiti gradualmente, contribuendo così ad alleviare la fame.

Questo frutto va consumato velocemente, poiché si deteriora facilmente, e l’ideale è consumarlo da solo, come spuntino, poiché se prepariamo marmellate, composte o succhi, li mescoleremo con altri cibi zuccherini e ne ridurrà l’efficacia.

Frutta e verdura che contengono molta vitamina C

4. Lampone

Il lampone è un altro frutto rosso ipocalorico con poca quantità di zucchero, solo 4,42 grammi per 100. Il suo sapore tende ad accontentare tutti e le sue proprietà sono molto benefiche.

Sono ricchi di vitamina C, potassio, magnesio e calcio e forniscono molte fibre, rendendoli perfetti per combattere la stitichezza o altri problemi legati al transito intestinale.

Inoltre, come i mirtilli, è ricco di antiossidanti, che hanno proprietà antietà. Se l’obiettivo è dimagrire, si usa solitamente l’ acetone di lampone, un suo estratto che ha un effetto più pronunciato.

5. Fragola

Con un indice glicemico molto simile al lampone, 4,89 grammi di zucchero ogni 100, la fragola è un altro dei frutti essenziali nella nostra dieta. Sono molto ricchi di vitamina C (ne contengono tante quanto le arance ) e hanno iodio, ferro, fosforo e potassio.

Le fragole hanno proprietà diuretiche e antireumatiche, essendo particolarmente indicate per porre fine alla ritenzione di liquidi e curare malattie come la gotta, l’obesità e l’ artrite.

È un frutto altamente purificante, quindi aiuterà a purificare il corpo. Contiene anche antiossidanti ed è usato per combattere il colesterolo nel sangue. Idrata, appaga ed è molto nutriente, carente anche di calorie in eccesso. Inoltre, ha proprietà antinfiammatorie, quindi il suo consumo non può fornirci maggiori benefici.

6. Anguria

L’anguria contiene 6,20 grammi di zucchero per 100 grammi. È un frutto molto potente: saziante e altamente idratante, poiché è composto per il 91% da acqua. Anche le sue calorie, in questo modo, sono basse, fornendoci essenzialmente fibre e antiossidanti.

L’anguria è molto ricca di vitamine, principalmente vitamine A e C, sebbene contenga anche molte del gruppo B, in particolare B6, che aiuta a trattare il nervosismo, i problemi di sonno o la debolezza muscolare.

Indubbiamente spicca la sua elevata quantità di acqua, che ti permette di dissetare, combattere la disidratazione e rafforzare le tue difese. Inoltre, per effetto del sole, il suo consumo permette di preservare la pelle in buone condizioni, così come i capelli.

Il suo contenuto zuccherino non molto elevato lo rende adatto ai diabetici, purché consumato in modo naturale, senza zuccheri aggiunti e in modo moderato.

7. Pompelmo

Questo frutto appartenente alla famiglia degli agrumi contiene 7 grammi di zucchero per 100. Di solito non è molto utilizzato, forse per il suo caratteristico sapore amaro, ma ha proprietà immense che lo rendono un perfetto alleato se vogliamo consumare frutta senza ingerirne grandi quantità di zucchero.

Il pompelmo è ricco di vitamina C e A, ha pochissime calorie ed è anche ricco di acido folico, che è coinvolto nella produzione dei globuli rossi e bianchi. Contiene anche potassio e molti antiossidanti, e il suo consumo è altamente raccomandato dall’OMS insieme al resto degli agrumi, poiché aumentano le difese e prevengono le malattie cardiovascolari. Estrarne il succo o aggiungerlo direttamente a un’insalata è un modo semplice per consumarlo.

Frutta da mangiare e da evitare durante la gravidanza

8. Melone

L’ultimo dei frutti che citeremo e che ha poco zucchero è il melone, con 7,86 grammi per 100 di cibo. Questo frutto di grandi dimensioni è molto povero di calorie, come l’ anguria, e fornisce principalmente vitamine A (è il frutto che contiene di più) e C, oltre a minerali come potassio, calcio, cloro o magnesio.

Il melone migliora la vista e viene utilizzato per controllare la frequenza cardiaca e la pressione sanguigna, prevenendo così le malattie cardiache.

Aiuta anche il corpo a combattere infezioni, virtù e batteri e la sua versatilità culinaria è enorme. Sono tante le ricette che si possono preparare con il melone, sia dolci che salate, ad esempio la zuppa fredda di melone. Oltre a mangiarlo da solo, è uno dei frutti che meglio si abbina ai cibi salati, come il prosciutto, porzione molto conosciuto.

Insomma, abbiamo visto che evitare il consumo di zucchero non deve impedirci di mangiare frutta, sempre in modo equilibrato. Alcuni degli svantaggi degli alimenti che abbiamo visto è che non sono sempre a nostra disposizione, come fragole, melone o anguria, tipici di alcune stagioni dell’anno.

Per questo motivo è interessante che consumiamo frutta di stagione e ne approfittiamo quando è il loro momento. Altri, come il limone, il pompelmo o i frutti rossi, di solito possono essere consumati sempre, quindi è conveniente tenerli a mente.

Se stiamo cercando di dimagrire, ricorda che è meglio consumare la frutta da sola, e in nessun caso aggiungere zucchero, panna o altri alimenti trasformati. Devi anche controllare i frullati, poiché sembrano un’opzione salutare ma a volte ingannano ; è meglio aggiungere anche le verdure.

Per quanto riguarda i succhi, sono una buona opzione per le persone che hanno difficoltà a mangiare la frutta, ma bisogna tenere conto che con loro si perde quasi tutta la fibra, lasciando solo lo zucchero.

Tabella zuccheri nella frutta

Quanto zucchero c’è nella frutta e frutta secca? Tabella dei zuccheri presenti in 100 grammi di frutta.

Prodotto Per porzione zucchero Energia
Fragole 1 porzione (= 100 g) 5,1 g 29 kcal
Albicocche essiccate 1 pezzo (= 9 g) 5 g 26 kcal
Albicocche, fresche 1 pezzo (= 20 g) 1,6 g 9 kcal
Ananas 1 porzione (= 100 g) 11,6 g 57 kcal
Mela 1 pezzo (= 135 g) 14 g 81 kcal
Banana 1 media (= 130 g) 20,1 g 124 kcal
Mirtilli 1 porzione (= 100 g) 10 g 52 kcal
Uva rossa 1 porzione (= 100 g) 16,8 g 75 kcal
Mirtilli rossi essiccati 1 porzione (= 100 g) 64,6 g 335 kcal
Mirtilli rossi, freschi 1 porzione (= 100 g) 3,4 g 24 kcal
Datteri, essiccati, canditi 1 pezzo (= 6 g) 4,2 g 19 kcal
Datteri, freschi 1 pezzo (= 6 g) 1,9 g 8 kcal
Lamponi 1 porzione (= 100 g) 4,5 g 35 kcal
Pompelmo 1 pezzo (= 150 g) 10 g 28 kcal
Cachi 1 pezzo (= 150 g) 27,9 g 116 kcal
Ciliegie 1 porzione (= 100 g) 11,5 g 54 kcal
kiwi 1 pezzo (= 75 g) 7,7 g 51 kcal
Mandarino cinese 1 pezzo (= 10 g) 0,9 g 5 kcal
Lici 1 pezzo (= 10 g) 1,6 g 7 kcal
Mandarino 1 pezzo (= 55 g) 4,5 g 25 kcal
Mango 1 porzione (= 100 g) 13,9 g 66 kcal
Nettarina 1 pezzo (= 90 g) 5,9 g 32 kcal
Papaia 1 pezzo (= 100 g) 7,8 g 39 kcal
Frutto della passione 1 pezzo (= 15 g) 0,9 g 8 kcal
Pera (con buccia) 1 pezzo (= 150 g) 14,2 g 82 kcal
Pesca 1 pezzo (= 110 g) 8,7 g 45 kcal
Prugna, essiccata 1 pezzo (= 8 g) 3,6 g 20 kcal
Prugna, fresca 1 pezzo (= 40g) 2,9 g 18 kcal
Uvetta essiccata 1 mano (= 35 g) 25,5 g 127 kcal
Arancia 1 pezzo (= 120 g) 9,2 g 61 kcal
Fichi essiccati 1 pezzo (= 20 g) 9.6 g 52 kcal
Fichi, freschi 1 pezzo (= 50 g) 9,5 g 42 kcal
Anguria 1 porzione (= 100 g) 8 g 36 kcal
Uva bianca 1 porzione (= 100 g) 15,6 g 76 kcal
Avviso:

Il materiale in questo sito ha lo scopo di essere di uso informativo generale e non intende costituire un consiglio medico, una diagnosi probabile o trattamenti raccomandati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *