Frutta con meno carboidrati

By | Ottobre 15, 2021
Frutta con meno carboidrati

Il consumo regolare di frutta ha un effetto positivo sulla salute. L’ideale, infatti, è mangiarne dai 3 ai 5 pezzi al giorno. C’è chi si chiede se esiste la frutta con meno carboidrati. A questo proposito ci sono molti dubbi, soprattutto quando l’obiettivo è perdere peso. Ebbene, prima di tutto va ricordato che questi alimenti sono fondamentali per qualsiasi tipo di dieta o piano di alimentazione.

Come affermato in una pubblicazione sulla rivista medica Advances in Nutrition, il consumo quotidiano di frutta è associato alla prevenzione delle malattie, in particolare di quelle associate a processi infiammatori come l’obesità e il diabete. Questo viene è attribuito al suo elevato apporto di micronutrienti, come vitamine, minerali e antiossidanti. Le persone con diabete possono mangiare l’anguria?

Per quanto riguarda il suo contenuto di carboidrati, bisogna considerare che questo dipende in gran parte dal tipo di frutto, oltre che dal suo grado di maturità. Sebbene questo macronutriente fornisca energia, molti cercano di limitarne l’assunzione per perdere peso più facilmente.

Tipi di carboidrati e fonti

Prima di tutto, dovrebbe essere chiaro che i carboidrati da soli non hanno la capacità di farci ingrassare. Inoltre i carboidrati non sono dannosi per la salute. Al contrario, sono nutrienti essenziali – composti da carbonio, ossigeno e idrogeno – che forniscono energia e svolgono funzioni specifiche nel nostro corpo. Ora, va tenuto presente che esistono diversi tipi di carboidrati e che le loro fonti sono diverse. Vediamo le 3 principali.

Zuccheri

Da un lato ci sono gli zuccheri o “carboidrati semplici“, che sono la forma più elementare che esista (il più noto è il glucosio). Se si aggregano, possono formare un carboidrato “complesso”. Si caratterizzano per avere un sapore dolce e perché possono essere assorbiti rapidamente nell’intestino. Di conseguenza, provocano un aumento dell’insulina nel sangue. All’interno degli alimenti che contengono zuccheri semplici ci sono il miele, lo zucchero da tavola e la frutta, sebbene siano inclusi anche lo zucchero del latte, le bibite, i dolci e lo zucchero lavorato che vengono prodotti nelle industrie. Per quanto riguarda tutti questi alimenti, si dice che abbiano un alto indice glicemico. Cioè, generano un rapido aumento della glicemia, che è associato alla sua capacità di assorbimento.

Amidi

Detti anche carboidrati complessi, sono costituiti dall’unione di più molecole di zucchero. In natura predominano quelli di questo tipo, poiché questo è il modo in cui le piante mantengono le loro riserve. Pertanto, i tuberi come patate, patate dolci e manioca ne sono un chiaro esempio. Ci sono anche amidi nei legumi, cereali integrali, mais, tra gli altri. Nello specifico, questi carboidrati sono benefici per la salute, poiché hanno un basso indice glicemico, cioè vengono assorbiti lentamente e non producono alterazioni dei livelli di glucosio nel sangue.

Fibra

La fibra alimentare è un carboidrato complesso. È un gruppo di sostanze che possono essere descritte come carboidrati non digeribili dal tratto gastrointestinale. Sono presenti in verdure, frutta, cereali, fagioli, noci e semi. L’Organizzazione Mondiale della Sanità raccomanda un’assunzione giornaliera di 400 grammi di frutta e verdura perché sono una fonte di fibre e questo componente è associato a diversi benefici per la salute. In particolare, la fibra può aiutare in quanto segue:

  • Prevenire i problemi intestinali, come la stitichezza.
  • Diminuire l’assorbimento intestinale del colesterolo.
  • Regola i livelli di glucosio nel sangue dopo ogni pasto.

Frutta con meno carboidrati

Come accennato, tutti i frutti hanno carboidrati. Tuttavia, alcuni hanno un maggiore apporto di fibre e acqua, il che significa che avranno un contenuto di zucchero inferiore. Vediamo di seguito 8 tipi di frutta che contiene meno carboidrati.

1. Mirtilli

Questo frutto, oltre ad avere meno carboidrati di altri, è considerato un integratore utile per ridurre il rischio di malattie. Questo perché è ricco di fibre alimentari, vitamina C, vitamina K e flavonoidi. Per tutto questo, aiuta a proteggere il corpo dai danni al DNA, una delle cause associate all’invecchiamento e al cancro. Riguardo a questo problema, varie pubblicazioni scientifiche hanno suggerito che, se consumato regolarmente, può aiutare quanto segue:

  • Prevenire le infezioni del tratto urinario.
  • Prevenire le malattie del cervello.
  • Ridurre la pressione sanguigna.
  • Livelli di zucchero nel sangue più bassi.

I mirtilli sono a basso contenuto calorico e concentrano fibre, antiossidanti e altri composti bioattivi con effetti benefici sulla salute.

2. Kiwi

I kiwi sono frutti che forniscono 15 grammi di carboidrati per 100 grammi di cibo. Questo frutto si distingue per avere abbondanti dosi di vitamina C. Per questo motivo sono consigliati per evitare raffreddore e influenza. Oltre ad essere a basso contenuto calorico, forniscono sostanze come fibre, folati, potassio, vitamine E e K e altre sostanze fitochimiche. Come pubblicato in uno studio nel 2016, il consumo regolare di questo frutto ha azioni positive su:

  • Funzione immunitaria e difesa antiossidante.
  • Protezione delle vie respiratorie.
  • Funzione gastrointestinale.

3. Mela

La mela fornisce un’alta percentuale di acqua, fibre, vitamina C, potassio e vitamina K. Su questo tipo di frutta ci sono studi che affermano che le mele, sono importanti nel prevenire malattie croniche non trasmissibili. Un altro importante beneficio per la salute di questo frutto è il suo contenuto di pectina, un tipo di fibra prebiotica che aiuta a sentirsi sazi, inoltre aiuta a mantenere efficiente l’intestino.

4. Avocado

Oltre ad essere un frutto a basso contenuto di carboidrati, l’avocado è composto da grassi sani. Questi includono l’acido oleico, un grasso monoinsaturo che è collegato alla riduzione dell’infiammazione e alla salute del cuore e dei vasi . A questo si aggiungono potassio, fibre e magnesio.

5. Melograno

Il melograno contiene composti bioattivi che sono benefici per la saluteÈ ottimo per migliorare il sapore delle insalate, poiché è rinfrescante e ipocalorico. Si stima che fornisca fino a tre volte più antiossidanti del tè verde o del vino rosso. Pertanto, è associato alla prevenzione delle malattie infiammatorie.

6. Fragole

Rispetto ad altri frutti, le fragole hanno un indice glicemico basso. Inoltre, forniscono nutrienti come vitamina C, manganese, acido folico e potassio. Come le altre bacche, sono un ottimo antinfiammatorio, per cui è consigliabile il loro consumo all’interno di una dieta equilibrata.

7. Arancia

L’arancia è uno degli agrumi più apprezzati. I suoi componenti includono vitamina C, potassio, acido folico e tiamina. È anche una buona fonte di fibre alimentari e, quindi, contribuisce alla sazietà e alla salute dell’apparato digerente. 

8. Guava

La guava è un frutto tropicale con un profilo nutrizionale eccezionale. Fornisce fibre, acido folico, vitamine A e C, potassio, rame e manganese. A sua volta contiene sostanze antiossidanti, è fonte di pectina ed è ipocalorica.

Avviso:

Il materiale in questo sito ha lo scopo di essere di uso informativo generale e non intende costituire un consiglio medico, una diagnosi probabile o trattamenti raccomandati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *