Feci gialle: cause e cosa fare

By | Marzo 10, 2022
Feci gialle

È relativamente comune che la cacca ingiallisca e ciò può accadere per diversi motivi, dalle infezioni intestinali a una dieta ricca di grassi. Se hai feci gialle, dovresti esaminare le tue feci per vedere se ci sono altri cambiamenti, come cambiamenti nell’odore o nella consistenza. Poiché ci sono così tante cause, avere informazioni extra può aiutare il medico a fare una diagnosi. Queste sono alcune delle principali cause della cacca gialla.

Feci gialle, cause e cura

Leggi anche: Feci piatte, simili a nastri: cause e trattamento

1. Dieta ricca di grassi

L’assunzione eccessiva di cibi grassi (come cibi lavorati o fritti) può rendere più difficile la digestione. Questi tipi di alimenti fluiscono rapidamente attraverso il tratto intestinale, anche nelle persone con un sistema digerente relativamente sano. Questo può ingiallire le feci e talvolta dare loro una consistenza acquosa.

Cosa fare: ridurre l’assunzione di prodotti alimentari grassi e trasformati. I miglioramenti possono essere visti entro 2 o 3 giorni da un cambio di alimentazione, tuttavia se il problema persiste, dovresti consultare un medico.

2. Infezione intestinale

Un’altra causa comune di cacca gialla è un’infezione intestinale. Questi tipi di infezioni sono spesso accompagnati da altri sintomi come dolore addominale e diarrea. In questi casi, la cacca di solito diventa gialla perché l’intestino infiammato non è in grado di assorbire correttamente il grasso dal cibo consumato. Il tipo più comune di infezione è da batteri E. coli, che possono essere ingeriti da carne poco cotta e cibo o acqua contaminati.

Cosa fare: se è presente un’infezione, bere molta acqua e mangiare cibi facili da digerire, come frutta, riso bianco bollito, pesce e carni bianche. Evita di mangiare carne rossa e cibi fritti e trasformati.

3. Problemi al fegato o alla cistifellea

Malattie come epatite, cirrosi o calcoli biliari possono causare un accumulo di bile, che è una sostanza responsabile dell’aiuto nella digestione dei grassi. La bile aiuta a trasportare il grasso consumato nell’intestino in piccole quantità. Un accumulo di bile può cambiare il colore delle feci e può anche causare dolore addominale e ingiallimento degli occhi e della pelle.

Cosa fare: se compaiono questi sintomi, consultare un medico generico o un gastroenterologo per la valutazione e per iniziare il trattamento come indicato.

Leggi anche: Dolore addominale lato destro: cause e cosa fare

4. Problemi al pancreas

I cambiamenti nel pancreas possono portare a una cattiva digestione, con conseguente formazione di feci bianche o gialle o galleggianti e apparire schiumose. I problemi che possono causare alterazioni delle feci includono pancreatite, cancro del pancreas, fibrosi cistica o ostruzione dei dotti pancreatici. I problemi al pancreas possono causare dolore addominale, urine scure, cattiva digestione, nausea e perdita di peso.

Cosa fare: se si verificano questi cambiamenti, soprattutto se accompagnati da dolore addominale, nausea e perdita di appetito, consultare un medico per una valutazione e per iniziare un trattamento appropriato.

5. Giardiasi

La giardiasi è un’infezione intestinale causata da un parassita microscopico chiamato Giardia lamblia. Questo parassita può causare sintomi come diarrea esplosiva e maleodorante, nausea, mal di testa, disidratazione e perdita di peso.

Cosa fare: se compaiono questi sintomi, consultare un medico, un pediatra o un gastroenterologo. Lui o lei può prescrivere un esame delle feci per confermare la presenza di questo parassita e per iniziare un trattamento appropriato (in genere con antibiotici).

6. Celiachia

La celiachia è una grave intolleranza al glutine (una proteina presente in alimenti come grano, segale o orzo) che provoca infiammazione e porta al malassorbimento dei nutrienti nell’intestino tenue. Gli alimenti contenenti glutine fanno sì che la cacca fluisca più velocemente attraverso l’intestino, con conseguente maggiore contenuto di grassi nelle feci, facendole ingiallire. Le persone celiache di solito mostrano un miglioramento dei loro sintomi quando optano per una dieta priva di glutine.

Cosa fare: se sospetti di avere un’intolleranza al glutine, è importante consultare un gastroenterologo per confermare la diagnosi di celiachia e iniziare una dieta priva di glutine.

Leggi anche: Proprietà e benefici del Prosciutto Crudo

7. Uso di farmaci

I farmaci per la perdita di peso, come l’orlistat o alcuni integratori probiotici, agiscono riducendo l’assorbimento di grasso nell’intestino tenue. Ciò può comportare un flusso intestinale più rapido e quindi cacca gialla.

Cosa fare: assicurarsi di assumere questo farmaco come indicato dal medico. Assicurati di porre domande sul suo utilizzo, sugli effetti collaterali o su qualsiasi altra opzione terapeutica.

Quando vedere il dottore

Nella maggior parte dei casi, la cacca gialla appare dopo aver mangiato pasti ad alto contenuto di grassi e generalmente si risolve in meno di una settimana. Tuttavia, dovresti consultare il medico se i cambiamenti di colore durano per più di una settimana o se hai altri sintomi come febbre, dolore addominale, perdita di peso, gonfiore o sangue nelle feci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.