Feci gialle: perché compaiono, cause e trattamento

By | Novembre 16, 2022
Feci gialle

La comparsa di feci gialle può essere molto preoccupante. Quali sono le cause e perché compaiono? Scopriamo le ragioni e quali trattamenti medici aiutano a risolverle. Tutti abbiamo avuto problemi di qualche tipo quando si tratta di andare in bagno, e ci possono essere anche alcuni tipi di anomalie che possono essere strane e persino preoccupanti, soprattutto se si considera il colore delle feci (e sicuramente non solo il colore, ma anche la consistenza, l’aspetto specifico e l’odore). Una di queste anomalie è la comparsa di feci gialle dopo il momento dell’evacuazione e del completamento del processo finale di digestione, che può indubbiamente diventare un vero motivo di preoccupazione, soprattutto se non si conoscono ovviamente le cause che hanno portato alla loro comparsa. Nel caso particolare della cacca gialla, come analizzeremo nel dettaglio in questo articolo, si tratta di escrementi, materia fecale o, in breve, di feci chiare e molli. Quali sono le cause? Sebbene siano molto varie, le feci giallastre possono essere il risultato di infezioni virali o batteriche, della presenza di parassiti o di diverse condizioni dell’apparato digerente.


Leggi anche: Feci verdi: perché compaiono, cause e trattamento

Cosa sono le feci gialle e quali sono le cause?

Le feci gialle sono causate dalla presenza di abbondante grasso nelle feci. Le condizioni che la causano sono diverse e sono associate a un’alterazione del transito e dell’assorbimento intestinale. Vediamo le cause più comuni delle feci gialle. Ricordate che è meglio consultare un professionista per cercare l’origine dell’alterazione se questa non scompare in breve tempo. Le feci bianche o gialle sono il prodotto di diversi fattori, a seconda delle condizioni e delle malattie che una persona può avere. È vero che le cause sono in realtà molto varie. La maggior parte di queste è elencata di seguito, con i dettagli per ciascuno:

  • Il risultato della bile non digerita: la causa della cacca bianca o gialla può essere causata da una cistifellea malata, che non riesce a svolgere il suo compito principale, ovvero raccogliere la bile prodotta dal fegato per poi passarla all’intestino.
  • Giardiasi: è un’infezione dell’intestino che provoca una grave diarrea gialla. La causa più comune di questa infezione è il rapporto sessuale attraverso l’ano, anche se non è l’unico modo in cui si verifica.
  • Sindrome di Gilbert: malattia condizionata da attacchi di ittero e iperbilirubinemia, che si verifica quando nel sangue dell’individuo è presente un eccesso di bilirubina, con la conseguente comparsa di feci gialle.
  • Colangite: infiammazione o infezione dei dotti epatici e biliari comuni associata all’ostruzione del dotto biliare comune, è una forma di sepsi intra-addominale pericolosa per la vita.
  • Colecistite: infiammazione della parete della cistifellea. Una volta avviato, il processo genera evidenti alterazioni microscopiche e macroscopiche che possono anche raggiungere una fase grave di perforazione.
  • Ittero: è l’ingiallimento della pelle e delle mucose dovuto a un aumento della bilirubina che si accumula nei tessuti, soprattutto quelli con un maggior numero di fibre elastiche.
  • Epatite: nota malattia infiammatoria che colpisce il fegato, la cui causa può essere infettiva, immunomediata o tossica. È anche considerata una malattia a trasmissione sessuale.

Se si notano feci gialle e molli che non cessano per un certo periodo di tempo, si raccomanda di rivolgersi a un medico per trattare il problema, poiché questo può aggravare e aumentare il rischio per il soggetto.

Come trattare la cacca gialla?

Esistono molti trattamenti quando si tratta di trattare la cacca chiarain una persona, molti sono trattamenti naturali, di seguito vi diremo diversi prodotti naturali che possono aiutare a trattare le feci gialle e a risolvere questo problema:

  1. Aloe: si tratta di un genere di piante grasse, utilizzate per i vari benefici per la salute che apportano a chi le consuma o le usa sulla pelle, e che possono anche lenire piccole ustioni, ferite e varie patologie cutanee.
  2. Zolfo: è noto per essere un elemento chimico, anch’esso in grado di aiutare a contrastare le feci gialle; se la quantità di zolfo nell’organismo è bassa, la comparsa di feci gialle è più probabile.
  3. Croton tiglium: è una specie di pianta fanerogama appartenente alla famiglia delle Euphorbiaceae. È una delle 50 erbe fondamentali della medicina tradizionale cinese, utilizzata come catartico e rubefacente.
  4. Mercurio: un altro elemento chimico necessario per prevenire la comparsa di feci gialle in caso di assenza o scarsa quantità nell’organismo.
  5. Il borace: noto anche come eptaossotetraborato di sodio, è un altro composto importante per prevenire la comparsa di feci gialle in un individuo, in quanto può aiutare a trattare questa condizione.

A seconda della malattia che causa le feci molli e chiare il trattamento sarà diverso, si raccomanda di andare dal proprio medico personale e di fare tutti gli esami necessari se la comparsa di feci gialle non si arresta rapidamente; questo articolo è puramente informativo e non intende in alcun modo sostituirsi al personale medico.

Quando è necessario rivolgersi al medico in caso di feci gialle?

Le feci gialle sono ben lontane dal colore normale della materia fecale. Denotano quindi un’alterazione della fisiologia intestinale. L’ideale è rivolgersi sempre al medico, soprattutto se non migliorano dopo 2 giorni. In presenza di segni associati, come febbre, coliche, perdita di peso, gonfiore o presenza di muco e sangue nelle feci, è necessario un intervento immediato. È importante notare che nei bambini le sfumature gialle, marroni e verdi sono comuni e diffuse nelle feci. Non rappresentano un segnale di allarme. Infatti, nei neonati, il giallo senape è il colore abituale. Per evitare le feci gialle, è preferibile ridurre l’assunzione di grassi e cibi elaborati. Inoltre, bere molta acqua e mangiare prodotti facilmente digeribili come frutta, riso bianco cotto, pesce e carne bianca.

Leggi anche: Feci nere o scure, cos’è, sintomi, cause e trattamento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *