Ecco i 7 tipi di pane più sani che puoi scegliere

By | Dicembre 9, 2021
Ecco i 7 tipi di pane più sani che puoi scegliere

Ci sono tanti tipi di pane sugli scaffali dei negozi, tra questi ce ne sono alcuni che sono più sani di altri. Alcuni tipi sono ricchi di fibre, vitamine e minerali, mentre altri sono fatti con cereali raffinati e offrono poco in termini di nutrizione. Naturalmente, potresti chiederti quale è il tipo di pane più sano. Ecco i 7 tipi di pane più sani che puoi scegliere.

1. Pane di grano germogliato

Il pane di grano germogliato è composto da cereali integrali che hanno iniziato a germogliare per esposizione al calore e all’umidità.

È stato dimostrato che la germinazione aumenta la quantità e la disponibilità di alcuni nutrienti.

Uno studio ha scoperto che il pane pita fatto con il 50% di farina di grano germogliato conteneva oltre 3 volte più folato, una vitamina fondamentale per convertire il cibo in energia, rispetto alla pita fatta senza farina di grano germogliato.

Gli studi rivelano che la germinazione aumenta anche gli antiossidanti dei cereali mentre diminuisce gli antinutrienti, o composti che si legano a minerali come il ferro e ne bloccano l’assorbimento.

Inoltre, questo processo scompone parte dell’amido nei cereali e riduce il contenuto di carboidrati.

Pertanto, i cereali germogliati non aumentano la glicemia tanto quanto gli altri cereali, rendendoli una buona scelta per le persone con diabete o con un ridotto controllo della glicemia.

Inoltre, la maggior parte dei pani germogliati è ricca di fibre e proteine. In quanto tali, sono più sazianti dei pani più raffinati.

Una fetta (34 grammi) di pane integrale germogliato:

  • Calorie: 80
  • Proteine: 4 grammi
  • Grassi: 0,5 grammi
  • Carboidrati: 15 grammi
  • Fibra: 3 grammi

2. Pane con lievito naturale

Il lievito naturale viene prodotto attraverso un processo di fermentazione che si basa su lievito naturale e batteri per far lievitare il pane.

La fermentazione aiuta a ridurre il numero di fitati, noto anche come acido fitico, che si legano a determinati minerali e ne ostacolano l’assorbimento.

Uno studio ha rilevato che la fermentazione del lievito naturale ha contribuito a ridurre il contenuto di fitato di oltre il 50% rispetto all’uso del lievito convenzionale.

Il lievito naturale può anche essere più digeribile rispetto ad altri tipi di pane, forse a causa dei suoi prebiotici, così come dei probiotici creati durante il processo di fermentazione.

I probiotici sono batteri sani presenti nel corpo e in determinati alimenti, mentre i prebiotici sono fibre non digeribili che alimentano questi batteri. Avere abbastanza di ciascuno aiuta la salute intestinale e la digestione.

Infine, si pensa che il pane a lievitazione naturale abbia un basso indice glicemico (IG), una misura dell’impatto che un alimento ha sulla glicemia.

Questo perché i batteri nel lievito naturale possono aiutare a diminuire la velocità con cui l’amido viene digerito, rendendo questo pane meno probabile che provochi un grande picco di zucchero nel sangue.

Il lievito naturale può essere realizzato sia con farine integrali che bianche. Sebbene ciascuno offra i benefici associati alla fermentazione, il lievito naturale integrale contiene più fibre, ferro e altri nutrienti.

Una fetta (47 grammi) di lievito madre integrale offre:

  • Calorie: 120
  • Proteine: 4 grammi
  • Grassi: 0 grammi
  • Carboidrati: 20 grammi
  • Fibra: 3 grammi

3. Pasta di grano intero

I cereali integrali mantengono intatto l’intero chicco, inclusi germe, endosperma e crusca. La crusca, che è lo strato esterno duro, è ricca di fibre.

La crusca e il germe contengono anche proteine, grassi, vitamine, minerali e composti vegetali benefici, mentre l’endosperma è principalmente amido.

Ecco perché i cereali integrali, compreso il grano intero, sono più ricchi di fibre e considerati più nutrienti dei cereali raffinati, che sono stati lavorati per rimuovere la crusca e il germe.

I cereali integrali sono stati collegati a numerosi benefici per la salute, tra cui un ridotto rischio di diabete di tipo 2, malattie cardiache e alcuni tipi di cancro.

Tuttavia, è importante notare che molti produttori etichettano i pani “integrali” in modo che appaiano più sani, anche quando sono costituiti principalmente da farina raffinata.

Cerca pane che contenga il 100% di farina integrale come primo ingrediente e senza ingredienti non necessari, come zuccheri aggiunti o oli vegetali.

Una fetta (46 grammi) di pane integrale contiene:

Calorie: 110
Proteine: 4 grammi
Grassi: 0,5 grammi
Carboidrati: 23 grammi
Fibra: 4 grammi

4. Pane d’avena

Il pane d’avena è tipicamente composto da una combinazione di avena, farina integrale, lievito, acqua e sale.

Poiché l’avena è altamente nutriente e collegata a una serie di benefici per la salute , il pane d’avena può essere una scelta salutare.

In particolare, l’avena è ricca di fibre e nutrienti benefici, tra cui magnesio, vitamina B1 (tiamina), ferro e zinco. La fibra dell’avena, nota come beta-glucano, può aiutare a ridurre i livelli di colesterolo, regolare lo zucchero nel sangue e diminuire la pressione sanguigna alta.

Molti studi hanno rilevato che mangiare 3 grammi o più di beta-glucano d’avena al giorno ha ridotto significativamente i livelli di colesterolo LDL (cattivo) e totale rispetto al non mangiare avena.

Lo studio ha anche scoperto che gli effetti sull’abbassamento del colesterolo del beta-glucano nell’avena erano maggiori nelle persone con livelli di colesterolo al basale più elevati.

Tuttavia, solo perché un pane ha “avena” o “farina d’avena” sull’etichetta non significa che sia sano. Alcuni pani d’avena contengono solo una piccola quantità di avena e sono per lo più composti da farine raffinate, zuccheri aggiunti e oli.

Per trovare un pane d’avena più nutriente, cercane uno che elenchi l’avena e la farina integrale come i primi due ingredienti.

Una fetta (48 grammi) di pane di avena integrale contiene:

Calorie: 130
Proteine: 6 grammi
Grassi: 1,5 grammi
Carboidrati: 23 grammi
Fibra: 4 grammi

5. Pane di lino

Il pane di lino, prodotto principalmente con farine integrali e semi di lino, è uno dei pani più sani che puoi mangiare.

Questo perché i semi di lino sono altamente nutrienti e offrono una serie di benefici per la salute. In particolare, sono un’ottima fonte di acido alfa-linolenico (ALA), un acido grasso omega-3 presente negli alimenti vegetali.

Alcuni studi hanno rilevato che un’elevata assunzione di ALA alimentare era associata a un minor rischio di malattie cardiache.

Inoltre, i semi di lino vantano composti chiamati lignani che possono agire come antiossidanti nel tuo corpo e possono aiutare a proteggere da alcuni tipi di cancro.

Infatti, uno studio su 6.000 donne in postmenopausa ha suggerito che coloro che mangiavano regolarmente semi di lino avevano una probabilità inferiore del 18% di sviluppare il cancro al seno rispetto a coloro che non li mangiavano.

È interessante notare che coloro che mangiavano pane di lino avevano il 23% di probabilità in meno di contrarre il cancro al seno rispetto a coloro che non lo mangiavano.

Tuttavia, è importante notare che questo studio è stato osservazionale. Sono necessarie ulteriori ricerche per comprendere la connessione tra semi di lino e rischio di cancro.

Tuttavia, mangiare pane di lino e altri alimenti con semi di lino può avere ulteriori benefici, come una migliore salute dell’apparato digerente.

Assicurati di cercare pane di lino fatto con ingredienti minimi, come farine integrali e / o germogliate, lievito, acqua, sale e semi di lino.

Una fetta (34 grammi) di pane di lino integrale germogliato contiene:

  • Calorie: 80
  • Proteine: 5 grammi
  • Grassi: 1 grammo
  • Carboidrati: 14 grammi
  • Fibra: 4 grammi

6. Pane di segale germogliato al 100%

La segale assomiglia molto al grano ma di solito è più scura e più densa.

Il pane di segale tradizionale è fatto solo con farina di segale e non contiene farina di frumento, mentre la maggior parte dei pani di segale moderni sono fatti da una combinazione dei due. Anche le pagnotte di segale hanno in genere semi di cumino cotti al loro interno.

Rispetto al grano, la segale è spesso considerata più nutriente. Infatti, gli studi dimostrano che il pane di segale può portare a una maggiore pienezza e avere un impatto minore sulla glicemia rispetto al pane di grano.

Uno studio su 12 adulti sani ha scoperto che coloro che mangiavano pane di segale integrale rilasciavano una quantità significativamente inferiore di insulina, un ormone che regola lo zucchero nel sangue, rispetto a coloro che mangiavano pane di grano bianco.

Avere troppa insulina nel sangue è associato all’obesità e può aumentare il rischio di diabete di tipo 2.

La capacità della segale di abbassare la risposta insulinica del corpo è probabilmente dovuta al suo alto contenuto di fibre solubili.

La fibra solubile è un carboidrato non digeribile che si dissolve in acqua e diventa gelatinoso nell’intestino. Mangiare cibi con fibre solubili aiuta a rallentare la digestione dei carboidrati, che diminuisce il rilascio di insulina e riduce i picchi di zucchero nel sangue.

I pani di segale più sani sono fatti con farina di segale germogliata integrale al 100%, oltre ad altre farine di cereali germogliati. Poiché la germinazione aumenta il contenuto di fibre dei cereali, la segale germogliata è più ricca di fibre e più sana della segale non germogliata.

Una fetta (28 grammi) di pane di segale germogliato contiene:

  • Calorie: 60
  • Proteine: 4 grammi
  • Grassi: 1 grammo
  • Carboidrati: 12 grammi
  • Fibra: 3 grammi

7. Pane senza glutine

Il pane senza glutine è fatto senza cereali glutinosi come grano, segale o orzo.

Sono opzioni sicure per le persone che hanno bisogno di evitare il glutine, come quelli con malattia celiaca o sensibilità al glutine.

Mentre gli ingredienti esatti nelle pagnotte senza glutine dipendono dal tipo, in genere sono fatti da un mix di farine senza glutine, come riso integrale, mandorle, cocco, tapioca, patate o farina di mais.

Molte persone presumono erroneamente che i pani senza glutine siano più sani di quelli che contengono glutine. Tuttavia, la maggior parte delle varietà senza glutine sono prodotte con farine raffinate e ad alto contenuto di zuccheri aggiunti, così come altri additivi non necessari.

Tuttavia, quelli a base di farina di mandorle o cocco, tendono ad essere più bassi di carboidrati e calorie ma più ricchi di fibre e proteine ​​rispetto alle pagnotte di grano o altri cereali.

Il contenuto più elevato di fibre e proteine ​​in questi prodotti può aiutarti a riempirti più di altri tipi di pane mentre impacchi meno calorie e meno amido.

Una fetta (36 grammi) di pane senza glutine contiene:

  • Calorie: 90
  • Proteine: 3 grammi
  • Grassi: 5 grammi
  • Carboidrati: 6 grammi
  • Fibra: 5 grammi

Quale pane scegliere?

Per scegliere un pane sano, cerca i marchi che hanno:

  • Farine 100% integrali o germogliate elencate come primo ingrediente, con pochi altri ingredienti
    3-5 grammi di fibre e 3-6 grammi di proteine ​​per fetta
  • Senza dolcificanti aggiunti
  • Uno dei modi migliori per assicurarti di scegliere un pane sano è farlo da solo. In questo modo puoi controllare gli ingredienti. Sono disponibili online centinaia di ricette per il pane fatto in casa per soddisfare quasi tutte le esigenze dietetiche.

Tieni presente che mentre i tipi di pane in questo elenco sono più sani di altre varietà, il pane generalmente non è nutriente come altri cibi integrali.

Frutta, verdura, legumi, noci e semi, così come i cereali integrali che non sono stati macinati in farina, in genere contengono più fibre e nutrienti benefici rispetto al pane.

Inoltre, molti tipi di pane sono fatti con zuccheri aggiunti e oli vegetali ricchi di grassi omega-6, come l’olio di soia. L’assunzione eccessiva di questi ingredienti è stata collegata all’infiammazione cronica che può portare a malattie, comprese malattie cardiache.

Inoltre, alcune persone potrebbero dover ridurre l’assunzione di carboidrati e quindi limitare il consumo di pane, come quelli con diabete di tipo 2 o prediabete, così come chiunque abbia una dieta a basso contenuto di carboidrati.

Detto questo, il pane può essere gustato con moderazione, come parte di una dieta equilibrata che include una varietà di altri alimenti nutrienti.

Avviso:

Il materiale in questo sito ha lo scopo di essere di uso informativo generale e non intende costituire un consiglio medico, una diagnosi probabile o trattamenti raccomandati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *