Dolori addominali, cause e trattamento

By | Agosto 25, 2022
Dolori addominali

Il dolore addominale ha molte cause, alcune più gravi di altre. Quello che sembra un mal di stomaco può provenire da un altro organo dell’addome o dall’esterno dell’apparato digerente. Rivolgetevi sempre a un medico se i dolori addominali sono inspiegabili, persistenti o gravi. Che cos’è il dolore addominale? I dolori addominali sono un fastidio che si manifesta in qualsiasi punto della pancia, tra le costole e il bacino. Spesso pensiamo al dolore addominale come a un “mal di pancia” o a un “mal di stomaco”, ma il dolore all’addome potrebbe provenire anche da altri organi. Nell’addome si trova la sede del vostro:


  1. Stomaco.
  2. Fegato.
  3. Cistifellea.
  4. Pancreas.
  5. Intestino tenue.
  6. Intestino crasso.

Questi sono tutti organi dell’apparato digerente, ma il dolore può essere anche alla parete addominale, l’involucro esterno (pelle e muscoli) dell’addome. A volte, inoltre, i forti dolori addominali che si avvertono nella pancia possono provenire da un altro punto, come il torace, il bacino o la schiena. Il dolore addominale può assumere molte forme e significare molte cose. Può sembrare:

  1. Lieve o grave.
  2. Spento o affilato.
  3. Bruciore o dolore.
  4. Crampi o coliche.
  5. Costante o intermittente.
  6. Localizzato (in un punto) o generalizzato (dappertutto).

In definitiva, i dolori addominali sono un sintomo soggettivo che solo voi potete descrivere. Poiché l’operatore sanitario non può misurarlo, è quello che voi dite che sia. L’operatore sanitario prenderà sempre sul serio il dolore addominale.

Quanto è comune il mal di stomaco?

Quasi tutti prima o poi avvertono un dolore addominale. Nella maggior parte dei casi non è grave e si risolve da solo. Tuttavia, può essere il segno di una malattia grave o addirittura di un’emergenza. Il dolore addominale alto causa il 5% delle visite al pronto soccorso.

Quali sono i quattro tipi di dolore addominale?

Poiché l’addome è sede di molti organi, il medico potrebbe voler circoscrivere il tipo di dolore che si prova, individuando la regione in cui lo si avverte. Gli operatori sanitari spesso dividono l’addome in quadranti o in quattro parti. Potrebbero chiedere se il dolore è localizzato nel:

  1. Quadrante superiore destro.
  2. Quadrante superiore sinistro.
  3. Quadrante inferiore destro.
  4. Quadrante inferiore sinistro.

Cosa ci dice la localizzazione del dolore addome?

La posizione è un indizio importante del dolore addominale o addominalgia, anche se non è l’unico fattore. Può indicare quali organi sono coinvolti. Per esempio, un dolore nel quadrante superiore destro può indicare un problema al fegato o alla cistifellea. Tuttavia, il medico vorrà sapere di più su come si sente il dolore, sulla frequenza e sulla gravità dello stesso. Ciò fornirà ulteriori indizi sul tipo di patologia di cui si è affetti.

Leggi anche: Dolore al petto destro, cause e rimedi

Dolori addominali cause

1. Perché mi fa male lo stomaco? Le cause del dolore addominale sono numerose. Può essere legato alla digestione, a una lesione, a un’infezione o a una malattia. Può provenire da un organo interno, dai muscoli o dalla pelle della parete addominale. Oppure può essersi diffuso da un’altra zona vicina. Il medico vi porrà domande dettagliate sul vostro dolore per determinarne la causa. Il grado di intensità del dolore non indica necessariamente la sua gravità. Alcune condizioni comuni e transitorie possono essere intense, mentre alcune condizioni pericolose per la vita possono sembrare lievi.


2. Quali sono le cause più comuni del dolore addominale? La maggior parte delle cause sono temporanee e non gravi. Possono avere a che fare con la digestione, le mestruazioni o un virus passeggero. Per esempio problemi digestivi. Il dolore addominale dopo aver mangiato può essere dovuto a: indigestione. Dolore da gas e da gas. Costipazione. Diarrea. Allergie e intolleranze alimentari. Intossicazione alimentare. Infiammazione. Un’irritazione o un’infezione negli organi può causare un’infiammazione temporanea, ad esempio: gastroenterite virale (influenza intestinale). Malattia dell’ulcera peptica. Reflusso acido cronico (GERD). Infezione delle vie urinarie (UTI). Ciclo riproduttivo femminile. Se avete l’utero, potreste avvertire occasionalmente dei dolori: crampi mestruali. Dolore da ovulazione.

Quali sono le cause più gravi del dolore addominale?

A volte il dolore addominale o dolore all’intestino indica una condizione medica grave che richiede un trattamento. Il dolore in regioni diverse può indicare il coinvolgimento di organi diversi. Ad esempio:

1. Quadrante superiore destro. Nell’addome superiore destro si trovano il fegato, la cistifellea e i dotti biliari. Il rene destro si trova nella parte posteriore. Passano anche le prime sezioni dell’intestino tenue e crasso. Il dolore all’addome superiore destro è molto probabilmente legato a malattie del fegato o della cistifellea, come ad esempio: epatite (alcolica, tossica, metabolica, virale o autoimmune). Calcoli biliari. Colecistite (infiammazione della cistifellea). Cancro del dotto biliare, calcoli e stenosi. Cancro della cistifellea. Cancro al fegato. Potrebbe anche trattarsi di un problema localizzato nel duodeno, nel colon ascendente o nel rene destro, come ad esempio un: infezione renale. Calcoli renali. Ulcera duodenale. Ostruzione dell’intestino crasso.

2. Quadrante superiore sinistro. Nell’addome superiore sinistro si trovano lo stomaco, il pancreas e la milza. Il rene sinistro si trova nella parte posteriore della cavità addominale, mentre il cuore e il polmone sinistro si trovano proprio sopra di esso. Il dolore all’addome superiore sinistro può significare: pancreatite (pancreas infiammato). Cancro del pancreas. Splenomegalia (ingrossamento della milza). Gastrite. Ulcera allo stomaco. Reflusso biliare. Cancro allo stomaco. Infezione renale. Calcoli renali. Se il dolore proviene dal torace, potrebbe essere dovuto a un’altra causa: bruciore di stomaco. Angina. Dolore toracico non cardiaco. Attacco di cuore. Pericardite. Polmonite. Pleurite. Embolia polmonare.

3. Addome inferiore. Nell’addome inferiore si trova la maggior parte dell’intestino tenue e dell’intestino crasso. Il dolore in questa zona è molto probabilmente legato a malattie gastrointestinali. Potrebbe anche essere legato agli ureteri, alle ovaie o all’utero. Le cause addominali comprendono: sindrome dell’intestino irritabile. Dispepsia funzionale. Malattie infiammatorie intestinali (Crohn, colite ulcerosa). Ostruzione dell’intestino crasso o tenue. Cancro dell’intestino tenue. Cancro del colon. Aneurisma dell’aorta addominale. Peritonite. Linfadenite mesenterica.
Sindrome ischemica intestinale (mesenterica). Ernia. Calcoli renali. Il dolore riferito agli organi pelvici può essere dovuto a: endometriosi. Cisti ovariche. Malattia infiammatoria pelvica. Gravidanza ectopica. Cancro ovarico. Cancro dell’utero.

4. Quadrante inferiore sinistro. Il dolore che si manifesta in particolare nella parte inferiore sinistra dell’addome è molto spesso legato alla diverticolosi e alla diverticolite del colon. I diverticoli (piccole aperture nella parete intestinale) possono verificarsi in tutto il colon, ma di solito si sviluppano nella parte inferiore sinistra.

5. Quadrante inferiore destro. Il dolore che si manifesta in particolare nella parte inferiore destra dell’addome può essere legato all’appendice. Potrebbe trattarsi di un’infiammazione(appendicite) o, più raramente, di un cancro dell’appendice.

6. Dolore generale. Altre cause generali di dolore allo stomaco sono stress (dolore psicosomatico). Ipersensibilità viscerale. Gonfiore addominale. Lesioni traumatiche. Stiramento muscolare. Scandole.

Leggi anche: Asistolia, cause e trattamento

Dolori addominali trattamento

Come viene diagnosticato il dolore addominale? L’operatore sanitario vi porrà domande dettagliate sul vostro dolore. Vorrà sapere: dove si sente. Come ci si sente. Da quanto tempo ce l’avete. Se va e viene. Se la situazione sta peggiorando. Se rimane in un posto o si sposta. Cosa lo rende migliore o peggiore. Quali altri sintomi presenta. In base alle risposte fornite, l’operatore sanitario cercherà di stabilire se è necessario un trattamento d’emergenza. A volte l’operatore sanitario sarà in grado di capire subito che il dolore è temporaneo e non è grave. A volte potrebbe sospettare una condizione più grave e potrebbe voler eseguire alcuni esami. E a volte non sarà in grado di risolvere il mistero alla prima visita. Il dolore può diminuire, oppure è necessario tornare per ulteriori accertamenti.


Come si alleviano i dolori intestinali?

Il dolore allo stomaco ha un’ampia varietà di cause e trattamenti. Alcune condizioni, come i calcoli biliari o l’appendicite, possono richiedere un intervento chirurgico. Altre, come le ulcere o le infezioni, possono essere alleviate con i farmaci. A volte è sufficiente superare un attacco di influenza intestinale o un calcolo renale finché non passa. Se non si conosce la causa del dolore addominale, è importante scoprirla, soprattutto se non scompare da sola. Ricordate che anche i casi lievi possono essere gravi. Tuttavia, se avete una buona idea che il vostro mal di stomaco sia legato alla digestione, potete iniziare a curarvi con:

  1. Riposo intestinale. Smettere di mangiare o mangiare solo cibi facili da digerire, come cracker o banane.
  2. Idratazione. Bevete molta acqua o una formula di idratazione.
  3. Terapia del calore. Provate una bottiglia di acqua calda o un bagno nella vasca.
  4. Rimedi casalinghi. Provate la liquirizia per i gas, lo zenzero per l’indigestione o la menta piperita per rilassare i muscoli intestinali.

Quando chiamare il medico?

Quando devo rivolgermi al mio medico per i miei dolori addominali alti? Rivolgetevi sempre al vostro medico se il dolore è inspiegabile, persistente o grave, oppure se siete stati feriti o siete in gravidanza. Inoltre, rivolgetevi al medico se il dolore è accompagnato da uno di questi sintomi: febbre persistente. Nausea o vomito persistenti. Sangue nelle feci, nelle urine o nel vomito. Gonfiore e tenerezza al tatto. Ittero (ingiallimento degli occhi e della pelle). Dolore in qualsiasi altra parte del corpo. Respiro affannoso o sintomi che peggiorano con lo sforzo.

Sono così tante le cause che possono provocare il dolore addominale che è inevitabile che tutti noi lo avvertiamo di tanto in tanto. Le cause più comuni, come gas e indigestione, crampi mestruali o persino intossicazioni alimentari e influenza, sono immediatamente riconoscibili. Altre cause possono essere più misteriose. E a volte il mal di stomaco è il segno di una patologia insospettabile o grave. Il vostro medico curante sarà sempre interessato al vostro dolore addominale, soprattutto se è inspiegabile. Le cause comuni sono spesso facili da trattare e la diagnosi del disturbo può aiutare a trovare sollievo. Anche se il dolore allo stomaco è lieve, se non passa, continua a ripresentarsi o peggiora, rivolgetevi al vostro medico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *