Dolore al petto lato destro, cause e rimedi

By | Marzo 5, 2022
Dolore al petto lato destro

Nella maggior parte dei casi, il dolore al petto lato destro è un sintomo temporaneo che si manifesta a causa di condizioni non gravi, come troppo stress, affaticamento muscolare o reflusso acido.

Tuttavia, il dolore al torace, sia sul lato destro che su quello sinistro, può verificarsi per molte ragioni, come problemi all’apparato digerente, problemi ai polmoni e persino problemi al cuore. In tutti i casi, il dolore deve essere valutato e trattato secondo necessità.

Se il dolore si manifesta frequentemente, è molto intenso, peggiora con il tempo o se si manifesta con altri sintomi come formicolio al braccio e al viso, difficoltà respiratorie o svenimento, chiama un’ambulanza o recati immediatamente in ospedale. Questi sintomi possono essere un segno di un problema potenzialmente letale. Le cause più comuni di dolore al petto lato destro includono:

1. Stress e ansia

L’eccesso di stress e l’ansia sono due condizioni che possono portare a un attacco di panico e possono causare sintomi molto simili a un attacco di cuore, come un improvviso dolore al petto. Di solito il dolore si fa sentire maggiormente al centro del torace con un attacco di panico, ma molte volte può irradiarsi sul lato destro del corpo.

Insieme al dolore al petto, altri sintomi che possono emergere sono respirazione superficiale, mancanza di respiro, formicolio alle mani e ai piedi e sudorazione. A differenza di un infarto, un attacco di panico è più comune dopo una situazione molto stressante e il dolore al petto tende a scomparire nel giro di pochi minuti.

Cosa fare: il modo migliore per alleviare il disagio causato da un attacco di panico è cercare di calmarsi regolando la respirazione rilassando i muscoli tesi. Potrebbe essere utile andare in un posto tranquillo e bere una tazza di valeriana o camomilla. Se il dolore al torace è ancora forte o se sospetti un infarto, chiama un’ambulanza o vai immediatamente in ospedale.

Leggi anche: Infarto miocardico, cause, sintomi e trattamento

2. Sforzo muscolare

Un muscolo teso è un’altra causa comune del dolore al petto lato destro e di solito si verifica uno o due giorni dopo l’esecuzione di qualsiasi attività che utilizzi i muscoli del torace in modo più intenso. Queste attività possono essere intenzionali (es. esercizio in palestra) o non intenzionali (es. dipingere un soffitto).

L’uso di una forza forte nella regione del torace può causare danni temporanei alle fibre muscolari e, sebbene ciò non provochi dolore immediato, può diventare doloroso dopo alcuni giorni. Altri sintomi di muscoli del torace tesi includono aumento del dolore alla palpazione, leggero gonfiore e difficoltà a muovere le braccia.

Cosa fare: applicare il ghiaccio sulla regione interessata per 15-20 minuti, da tre a quattro volte al giorno, aiuterà ad alleviare il dolore. Inoltre, puoi fare un leggero massaggio sulla zona interessata con una crema antinfiammatoria. Se il dolore non migliora entro tre giorni, si raccomanda la valutazione da parte di un medico generico o di un fisioterapista, poiché potrebbe essere necessario un trattamento più specifico.

3. Reflusso acido (o GERD)

Il reflusso acido, noto anche come bruciore di stomaco, è una condizione comune che si verifica quando l’acido dello stomaco risale l’esofago, causando una sensazione di bruciore (in particolare dopo aver mangiato). Questo disagio a volte può essere doloroso e può essere avvertito nell’area generale del torace o sul lato destro.

La malattia da reflusso gastroesofageo (GERD) è generalmente accompagnata da altri sintomi come un frequente bisogno di ruttare, un sapore amaro in bocca, la sensazione di avere un nodo alla gola e una tosse secca.

Cosa fare: a seconda della gravità, i sintomi del reflusso possono essere alleviati attraverso semplici cambiamenti nella dieta, come evitare pasti abbondanti ed evitare cibi grassi e piccanti. Tuttavia, ci sono casi in cui possono essere necessari farmaci per bloccare l’acidità di stomaco. Se il disagio non migliora con i cambiamenti della dieta, si consiglia di consultare un gastroenterologo per iniziare un trattamento adeguato.

Leggi anche: Tutto sulla Gastroenterite

4. Costocondrite

La costocondrite è un problema meno comune, ma può causare un intenso dolore al petto. Tipicamente il dolore si sente al centro del torace, ma può irradiarsi sul lato destro o sinistro.

Questa condizione si verifica quando la cartilagine che collega lo sterno alle costole si infiamma a causa di forti variazioni di pressione, tosse intensa o persino cattiva postura. La costocondrite provoca sensibilità nella zona centrale del torace e il dolore di solito peggiora quando si tossisce o si respira profondamente. 

Cosa fare: La costocondrite è un problema temporaneo che tende a migliorare dopo pochi giorni senza alcun trattamento specifico. Tuttavia, esercizi di stretching e applicazione di ghiaccio sulla zona interessata per 15-20 minuti, tre o quattro volte al giorno, possono ridurre l’infiammazione e alleviare il disagio. I farmaci antinfiammatori possono anche aiutare con il gonfiore.

5. Infiammazione della cistifellea o del fegato

La cistifellea e il fegato sono due organi della cavità addominale che si trovano sul lato destro del corpo. Quando si infiammano o non funzionano correttamente, si può avvertire dolore sul lato destro. Sebbene sia più comune sentire il dolore nella zona addominale, in alcuni casi il dolore può irradiarsi anche al torace. Oltre al dolore, i problemi alla cistifellea o al fegato possono produrre altri sintomi come vomito, perdita di appetito, malessere generale e ittero. 

Cosa fare: se sospetti di avere un’infiammazione alla cistifellea o un problema al fegato, è importante consultare un gastroenterologo per una valutazione e iniziare un trattamento appropriato. L’infiammazione della cistifellea è solitamente piuttosto grave, soprattutto se un dotto della cistifellea è ostruito da un calcolo. In questi casi, il dolore è molto forte e possono verificarsi febbre e vomito. Se ciò accade, vai immediatamente in ospedale.

Leggi anche: Sintomi di problemi al fegato

6. Problemi ai polmoni

Vari problemi ai polmoni possono causare anche dolore al petto lato destro ed è particolarmente sentito con la respirazione. Oltre al dolore, possono esserci anche tosse, mancanza di respiro, respiro superficiale e febbre. I problemi polmonari sono più comuni dopo un trauma toracico (ad es. in seguito a un incidente d’auto) o nelle persone che hanno malattie cardiache o polmonari croniche. 

Cosa fare: il dolore toracico dovuto a problemi ai polmoni può essere un segno di un problema serio come pleurite, polmonite, pneumotorace o persino un’embolia polmonare. Se sospetti di avere un problema ai polmoni, recati immediatamente in ospedale. Possono essere prescritti esami come una radiografia toracica per identificare la causa e iniziare un trattamento appropriato.

7. Problemi cardiaci

Quando avverti dolore al petto, una delle preoccupazioni principali è che potrebbe essere un segno di un problema cardiaco. Sebbene non sia molto comune che il dolore toracico destro sia causato dal cuore, è possibile che i problemi cardiaci causino dolore che si irradia al lato destro, soprattutto se il muscolo cardiaco è infiammato.

I problemi cardiaci sono più comuni negli anziani, nelle persone con altri problemi cronici o nei pazienti ricoverati in ospedale per infezioni gravi. Il dolore cardiaco specifico è solitamente molto intenso e provoca una sensazione di costrizione al petto. Inoltre, possono verificarsi altri sintomi, come palpitazioni, tosse, difficoltà respiratorie e svenimento. 

Cosa fare: se sospetti che il tuo dolore toracico sia correlato a un problema cardiaco, recati in ospedale o chiama immediatamente un’ambulanza, in modo da poter confermare una diagnosi e iniziare il trattamento.

Quando andare dal dottore

Molte volte, il dolore toracico destro scompare dopo pochi minuti e, in tal caso, non c’è motivo di preoccuparsi. Tuttavia, la valutazione da parte di un medico è l’unico modo per identificare veramente la causa sottostante. È meglio andare in ospedale se:

  • Il dolore è molto intenso o peggiora con il tempo
  • Il dolore dura per più di 15 minuti
  • Compaiono altri sintomi come difficoltà respiratorie, febbre o svenimento

Inoltre, le persone anziane e quelle con problemi cronici, in particolare malattie respiratorie o cardiache, dovrebbero essere valutate da un medico, poiché il dolore può indicare che la condizione è peggiorata e potrebbe essere necessario adattare il trattamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.