Dolore al collo: cause, sintomi e trattamento

By | Febbraio 14, 2022
dolore al collo

Più comunemente noto come dolore al collo, la cervicalgia è una condizione caratterizzata da sensazioni più o meno intense di dolore, rigidità, intorpidimento o debolezza localizzate a livello della zona del collo, in una o più delle 7 vertebre, dischi e legamenti che la compongono. Poiché colpisce la parte della colonna vertebrale chiamata colonna cervicale, il dolore al collo viene anche definito dolore cervicale.

Il dolore al collo è una malattia abbastanza comune, si stima che colpisca circa il 5% della popolazione mondiale in un anno e fino al 65-70% della popolazione mondiale almeno una volta nella vita.

Può variare di intensità da dolore lieve, che si risolve nel giro di pochi giorni senza alcun trattamento particolare, a dolore grave e debilitante che richiede cure mediche e possibilmente farmaci antidolorifici di qualche tipo prescritti da un operatore sanitario.

Come accennato in precedenza, il dolore al collo può essere un problema occasionale o un problema di salute ricorrente che potrebbe richiedere un aiuto professionale. E a volte, potrebbe rivelarsi difficile diagnosticarlo correttamente a causa di sintomi collaterali che sembrano indicare problemi altrove che a livello dell’area del collo.

Come con la maggior parte delle forme di mal di schiena, anche il dolore al collo può irradiarsi ad altre parti della schiena o innescare sintomi apparentemente non correlati che causano ancora più confusione sulla causa del dolore e il conseguente stress emotivo.

Da formicolio e intorpidimento o sensazioni di aghi e spilli a mal di testa o dolore avvertito a notevole distanza dal sito dell’infiammazione, i sintomi del dolore al collo possono variare notevolmente. Leggi di seguito e scopri il mio elenco di 6 dei segni e sintomi più significativi che possono accompagnare il dolore alla colonna cervicale o al collo.

Mani e piedi freddi: cause e trattamento

Sintomi cervicale

1. Rigidità del collo

Il torcicollo è molto spesso il risultato di una cattiva posizione durante il sonno, sollevamento di oggetti pesanti, cattiva postura o simili cause benigne e dovrebbe risolversi nel giro di pochi giorni, spesso alternando solo impacchi caldi e freddi e godendosi un leggero massaggio.

Se la sensazione persiste, non importa cosa fai per alleviarla o se la rigidità peggiora e finisci per non essere in grado di muovere il collo senza sforzo e indolore (avanti e indietro e da un lato all’altro), allora potresti avere problemi con i dischi cervicali a livello del collo. In questi casi, potrebbe essere meglio consultare il medico in modo che possa diagnosticare correttamente la causa e la gravità del dolore al collo e fornirti opzioni di trattamento adeguate.

2. Dolore al collo e spalla

Molto spesso, il dolore al collo si irradia alle aree della spalla e della scapola. Quando il dolore si estende in questo modo, di solito è piuttosto intenso e può ostacolare il normale movimento del braccio e della spalla. In alcune persone, il dolore avvertito a livello della spalla e della scapola è spesso più intenso e quindi può attirare l’attenzione dalla vera fonte di dolore che è il collo.

3. Dolori cervicali lungo il braccio e le dita

Generalmente, il dolore che origina a livello delle vertebre del rachide cervicale, dei dischi o dei legamenti (quindi a livello del collo) può essere avvertito anche alle braccia e alle dita. Il braccio e le dita iniziano a dolere e si sentono gonfi e doloranti. Anche in questo caso, i movimenti normali possono essere limitati, a seconda ovviamente dell’intensità del dolore.

4. Debolezza, vertigini e svenimento

Le persone che soffrono di problemi alla colonna cervicale rivelano di provare anche una sensazione di debolezza o addirittura una sensazione di svenimento quando stanno in piedi, piegandosi o sollevando qualcosa. In effetti, il dolore al collo può essere così intenso da far letteralmente perdere l’equilibrio al malato, avere vertigini, stordimento e forse svenire, a meno che non possa sedersi o assicurarsi la propria posizione afferrando qualcosa.

5. Frequenti mal di testa

Le persone con problemi al collo ricorrenti o a lungo termine possono anche provare mal di testa causati da un dolore troppo intenso nella parte posteriore del collo. Il mal di testa può persistere fino a diverse ore o ripresentarsi per giorni, purché sia ​​presente anche il dolore al collo.

6. Sensazioni di formicolio e intorpidimento

Il dolore intenso al collo si manifesta spesso sotto forma di sensazioni di formicolio o intorpidimento alle spalle, alle braccia, alle dita o persino alle gambe. I sintomi possono variare da persona a persona e possono creare molta confusione, specialmente per chi ha problemi al collo e alla colonna cervicale per la prima volta. Vedere un medico potrebbe essere la cosa migliore in quanto dirti con certezza se il formicolio, l’intorpidimento, le vertigini, la perdita di equilibrio e le sensazioni di svenimento che provi sono causati o meno dal dolore al collo.

Quali sono le cause del dolore al collo?

Detto questo, capire in primo luogo cosa causa il dolore al collo e i problemi del rachide cervicale è fondamentale per scegliere il miglior trattamento per te. Ecco un elenco di 10 possibili cause di dolore al collo o al rachide cervicale:

  1. Cattiva postura, stare seduti troppo a lungo davanti a un computer o alla scrivania, camminare con la schiena gobba, dormire su divani, sedie, ecc.
  2. Mancanza di attività fisica (sedentarismo) o esercizi fisici eccessivi.
  3. Sollevamento di carichi pesanti, occasionali (spostamento mobili) o costanti (lavori edili).
  4. Traumi e lesioni (fratture).
  5. Problemi articolari.
  6. Strappi muscolari o altri problemi muscolari.
  7. Degenerazione del disco spinale, ernia ecc.
  8. Osteoartrite o artrite reumatoide.
  9. Problemi ai nervi del midollo spinale (problemi del nervo sciatico, per esempio).
  10. Altre cause: raffreddore, problemi di circolazione sanguigna come sindrome coronarica acuta, ecc.

Mentre tutti possiamo dire se abbiamo il torcicollo perché abbiamo dormito male o abbiamo sforzato un muscolo mentre aiutavamo un amico a spostare i suoi mobili, individuare la causa esatta del nostro dolore al collo potrebbe rivelarsi opprimente a volte. Se il dolore al collo persiste, peggio ancora, diventa più grave, debilitante, dovresti consultare il tuo medico per una diagnosi chiara.

Dolore al collo rimedi

Molto probabilmente il medico ti chiederà che cosa hai fatto (se hai sollevato qualcosa di pesante, per esempio), quali sono i tuoi sintomi e quando sono iniziati, quanto è intenso il dolore, se è migliorato o peggiorato e così via. Lui o lei può testare i tuoi riflessi, provare a valutare l’intensità del dolore, la libertà di movimento degli arti e così via ed eseguire test a raggi X o MRI mostrando loro come appare la tua colonna vertebrale e aiutandoli a decidere se c’è o meno qualcosa di sbagliato in essa fisicamente.

Cosa puoi fare?

Quando si tratta di qualsiasi forma di mal di schiena o problemi alla schiena, i preparati vegetali non funzionano quasi mai poiché questi tipi di problemi non derivano da qualcosa che i rimedi erboristici possono affrontare. In genere è meglio ascoltare le raccomandazioni del medico e prendere tutte le precauzioni e i medicinali consigliati da lui o lei. Alcuni di questi consigli possono includere quanto segue:

1. Evita l’attività fisica intensa

Evita di sollevare pesi, allenarti troppo o troppo intensamente. Questo è un aspetto essenziale di cui tenere conto per chi soffre di qualsiasi tipo di problema alla schiena. Se il tuo medico dice che il tuo dolore al collo è causato da problemi alla colonna cervicale, ad esempio, questo generalmente significa che non ti è più permesso sforzare la schiena in alcun modo, dal sollevare pesi allo stare in piedi troppo.

2. Correggi la tua postura

Questo può significare che devi stare attento a camminare dritto (non curvo), correggere la tua postura quando sei seduto al computer, migliorare le tue condizioni di sonno, dal cambiare materasso e cuscini al cambiare la posizione del sonno e così via. Per me, i leggeri esercizi di stretching eseguiti periodicamente quando devo lavorare al computer, per lunghi periodi di tempo, sono di grande aiuto.

3. Evita l’umidità e le basse temperature

Il dolore al collo può peggiorare in ambienti umidi, mentre il freddo può renderlo più intenso. Questa potrebbe essere una mera sensibilità o correlata ai reumatismi. Ad ogni modo, è importante che tu eviti di uscire troppo a lungo quando piove forte o quando è particolarmente umido o nebbioso, oltre a assicurarti che la tua casa sia abbastanza calda per farti sentire a tuo agio.

4. Massaggia la zona interessata

Indipendentemente dalla causa dei problemi al collo, sintomi come rigidità, dolore, formicolio, intorpidimento o debolezza possono essere notevolmente migliorati con l’aiuto del massaggio. In base alla mia esperienza, strofinare delicatamente la parte interessata per almeno 20 minuti può riavviare la circolazione e contribuire al rilassamento. E sebbene tu possa individuare l’esatta fonte del tuo dolore, puoi anche trarre vantaggio dal massaggio delle aree adiacenti come spalle, braccia o parte bassa della schiena.

5. Impacchi caldi e freddi

L’applicazione di impacchi caldi e freddi può aiutare ad alleviare parte del dolore e migliorare i sintomi. Sedersi al caldo sole è qualcosa che mi aiuta molto anche con il dolore.

6. Prendi le vitamine

La vitamina C è ottima per la produzione di collagene e la salute muscolare, mentre il magnesio supporta la funzione muscolare. Il potassio assicura le condizioni perfette affinché gli impulsi elettrici dai nervi raggiungano i muscoli, mentre la vitamina D è essenziale per la salute delle ossa, vertebre comprese). Anche le vitamine del gruppo B svolgono un ruolo importante.

7. Recuperare con un esercizio fisico da leggero a lieve

Stretching, Pilates o esercizi aerobici possono essere di grande aiuto per chi soffre di dolori al collo o alla schiena in quanto favoriscono una buona circolazione sanguigna, alleviano tensioni e dolori e migliorano il tono muscolare e il controllo muscolare. Fare passeggiate nel parco o andare in bicicletta può essere utile quanto la fisioterapia, anche se quest’ultima è necessaria nei casi più gravi. La chiave è mantenere le cose senza sforzo e piacevoli in modo da non avere dolori muscolari che potrebbero peggiorare il dolore.

8. Farmaci antinfiammatori

Questa è anche un’opzione per chiunque soffra di dolore intenso. Tuttavia, a questo punto, è anche meglio consultare il proprio medico per la diagnosi e un piano di trattamento adatto alle proprie esigenze e condizioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.