Depressione: cause, sintomi e trattamento

By | Febbraio 15, 2022
Depressione: cause, sintomi e trattamento

Per definizione, la depressione è una forma di malattia mentale. È un disturbo mentale caratterizzato da una prospettiva desolante sulla vita, sentimenti persistenti di tristezza, disperazione e impotenza, senso di colpa, stanchezza, letargia e intorpidimento. Si ritiene che sia causata da uno squilibrio chimico nel cervello, ma gli studi dimostrano che carenze nutrizionali, abitudini alimentari e di stile di vita possono innescare l’insorgenza del disturbo o peggiorare una condizione esistente.

La depressione è una forma di grave malattia mentale che deforma la propria prospettiva sulla vita in una visione cupa e oscura, attenua la capacità di sentire, emargina e influisce sulla stabilità emotiva che colpisce ogni aspetto della vita.

Cos’è la depressione? 

È anche nota come depressione maggiore. In sostanza, la depressione è una forma di malattia mentale che colpisce l’umore, da qui la sua classificazione come disturbo dell’umore. È una forma grave di malattia mentale che colpisce le persone indiscriminatamente, ma può assumere molte forme. Nei bambini e negli adolescenti può manifestarsi come isolamento, irritabilità e sentimenti di ansia ed è spesso causato dalla difficoltà di adattamento ai coetanei. La depressione negli adulti può manifestarsi come letargia, mancanza di motivazione, estrema stanchezza, sensazioni di intorpidimento.

Perché fa male dietro l’orecchio e parte del collo?

Depressione cause

Il disturbo è raramente causato da un singolo fattore. Il più delle volte, vari fattori di rischio si accumulano nella condizione multiforme che è la depressione. La genetica, i fattori ambientali, la dieta, lo stile di vita, gli eventi traumatici, i problemi familiari, altre condizioni mediche esistenti e le medicine prese per curarle giocano tutti un ruolo nell’insorgenza e nell’evoluzione della depressione.

Ma mentre la depressione può manifestarsi in qualsiasi momento e insinuarsi a poco a poco nella tua vita, è più probabile che sia innescata e peggiorata da eventi stressanti. Ecco alcune delle cause e dei fattori di rischio più comuni per la depressione:

  1. Predisposizione genetica (una storia familiare di depressione).
  2. Malattia fisica (diagnosi di una malattia incurabile).
  3. Altri disturbi mentali ( l’ansia aumenta il rischio di depressione).
  4. Stress, continuo, proveniente da molteplici ambiti della tua vita. Esempi: disoccupazione, persone difficili nella tua vita.
  5. Trauma (lesione, nascita, morte di una persona cara, malattia, tutto ciò che può essere percepito come traumatico).
  6. Mancanza di stabilità (cambiamento di lavoro, casa, famiglia, divorzio).
  7. Negligenza, abuso, bullismo, dipendenza (principali fattori scatenanti in bambini, adolescenti, giovani adulti).
  8. Mancanza di comprensione o supporto per quanto riguarda la condizione.
  9. Mancato accesso a farmaci e terapie.
  10. Altri medicinali (alcuni medicinali aumentano il rischio di depressione).
  11. Carenze nutrizionali (carenza di magnesio in particolare).

Ognuno dei fattori sopra menzionati può costituire un fattore scatenante della depressione o peggiorare una condizione esistente e dovrebbe essere analizzato da vicino. Tuttavia, uno dei maggiori problemi con la depressione è lo stigma e la disinformazione che la circonda. 

In quanto tali, molte persone non hanno le conoscenze essenziali per identificare i segni e i sintomi del disturbo. Inoltre, la depressione è diversa per tutti e non rientra in una scaletta sintomatica stereotipata, da qui la difficoltà della situazione. 

Imparare a identificare i sintomi della depressione e come il disturbo può manifestarsi in diversi individui sulla base di fattori scatenanti rappresenta il primo passo per fornire a quella persona l’aiuto di cui ha bisogno per superare la sua condizione.

Depressione sintomi

Quali sono i segni e i sintomi della depressione? La depressione è una malattia altamente individuale e ci vogliono un cuore attento e una mente intuitiva per individuarla. Se osservi dei comportamenti in qualcuno vicino a te, considerali segnali di pericolo per la depressione e offri il tuo sostegno e incoraggia la persona a cercare l’aiuto di un medico:

  1. Estrema tristezza alternata a sentimenti di vuoto.
  2. Apatia, letargia, generale mancanza di motivazione, intorpidimento.
  3. Problemi di sonno, insonnia o sonno eccessivo.
  4. Mancanza di autostima, sentimenti di indegnità o colpa.
  5. Visione distorta di se stessi e degli altri. Esempio: credere che gli altri sminuiranno ciò che provano.
  6. Sentimenti di disperazione, impotenza, preoccupazione, prospettiva cupa sulla vita.
  7. Difficoltà di messa a fuoco, nebbia del cervello, affaticamento mentale, difficoltà a ricordare le cose.
  8. Stanchezza, affaticamento, reazioni più lente (pensare e muoversi).
  9. Cambiamenti di appetito, mancanza di appetito in particolare, fluttuazioni di peso.
  10. Isolamento intenzionale da amici, familiari, colleghi.
  11. Incapacità di trovare gioia in attività che un tempo portavano felicità.
  12. Periodi di irritabilità, rabbia, irrequietezza, altri cambiamenti di personalità. Esempio: gli adolescenti possono diventare più capricciosi, insicuri.
  13. Dolore: mal di testa, emicrania, dolori muscolari, fastidio addominale.
  14. Pensieri estremi, comportamenti sconsiderati.

Acufene, cause e trattamento

Depressione come uscirne

Chiunque soffra di depressione molto probabilmente sperimenterà molti dei sintomi sopra elencati, ma la condizione stessa potrebbe apparire diversa in persone diverse. Quindi, quando si osservano questi comportamenti, è importante relazionarsi con com’era la persona prima di iniziare a notare i cambiamenti e in che modo questi cambiamenti hanno avuto un impatto drammatico sulla sua vita. 

Ad esempio, in un adolescente ci si possono aspettare insicurezze, malumore o fugaci momenti di tristezza, ma l’isolamento da amici e familiari, la totale mancanza di interesse per attività che un tempo erano piacevoli o sentimenti di colpa o indegnità possono costituire segnali di avvertimento. Inoltre, è importante tenere a mente che gli episodi depressivi possono durare da 2 settimane a 6 mesi, quindi sappi che ci vorrà pazienza per aiutare una persona cara a superarli.

Come combattere la depressione

Il trattamento della depressione inizia con l’adozione del giusto atteggiamento nei confronti del disturbo stesso e della persona che lo affronta. Con questo in mente, sappi che essere inutilmente indelicato con i sentimenti e le preoccupazioni delle persone o impaziente con l’evoluzione delle cose potrebbe peggiorare la condizione e far deragliare la guarigione di qualcuno con depressione.

Quindi ecco cosa non dire o fare mai a qualcuno che soffre di depressione:

  1. Non rifiutare di riconoscere che la depressione è una vera malattia con un impatto reale.
  2. Non deridere la salute mentale o sminuire i disturbi mentali.
  3. Non respingere la depressione che sta colpendo una persona a te cara. Potrebbero fare affidamento sul tuo supporto e sulla comprensione più di quanto tu possa immaginare.
  4. Non dare la colpa a nessuno. La depressione capita a chiunque.
  5. Non rifiutare il supporto o l’accesso a cure e terapie utili. Renditi disponibile, emotivamente e in ogni modo possibile.

I farmaci e le varie terapie, il supporto incondizionato e la pazienza sono tutti strumenti essenziali che costituiscono il trattamento più efficace e completo per la depressione.

  1. Farmaci come antidepressivi, adattati alle esigenze individuali. Se qualcuno vicino a te sta assumendo antidepressivi, osservalo attentamente per vedere se manifestano effetti collaterali.
  2. Counseling, psicoterapia, gruppi di supporto, terapia cognitivo comportamentale, meditazione.
  3. Integratori alimentari: integratori di Omega-3, oli di pesce, magnesio, vitamina C, vitamina D.
  4. Cambiamenti nello stile di vita: gestire la depressione impegnandosi in un leggero esercizio fisico, smettere di fumare, evitare alcol, caffè, bevande contenenti caffeina, bevande energetiche ecc.
  5. Educare te stesso e fare sforzi per migliorare. Rendi le persone vicine a te consapevoli della tua depressione, chiedi e accetta aiuto, esprimi i tuoi bisogni, stabilisci obiettivi realistici per quanto riguarda la tua guarigione, correggi aspetti problematici della tua vita, evita i fattori scatenanti, mangia bene e fai del tuo meglio per non isolarti.

Guarire dalla depressione

Avere la depressione è difficile per tutti principalmente perché non è una malattia acuta che può essere risolta una volta per sempre. Anche quando ti senti meglio, inizi ad avere delle speranze e a trovare un po’ di felicità o appagamento, c’è sempre la paura che torni o non se ne sia andata affatto.

La depressione può tornare e questo la rende spaventosa e fa sì che chi ne soffre si infili leggermente. Se qualcuno vicino a te ha a che fare con la depressione, prendi l’impegno di esserci per lui, di essere comprensivo e paziente e renditi disponibile. Se soffri di depressione, posso dirti per esperienza che è gratificante aprirsi e accettare aiuto, rimanere forti e continuare a combattere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.