Come curare la psoriasi? Tutti i rimedi

By | Maggio 15, 2021
Come curare la psoriasi

Il trattamento della psoriasi consiste nel combinare diverse terapie per ridurre i sintomi. Come curare la psoriasi? Ci sono diverse opzioni. Il modo in cui i medici trattano la psoriasi dipende dalla situazione medica di ciascun paziente.

Non esiste un tipo di psoriasi. Ciò significa che ci sono molti trattamenti disponibili per controllare la condizione. Riducono anche il disturbo e in alcuni casi riducono anche i sintomi:

  • Infiammazione
  • Arrossamento
  • Sfaldamento
  • Prurito

Questi sono i diversi trattamenti per la psoriasi che vengono utilizzati principalmente:

  • Terapie locali
  • Fototerapia e fotochemioterapia
  • Assunzione orale di farmaci sintetici
  • Terapia biologica

In questo articolo daremo un’occhiata più da vicino a queste terapie.

Tumori benigni e maligni: la differenza

Come trattare la psoriasi: terapie topiche

I trattamenti topici sono utilizzati nella maggior parte dei casi di psoriasi. Ciò significa che la crema o la lozione viene applicata esternamente e su aree specifiche del corpo. Le aree in cui è presente un focolaio di psoriasi vengono trattate direttamente.

Vi diamo alcuni esempi dei trattamenti topici più comunemente utilizzati:

  • Vitamina D sintetica
  • Corticosteroidi tradizionali
  • Cheratolitici
  • Retinoidi locali
  • Catrame

Vitamina D sintetica: calcitriolo, calcipotriolo o tacalcitolo

L’agente più efficace è il calcipotriolo. La risposta clinica a queste vitamine sintetiche è più lenta rispetto agli steroidi molto più potenti. Ma è più sicuro. Ciò significa che sono molto utili per il trattamento a lungo termine.

Si consiglia di utilizzarli in combinazione con un corticosteroide topico. Questa combinazione funziona meglio rispetto a quando usi ogni agente separatamente.

Sebbene siano molto sicuri da usare, i prodotti sintetici a base di vitamina D hanno un effetto piuttosto dannoso e evidente. Possono causare irritazione in cui è scoppiata la psoriasi. Pertanto, è necessario evitare l’esposizione al sole dopo l’uso.

Tratta la tua psoriasi con i corticosteroidi tradizionali

L’effetto di questo tipo di farmaci riguarda principalmente la rimozione della placca e la riduzione dell’infiammazione. Utilizzi questo agente a bassa intensità sulle zone sensibili (il viso e sotto le articolazioni).

Si consiglia di utilizzare gli ingredienti più potenti nella fase iniziale. Dopodiché, continui a utilizzare il trattamento con la minore intensità. Puoi anche combinare questo rimedio con altri rimedi come la vitamina D.

Tuttavia, devi stare attento con i corticosteroidi. Perché possono avere effetti negativi sia a livello locale che sistematico.

Questi sono alcuni esempi:

  • La pelle diventa più sottile.
  • Schiarimento della pelle dovuto ad un impedimento della melanina.
  • Dermatite rosaceiforme
  • Lividi

Gli effetti sistemici possono non essere comuni, ma sono gravi. Vediamo, tra le altre cose, un’ostruzione dell’asse ipotalamo-ipofisi e la sindrome di Cushing. Per evitare questi effetti collaterali, si consiglia di assumerli solo un massimo di due volte al giorno. 

Cheratolitici: acido acetilsalicilico (aspirina)

L’uso di questo rimedio riduce la presenza di placca squamosa e la rimuove. Stimolerà anche il rinnovamento dei tuoi tessuti. Inoltre, aumenterà l’efficacia dei farmaci associati aiutando l’assorbimento. Ecco perché questo farmaco è un trattamento aggiuntivo.

Retinoidi locali

Queste sono forme sintetiche di vitamina A. Solo il tazarotene è disponibile per il trattamento della psoriasi. È usato insieme ai corticosteroidi.

Sfortunatamente, questo rimedio provoca irritazione alla pelle (quindi non usarlo sul viso o sotto le articolazioni). Inoltre, come tutte le forme di vitamina A sintetica, è fotosensibile e teratogeno (provoca anomalie nel feto). Questo è il motivo per cui le donne incinte non dovrebbero usarlo.

Catrame

Questo è il trattamento più antico per la psoriasi. È fatto di pece. Viene utilizzato in modo intermittente sotto le articolazioni. Tuttavia, a volte disturberà le persone a causa dell’odore e perché macchia facilmente i vestiti.

Inoltre, questo agente è anche sensibile alla luce. Pertanto, dovresti evitare di esporti al sole dopo averlo usato.

Come curare la psoriasi con la fototerapia e la fotochemioterapia

Quando il paziente non risponde bene alla terapia topica, vengono utilizzati questi trattamenti. Se la placca è molto estesa, verrà applicata anche questa terapia.

  • Terapia della luce: i raggi UVB sono i raggi ad ampio spettro più efficaci e meno brucianti. Sono usati in combinazione con tazarotene, vitamina D sintetica o trattamenti sistemici.
  • Fotochemioterapia: questa terapia è anche chiamata PUVA. Consiste nella prima somministrazione di una dose topica o orale di psoralene, dopodiché il paziente riceve radiazioni UVA. Questo funge da elemento fotosensibile. È un’alternativa per i pazienti che non ottengono risultati con UVB. Il motivo è che PUVA è molto più efficace e l’effetto dura più a lungo. Tuttavia, è associato al carcinoma basocellulare (carcinoma a livello cellulare) e al melanoma.

Come trattare la psoriasi: farmaco orale sintetico

Se altre terapie falliscono, si raccomanda di iniziare un trattamento sistemico. Consiste nella somministrazione di una serie di farmaci:

  • Immunosoppressori
  • Retinoidi

Come puoi trattare la psoriasi con immunosoppressori

L’immunosoppressore più comunemente usato è il metotrexato. Questo farmaco viene utilizzato principalmente per lunghi periodi.

In questo caso è importante che il paziente venga monitorato. Perché questo farmaco ha gravi effetti collaterali negativi. Dovresti anche evitare di rimanere incinta per tre mesi dopo aver assunto questo farmaco. È anche importante che gli uomini non generino un figlio durante questo periodo.

La ciclosporina orale è un altro farmaco immunosoppressore utilizzato nella psoriasi. La sua efficacia è pari o superiore a quella del metotrexato. Lo svantaggio è che questo medicinale colpisce i reni e provoca ipertensione. Pertanto è necessario un monitoraggio regolare del paziente.

Si consiglia quindi anche di prenderlo solo per un breve periodo di tempo.

Come trattare la psoriasi con i retinoidi

L’actretina è una forma sintetica di vitamina A. È un’alternativa per i pazienti con psoriasi pustolosa che hanno un sistema immunitario soppresso e non possono assumere immunosoppressori (medicinali che inibiscono l’azione del sistema immunitario).

L’uso dei retinoidi può essere combinato con UVB o PUVA. Ma è meno efficace della ciclosporina. Inoltre, continua ad avere un effetto teratogeno fino a due anni dopo il trattamento.

Come trattare la psoriasi: terapie biologiche

Questi trattamenti sono utilizzati solo in pazienti che non possono gestire o non tollerano PUVA e terapie orali sistemiche. È molto importante con queste terapie biologiche che il paziente sia monitorato. In questo modo, si possono tenere sotto controllo gli effetti collaterali negativi. Perché la sicurezza o l’affidabilità nel caso del trattamento a lungo termine è ancora sconosciuta. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *