Cause, sintomi e trattamento dell’aneurisma aortico

By | Marzo 2, 2022
Cause, sintomi e trattamento dell'aneurisma aortico

L’allargamento anormale o il rigonfiamento dell’aorta, il più grande vaso sanguigno del corpo, non è una condizione insolita. Gli operatori sanitari si riferiscono a questo come aneurisma del grande vaso o aneurisma aortico. L’allargamento di solito interessa solo una piccola parte, quindi il rigonfiamento è una descrizione più accurata.

Un aneurisma si verifica quando un segmento si indebolisce e si espande. La pressione del sangue che scorre attraverso il vaso crea un rigonfiamento nel punto debole, proprio come una camera d’aria troppo gonfia può causare un rigonfiamento in uno pneumatico. Il rigonfiamento di solito inizia piccolo e cresce man mano che la pressione continua.

Gli aneurismi sono pericolosi perché possono rompersi, causando emorragie interne. Il rigonfiamento può verificarsi in qualsiasi arteria del corpo. È più comune nelle arterie del cervello e nell’aorta addominale. I rigonfiamenti di un’arteria sono classificati come vero aneurisma, falso aneurisma o dissezione.

  • Nell’aorta, il rigonfiamento può verificarsi ovunque.
  • È più comune nell’aorta addominale, dove è noto come aneurisma dell’aorta addominale (triplo AAA).
  • Se si verifica nell’aorta toracica (torace) è noto come aneurisma dell’aorta toracica.
  • Un vero aneurisma coinvolge tutti e tre gli strati della parete dei vasi sanguigni.
  • Un falso aneurisma dell’arteria è contenuto solo dai due strati esterni della parete del vaso sanguigno e dal coagulo. Questa è una condizione molto fragile con alto rischio di scoppio. I falsi aneurismi sono solitamente il risultato di un’infezione.
  • Poiché l’aorta addominale è un vaso così grande, un aneurisma addominale rotto è un evento pericoloso per la vita.
  • Fortunatamente, non tutti gli aneurismi si rompono subito. Molti crescono molto lentamente e non causano sintomi o problemi per molti anni.
  • Se trovati in tempo, la maggior parte degli aneurismi può essere riparata elettivamente con un’operazione in modo che non si rompano.
  • La maggior parte degli aneurismi si verifica in persone di età pari o superiore a 65 anni.
  • Gli aneurismi sono più comuni negli uomini che nelle donne.
  • Una condizione correlata ma diversa è la dissezione aortica. La dissezione si riferisce a una separazione della parete del vaso, che consente al sangue di fuoriuscire tra gli strati del vaso. Ciò danneggia e indebolisce ulteriormente il vaso, esponendolo a un rischio molto maggiore di rottura.

Leggi anche: Melanoma: conosci i sintomi e le cause?

Quali sono i sintomi dell’aneurisma aortico?

Gli aneurismi di solito non causano alcun sintomo fino a quando non diventano molto grandi o si rompono. Gli aneurismi nell’aorta addominale si trovano spesso casualmente quando l’individuo si sottopone a un esame medico o a una procedura per qualche altro motivo. Dolore toracico e mal di schiena sono i due sintomi più comuni dei grandi aneurismi.

  1. Quasi ogni sensazione o sensazione insolita nella parte superiore del torace o nella schiena, tuttavia, può essere dovuta a un aneurisma dell’aorta.
  2. Il dolore toracico è di solito il primo segno di dissezione aortica. Molte persone descrivono un dolore lacerante o lacerante al petto quando l’aorta si allarga a una dimensione critica e si rompe/seziona. Oltre al dolore, possono verificarsi aumento della sudorazione, battito cardiaco accelerato, respiro accelerato, vertigini e shock.

Alcune persone descrivono i seguenti sintomi di un aneurisma aortico:

  1. Un rigonfiamento pulsante nell’addome
  2. Sensazione di pienezza dopo una minima assunzione di cibo
  3. Nausea
  4. Vomito

Dove l’aorta si allarga in un rigonfiamento, è più probabile che si formino coaguli di sangue (trombi). Se un pezzo di un coagulo di sangue si rompe, viaggia attraverso il sistema circolatorio fino a quando non si deposita da qualche parte. Il coagulo può interrompere il flusso sanguigno in qualsiasi area del corpo. I sintomi dipendono da quale parte del corpo è priva di sangue.

  1. Nei casi più gravi, i frammenti staccati possono causare ictus o infarto. I frammenti possono anche far sì che uno o più organi vitali del corpo, come polmonifegato o reni, smettano di funzionare correttamente.
  2. In casi meno gravi, potrebbe causare intorpidimento, debolezza, formicolio, pallore o freddezza a un braccio o una gamba, perdita di sensibilità, stordimento o dolore localizzato.

Ognuno di questi sintomi può verificarsi anche con la dissezione dell’aorta. Il dolore al petto può essere particolarmente grave e può simulare un infarto. In caso di rottura di aneurisma o dissezione, si verificherà un’emorragia interna. Se una persona presenta uno di questi sintomi insieme agli altri sintomi dell’aneurisma aortico, potrebbe essere in pericolo e deve cercare immediatamente cure mediche di emergenza. Altri sintomi includono quanto segue:

  1. Stordimento
  2. Confusione
  3. Debolezza
  4. Fiato corto
  5. Battito cardiaco accelerato
  6. Sudorazione
  7. Intorpidimento o formicolio
  8. Perdita di coscienza ( svenimento )

Leggi anche: Che cos’è la tachicardia sopraventricolare?

Quali sono le cause e i fattori di rischio dell’aneurisma aortico?

Cause di aneurisma aortico

Un aneurisma aortico si sviluppa da una debolezza nella parete dell’aorta. Questa debolezza può essere presente alla nascita o può svilupparsi a causa di malattie o lesioni.

  • Aterosclerosi: un’arteria ostruita o danneggiata da una condizione chiamata aterosclerosi è la causa più comune di aneurisma. L’aterosclerosi è spesso chiamata indurimento delle arterie perché si calcifica. Nell’aterosclerosi, una sostanza grassa (colesterolo) chiamata placca si attacca al rivestimento della parete dei vasi sanguigni, indebolendo la parete. L’aterosclerosi è anche la causa più comune di malattie cardiache e infarto.
  • Alta pressione: la pressione alta mette sotto stress la parete dell’aorta. Nel corso degli anni, questo stress può portare al rigonfiamento della parete dei vasi sanguigni. Questo è il principale fattore di sviluppo degli aneurismi dell’aorta toracica.
  • Diabete : il diabete incontrollato danneggia i vasi sanguigni a causa dell’aterosclerosi prematura e accelerata, rendendoli vulnerabili a una serie di condizioni, inclusa la formazione di aneurismi.
  • Necrosi mediale cistica: in questa condizione, lo strato mediale della parete del vaso sanguigno degenera e uno strato fibroso anormale indebolisce la struttura di supporto della parete del vaso sanguigno stesso. Ciò si verifica comunemente con alcune rare condizioni ereditarie come la sindrome di Marfan e la sindrome di Ehlers-Danlos. Si verifica anche con la malattia della valvola cardiaca e la gravidanza.
  • L’aneurisma micotico: si verifica quando i batteri si diffondono nel sistema arterioso, invadono la parete del vaso sanguigno e indeboliscono il vaso. Spesso i batteri entrano in aree già danneggiate o indebolite dalla nascita. Sebbene rara oggi, la forma avanzata della sifilide delle malattie sessualmente trasmissibili (STD) era una causa comune di questa condizione nella prima parte del 20° secolo.
  • Aneurisma infiammatorio: condizioni infiammatorie o vasculite, come psoriasi e artrite reumatoide, possono produrre infiammazione nella parete dei vasi sanguigni stessi. Se l’infiammazione non viene invertita, alla fine indebolisce la parete dell’aorta. La vasculite colpisce generalmente i vasi di piccole e medie dimensioni e raramente l’aorta.
  • Lesione: la lesione al torace o all’addome, come in un incidente d’auto o in una brutta caduta, può danneggiare un’area dell’aorta. Questo lascia l’aorta vulnerabile al rigonfiamento.

In molti casi, la causa di un aneurisma aortico non è mai nota.

Fattori di rischio per aneurisma aortico

I fattori di rischio per l’aneurisma aortico includono quanto segue:

  • Età 55 anni o più
  • Sesso maschile
  • Alta pressione sanguigna
  • Fumare
  • Malattie ereditarie che causano l’indebolimento dei vasi sanguigni, con particolare attenzione alla sindrome di Marfan
  • Storia familiare di aneurisma aortico
  • Indurimento delle arterie (aterosclerosi)

Si può curare un aneurisma aortico a casa?

No. Un aneurisma aortico è un’emergenza medica.

Non cercare di curare un aneurisma aortico a casa o di aspettare e vedere se i sintomi si risolvono. L’aneurisma aortico richiede cure mediche immediate ed esperte e una diagnosi rapida prima che si rompa. I sintomi che suggeriscono un’emorragia interna sono:

  • Rigonfiamento del petto
  • Dolore addominale
  • Mal di schiena

Qual è il trattamento medico per l’aneurisma aortico?

Il trattamento di questa condizione dipende dalla salute generale del paziente, dalle dimensioni e dalla posizione dell’aneurisma e dal fatto che la persona presenti sintomi. I rischi e i benefici della chirurgia per gli aneurismi dell’aorta addominale (AAA) sono diversi da quelli per gli aneurismi dell’aorta toracica e sono elencati di seguito.

Aneurismi dell’aorta addominale

È improbabile che gli aneurismi dell’aorta addominale si rompano se si sviluppano lentamente, hanno un diametro inferiore a 5,5 cm e non causano sintomi.

  • In questi casi il rischio di rottura nei prossimi 5 anni è considerato trascurabile. I rischi connessi con la chirurgia superano il rischio di rottura dell’aneurisma.
  • Un attento monitoraggio delle dimensioni dell’aneurisma è il trattamento appropriato per la maggior parte delle persone.
  • L’ecografia/TC ogni 6-12 mesi è la consueta strategia di monitoraggio. Questo può variare in base al singolo paziente e al medico.
  • Se l’aneurisma si allarga a più di 5,5 cm di solito si effettua un trattamento chirurgico.

Qualsiasi aneurisma dell’aorta addominale di dimensioni superiori a circa 2 pollici (5,5 cm) richiede un intervento chirurgico. Gli aneurismi che si allargano rapidamente, causando sintomi o mostrando segni di probabile rottura richiedono un intervento chirurgico immediato. Ritardare questo intervento espone il paziente a un rischio ancora maggiore di rottura.

  • Il rischio di rottura di un aneurisma dell’aorta addominale maggiore di 2,7 pollici (7 cm) di diametro in individui di taglia media è quasi del 20%.

Gli aneurismi dell’aorta toracica possono avere origine nell’aorta ascendente o discendente e, a causa della loro maggiore vicinanza al cuore rispetto agli aneurismi dell’aorta addominale, hanno un maggiore potenziale di danneggiare il cuore o creare altri problemi legati al cuore.

  • La necessità di un trattamento più aggressivo è bilanciata dal maggior rischio di un intervento chirurgico più vicino al cuore.
  • Generalmente, circa 2,3 pollici (6 cm) è la dimensione critica per gli aneurismi aterosclerotici.
  • Qualsiasi aneurisma dell’aorta toracica di 6 cm o più grande richiede un intervento chirurgico, ma se il paziente ha la sindrome di Marfan o una storia familiare di aneurismi, gli aneurismi di 5 cm sono presi in considerazione per l’intervento chirurgico.
  • Gli aneurismi alla radice aortica (più vicino al cuore) tendono a rompersi a dimensioni più vicine a 5 cm e devono essere trattati in modo più aggressivo.

Nella maggior parte dei casi, verrà somministrato un farmaco (beta-bloccante) che abbassa la pressione sanguigna e allevia lo stress sulla parete arteriosa per ridurre lo stress sulla parte indebolita del vaso. L’abbassamento della pressione sanguigna viene solitamente eseguito nell’unità di terapia intensiva con farmaci per via endovenosa e monitoraggio continuo della pressione sanguigna.

Come si può prevenire un aneurisma aortico?

Nessun medicinale può prevenire un aneurisma aortico. Tuttavia, è possibile adottare misure che aiuteranno a mantenere i vasi sanguigni sani e forti.

  • Segui una dieta povera di grassi e di colesterolo.
  • Attivati: partecipa ogni giorno a qualche attività che aumenti la frequenza cardiaca alla frequenza consigliata per l’età e le condizioni generali del paziente. Almeno 30 minuti al giorno sono l’ideale.
  • Non fumare.
  • Controllare la pressione sanguigna; i metodi di cui sopra possono aiutare e, se necessario, il medico può prescrivere farmaci.

Se si scopre che una persona ha un aneurisma aortico di dimensioni inferiori a 5 cm, dovrebbe essere osservato attentamente dal proprio medico di base. Gli esami ecografici regolari rileveranno qualsiasi crescita o altri cambiamenti nell’aneurisma. Alcuni esperti raccomandano lo screening per tutti gli individui di età superiore ai 55 anni.

  • Lo screening potrebbe rilevare molti aneurismi aortici che altrimenti non sarebbero riconosciuti perché non causano sintomi.
  • L’esame ecografico dell’addome è accurato per oltre l’80% nello screening dell’esistenza di aneurisma dell’aorta addominale. L’esame fisico potrebbe non rilevare un aneurisma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.