Allucinazioni, cause e trattamento

By | Settembre 10, 2022
Allucinazioni

Le allucinazioni visive sono false percezioni di esperienze sensoriali. Alcune allucinazioni sono normali, come quelle causate dall’addormentamento o dal risveglio. Ma altre possono essere il segno di una condizione più grave, come la schizofrenia o la demenza. Che cos’è un’allucinazione? Un’allucinazione è una falsa percezione di oggetti o eventi che coinvolge i sensi: vista, suono, olfatto, tatto e gusto. Le allucinazioni sembrano reali, ma non lo sono. Le reazioni chimiche e/o le anomalie del cervello causano le allucinazioni. Le allucinazioni sono tipicamente un sintomo di un disturbo legato alla psicosi, in particolare della schizofrenia, ma possono anche derivare dall’uso di sostanze, da condizioni neurologiche e da alcune situazioni temporanee. Una persona può sperimentare un’allucinazione con o senza la consapevolezza che ciò che sta vivendo non è reale. Quando una persona pensa che l’allucinazione sia reale, è considerata un sintomo psicotico.


Quali sono i tipi di allucinazioni?

Esistono diversi tipi di allucinazioni, tra cui:

  1. Allucinazioni uditive (sonore): Sono il tipo più comune di allucinazioni. Consistono nel sentire suoni non reali, come musica, passi o porte che sbattono. Alcune persone sentono voci anche quando nessuno ha parlato. Le voci possono essere positive, negative o neutre. Possono ordinare di fare qualcosa che potrebbe causare danni a sé stessi o agli altri.
  2. Allucinazioni visive (della vista): Queste allucinazioni comportano la visione di cose che non sono reali, come oggetti, forme, persone, animali o luci.
  3. Allucinazioni tattili (del tatto): Queste allucinazioni provocano una sensazione di contatto con il corpo o di movimento nel corpo che non è reale. Può trattarsi di una sensazione di insetti che strisciano sulla pelle o di organi interni che si muovono.
  4. Allucinazioni olfattive (odorose): Queste allucinazioni comportano la percezione di odori che non esistono o che nessun altro può sentire.
  5. Allucinazioni gustative (del gusto): Queste allucinazioni provocano sapori spesso strani o sgradevoli. Le allucinazioni gustative (spesso di sapore metallico) sono un sintomo relativamente comune nelle persone affette da epilessia.
  6. Allucinazioni di presenza: Queste allucinazioni danno la sensazione che qualcuno si trovi nella stanza con voi o alle vostre spalle.
  7. Allucinazioni propriocettive: Queste allucinazioni fanno pensare che il corpo si muova, ad esempio che voli o fluttui, mentre non è così.

Leggi anche: Neuroplasticità nel cervello, cos’è?

Esistono anche tipi di allucinazioni legate al sonno, tra cui:

  1. Allucinazioni ipnopompiche: Sono allucinazioni che si verificano al risveglio dal sonno. Per la maggior parte delle persone, le allucinazioni ipnopompiche sono considerate normali e non sono motivo di preoccupazione. Possono essere più frequenti nelle persone con determinati disturbi del sonno.
  2. Allucinazioni ipnagogiche: Sono allucinazioni che si verificano mentre ci si addormenta. Di solito sono di breve durata e circa l’86% di esse sono visive. Di solito le persone vedono schemi e forme in movimento o immagini vivide di volti, animali o scene. Queste allucinazioni non sono di solito motivo di preoccupazione.

Come faccio a sapere se ho le allucinazioni?

È possibile sperimentare allucinazioni pur essendo consapevoli che non sono reali. Per esempio, alcune persone in lutto per la morte di una persona cara possono sentire momentaneamente la voce del loro caro o vederlo, ma sanno che ciò che stanno sentendo o vedendo è impossibile. La maggior parte delle persone è anche in grado di capire che le allucinazioni che si verificano durante l’addormentamento o il risveglio non sono reali. In questi casi, è possibile utilizzare gli indizi del contesto e l’ambiente circostante per capire che ciò che si sta “vivendo” non è reale. Tuttavia, alcune persone non si rendono conto di avere allucinazioni. Ciò è più comune in condizioni croniche come la schizofrenia e la demenza.

Allucinazioni cause

Quali sono le possibili cause delle allucinazioni? Le cause delle allucinazioni possono essere molteplici, tra cui:

  1. Cause temporanee.
  2. Alcune condizioni di salute mentale.
  3. Alcune condizioni neurologiche.
  4. Effetti collaterali di alcuni farmaci.
  5. Cause temporanee di allucinazioni

Le seguenti condizioni o situazioni possono causare temporaneamente allucinazioni:

  1. Addormentarsi o svegliarsi.
  2. Essere sotto l’effetto di alcol o di alcune droghe, come marijuana, allucinogeni (LSD e PCP), cocaina, anfetamine, eroina o ketamina.
  3. Febbre alta, soprattutto nei bambini e negli anziani.
  4. Grave disidratazione.
  5. Privazione del sonno.
  6. Emicrania.
  7. Trauma.
  8. Dolore intenso.
  9. Lutto.
  10. Infezioni come le IVU, soprattutto nelle persone anziane.
  11. Recupero dall’anestesia dopo un intervento chirurgico o una procedura.

Le allucinazioni che si manifestano in questi modi di solito non sono motivo di preoccupazione. Tuttavia, se la causa è un problema medico acuto, come un’infezione o la febbre, è importante rivolgersi a un medico per risolvere il problema.

Leggi anche: Depressione: cause, sintomi e trattamento

Condizioni di salute mentale che possono causare allucinazioni

La schizofrenia è la principale condizione di salute mentale che causa allucinazioni. La schizofrenia si riferisce sia a una singola condizione sia a uno spettro di condizioni che rientrano nella categoria dei disturbi correlati alle psicosi. Si tratta di condizioni in cui una persona sperimenta una forma di “disconnessione” dalla realtà (psicosi), che può includere allucinazioni. Le condizioni che rientrano nello spettro della schizofrenia e che possono provocare allucinazioni includono:

  1. Schizofrenia.
  2. Disturbo schizotipico di personalità (che rientra anch’esso nella categoria dei disturbi di personalità).
  3. Disturbo delirante.
  4. Disturbo psicotico breve.
  5. Disturbo schizofreniforme.
  6. Disturbo schizoaffettivo.
  7. Sentire le voci è il tipo di allucinazione più comune nelle persone con queste condizioni di salute mentale.

Altre condizioni di salute mentale che possono causare allucinazioni includono:

  1. Disturbo bipolare: Le persone affette da disturbo bipolare possono avere allucinazioni sia durante gli episodi depressivi gravi che durante gli episodi maniacali gravi.
  2. Depressione maggiore con caratteristiche psicotiche (depressione psicotica): Il disturbo depressivo maggiore (MDD) con caratteristiche psicotiche è un tipo distinto di malattia depressiva in cui il disturbo dell’umore è accompagnato da deliri, allucinazioni o entrambi.

Condizioni neurologiche che possono causare allucinazioni

Le condizioni neurologiche che possono provocare allucinazioni includono


  1. Morbo di Parkinson: Questa patologia provoca il deterioramento di una parte del cervello, causando nel tempo sintomi più gravi. Circa il 20%-40% delle persone con malattia di Parkinson presenta allucinazioni o deliri. Ciò può essere dovuto anche agli effetti collaterali dei farmaci o alla demenza.
  2. Malattia di Alzheimer: Circa il 13% delle persone affette dalla malattia di Alzheimer presenta allucinazioni. Le allucinazioni sono causate da cambiamenti cerebrali dovuti alla malattia.
  3. Demenza a corpi di Lewy: Questa patologia comporta l’accumulo di grumi di proteine – chiamati corpi di Lewy – nelle cellule nervose del cervello. I corpi di Lewy danneggiano le cellule nervose. Possono causare allucinazioni, che di solito sono visive. Possono essere uno dei primi segni della demenza a corpi di Lewy.
  4. Epilessia: Le persone affette da epilessia che coinvolge una parte del cervello chiamata lobo temporale possono avere allucinazioni, più comunemente allucinazioni olfattive.
  5. Narcolessia: Si tratta di un disturbo neurologico che colpisce la capacità del cervello di controllare il sonno e la veglia. Le persone affette da narcolessia spesso sperimentano allucinazioni poco prima di addormentarsi (allucinazioni ipnagogiche) o subito dopo il risveglio (allucinazioni ipnopompiche).

Altre condizioni che possono causare allucinazioni

La sindrome di Charles Bonnet provoca allucinazioni in una persona la cui vista ha iniziato a deteriorarsi. Questa condizione causa solo allucinazioni visive. Le malattie terminali, tra cui l’insufficienza epatica, l’insufficienza renale, l’HIV/AIDS al terzo stadio e il cancro al cervello, possono causare allucinazioni.

Farmaci che possono causare allucinazioni

Molti farmaci da prescrizione possono occasionalmente causare o peggiorare le allucinazioni come effetto collaterale. Le persone anziane possono essere maggiormente a rischio a causa della maggiore sensibilità ai farmaci. Le allucinazioni causate dai farmaci possono essere correlate alla dose e di solito cessano quando si sospende il farmaco. Il medico curante è la migliore fonte di informazioni sugli effetti collaterali dei farmaci. Non interrompere mai l’assunzione di un farmaco senza averne prima parlato con il proprio medico.

Leggi anche: Disfagia (difficoltà di deglutizione) cause e trattamento

Come trattare le allucinazioni?

Il trattamento delle allucinazioni dipende dalla causa. Le allucinazioni causate da condizioni temporanee, come febbre alta, grave disidratazione o infezione, si risolvono una volta trattata la condizione di base. Alcuni farmaci e terapie possono aiutare a trattare le allucinazioni nelle persone affette da patologie croniche che le causano, tra cui:

  1. I farmaci antipsicotici tipici (di prima generazione) e atipici (di seconda generazione) possono contribuire a ridurre la frequenza e la gravità delle allucinazioni nelle persone con disturbi dello spettro schizofrenico, disturbo bipolare e disturbo depressivo maggiore con caratteristiche psicotiche.
  2. La stimolazione magnetica transcranica ripetitiva (rTMS) può ridurre le allucinazioni uditive che non rispondono ai farmaci antipsicotici.
  3. Gli inibitori dell’acetilcolinesterasi possono ridurre le psicosi (allucinazioni e/o deliri) nelle persone affette da malattia di Alzheimer, malattia di Parkinson e demenza a corpi di Lewy. Gli inibitori dell’acetilcolinesterasi sono un gruppo di farmaci che bloccano la normale degradazione dell’acetilcolina, un neurotrasmettitore che funziona sia nel sistema nervoso periferico che in quello centrale.

Si possono prevenire le allucinazioni?

Anche se non tutte le allucinazioni possono essere prevenute, esistono alcune strategie che possono essere utilizzate a casa per ridurre la frequenza delle allucinazioni in alcune persone affette da patologie neurologiche che possono causare allucinazioni:

  1. Avere una buona illuminazione e partecipare ad attività stimolanti la sera.
  2. Verificare la presenza di suoni che potrebbero essere mal interpretati, come il rumore di un televisore o di un elettrodomestico.
  3. Cercare e correggere l’illuminazione che genera ombre, riflessi o distorsioni.
  4. Coprire gli specchi con un panno o rimuoverli se la persona pensa di guardare un estraneo.

Se si stanno assumendo farmaci per il trattamento delle allucinazioni, è importante continuare a prenderli, a meno che il medico non dica il contrario. L’interruzione improvvisa del farmaco può causare allucinazioni più intense.

È importante che le persone ne parlino con la famiglia e l’équipe sanitaria. Le allucinazioni sono gestibili con il trattamento e possono diventare fastidiose o pericolose se non vengono trattate. Discutete di tutti i possibili sintomi con il vostro operatore sanitario, anche se vi sembrano lievi o bizzarri. Le allucinazioni possono far sentire nervosi, paranoici e spaventati, quindi è importante stare con qualcuno di cui ci si possa fidare e parlarne.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *