È possibile abbassare i trigliceridi in modo naturale?

By | Novembre 25, 2021
abbassare i trigliceridi

Seguendo alcune linee guida dietetiche, oltre a quelle indicate dal medico, pur mantenendo altre buone abitudini di vita, è possibile abbassare i trigliceridi e migliorare la salute.

Molte persone si chiedono se è possibile abbassare i trigliceridi in modo naturale, attraverso abitudini specifiche, come il consumo di un particolare tipo di bevanda o cibo.

Ora, è possibile abbassare i trigliceridi in modo naturale? Come si potrebbe fare allora? Di tutto questo parleremo più dettagliatamente di seguito. Inoltre, condivideremo alcuni suggerimenti in modo che tu possa imparare a prenderti più cura di te ogni giorno.

Cosa succede quando i trigliceridi sono elevati?

I trigliceridi sono un tipo di grasso presente nel sangue che, come il colesterolo, è necessario per il corretto funzionamento dell’organismo. Infatti, si dice spesso che siano la principale riserva energetica del corpo.

Per non confondere entrambi i lipidi, dobbiamo ricordare che il colesterolo è quello che l’organismo utilizza per formare cellule forti, mentre i trigliceridi sono quelli che l’organismo utilizza per generare energia.

Quando i livelli di trigliceridi aumentano considerevolmente, a causa di un’alterazione, la salute ne risente. Ciò si verifica quando gli esami del sangue mostrano che si è passati dall’avere un livello normale di 40-150 mg/dl, ad avere tra 250 mg/dl e 500 mg/dl.

Secondo il manuale MSD, le cause possono essere primarie (genetiche) o secondarie (stile di vita sedentario, cattiva alimentazione, alcolismo, ipotiroidismo, diabete mellito, malattie renali croniche, tra le altre).

Tra i rischi associati ad alti livelli di trigliceridi, possiamo citare lo sviluppo di malattie cardiovascolari, come l’aterosclerosi, che possono causare varie complicazioni. Da qui l’importanza di seguire le cure prescritte dal medico fin dal momento della diagnosi e di mantenere buone abitudini di vita.

La diagnosi si basa sulla misurazione delle concentrazioni plasmatiche di colesterolo totale, trigliceridi e lipoproteine ​​individuali e il trattamento può includere l’uso di farmaci ipolipemizzanti e anche cambiamenti nello stile di vita, come la dieta, per esempio.

Cosa possiamo fare per abbassare i trigliceridi?

Una dieta equilibrata può fare molto per la salute e, in una certa misura, può anche aiutare a ridurre i trigliceridi in modo naturale. Pertanto, oltre a seguire il trattamento prescritto dal medico, è importante mangiare sano.

In caso di trigliceridi alti si consiglia di:

  • Consumare 3-5 pezzi di frutta al giorno.
  • Evitare il consumo di bevande gassate e alcoliche.
  • Sostituire il consumo di latticini interi con quelli scremati. 
  • Evita di consumare cibi che contengono olio di palma.
  • Aumentare il consumo di cibi ricchi di fibre, acidi grassi omega 3.
  • Evitare il consumo di cibi fritti, pasticcini, cibi lavorati e salsicce. 
  • Ridurre al minimo il consumo di zuccheri semplici (come zucchero comune, miele, bibite e bevande zuccherate in genere) e fruttosio.

Cibi ricchi di fibre

  • Pera.
  • Avena.
  • Quinoa.
  • Broccoli.
  • Arancia.
  • Mela.
  • Spinaci.
  • Mandarino.
  • Barbabietola.
  • Verdure.
  • Cereali integrali.

Alimenti ricchi di acidi grassi omega 3

  • Noci.
  • Olio d’oliva.
  • Semi di lino.
  • Colza o olio di colza
  • Pesce azzurro (sardine, sgombri, tonno, salmone, aringa o sugarello, tra gli altri).

L’equilibrio nella dieta fa molto per la salute

Per abbassare i trigliceridi in modo naturale, è fondamentale seguire una dieta equilibrata e varia, in cui si mantenga un consumo minimo di zuccheri semplici, prodotti di origine animale, grassi saturi e grassi trans, e al contrario, un maggior consumo di cibi ricchi di fibre e acidi grassi omega-3.

Insieme a quanto sopra, è molto importante esercitare quotidianamente e, in generale, scommettere su uno stile di vita sano. In questo modo sarà possibile vedere un reale miglioramento in diverse aree.

Se hai domande su come strutturare la tua dieta o su come mantenerla nel tempo senza annoiarti, consulta il tuo medico. Il professionista può sempre darti le migliori linee guida per il tuo caso.

Avviso:

Il materiale in questo sito ha lo scopo di essere di uso informativo generale e non intende costituire un consiglio medico, una diagnosi probabile o trattamenti raccomandati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *