10 alimenti con vitamina D che aiutano la salute

By | Novembre 19, 2021
alimenti con vitamina D

Tra gli alimenti con vitamina D ci sono salmone, sardine, latticini, uova e mandorle. La vitamina D è una sostanza nutritiva essenziale nell’organismo, soprattutto per il sistema immunitario e le difese contro batteri, virus e altri microrganismi patogeni.

Trattandosi di un nutriente importante, in questo articolo studieremo a cosa serve la vitamina D, quali sono i 10 alimenti ricchi di questo tipo di vitamina e quanto ne contengono.

Cos’è la vitamina D?

La vitamina D è un nutriente con funzioni essenziali per i tessuti e le funzioni dell’organismo, in particolare per le ossa e per rafforzare i nervi dell’organismo, è disponibile anche sotto forma di integratori di vitamina D.

D’altra parte, la vitamina D si ottiene anche naturalmente nel corpo, solo con una moderata esposizione alla luce solare, motivo per cui è chiamata vitamina dalla luce solare ed è uno stimolante degli ormoni nel corpo.

Nota: uno studio afferma che: “Insieme al minerale calcio, la vitamina D aiuta a prevenire l’osteoporosi, una malattia che fa sì che le ossa diventino più sottili e più deboli quando c’è una carenza di vitamina D”.

Quali alimenti sono ricchi di vitamina D?

I 6 alimenti ricchi di vitamina D che puoi trovare al supermercato

Poiché la vitamina D è una sostanza necessaria, ci sono diversi alimenti altamente raccomandati per la dieta umana secondo i nutrizionisti, anche se pochissimi hanno la vitamina D naturalmente. Ecco perché ti insegneremo gli alimenti ricchi di vitamina D:

1. Salmone

Il salmone è un pesce grasso ricco di vitamine, soprattutto vitamina D. Ha 526 UI di vitamina D per 100 grammi, che possono abbassare notevolmente i lipidi come il colesterolo LDL.

In questo senso, in modo che il consumo di salmone è un uso migliore può essere preparato alla griglia o al forno e la quantità raccomandata è di una porzione al giorno necessari per fornire tutti i nutrienti nella sua composizione, in particolare la vitamina D.

Per evidenziare: Un file menziona che: “I dati stimano che una porzione di salmone copre rispettivamente il 71% e il 23% delle assunzioni raccomandate di vitamina D”.

2. Sardine

Le sardine fresche sono un’ottima fonte di vitamina D e altri nutrienti essenziali. La quantità di vitamina D nella sua composizione è da 7 a 8 mg e può essere consumata da sola in una porzione di 150 g al giorno, essendo utile per prevenire il rischio di malattie cardiovascolari e carenza di vitamina D.

3. Latticini

I latticini sono ottime fonti naturali di vitamina D, poiché contribuiscono alla crescita e allo sviluppo del corpo, evitando una carenza di vitamina D.

Dovresti sapere: Mettendo insieme latte, yogurt naturale e formaggio, si stima un rapporto di 42 UI di vitamina D per 100 g di latticini, allo stesso tempo che possono essere consumati insieme a colazione, con livelli di 4 porzioni massimo fino a Data.

4. Uovo

L’uovo è uno degli alimenti contenenti vitamina D, il cui consumo non deve superare le 7 uova a settimana.

In questo senso, i tuorli d’uovo di gallina, a seconda dell’esposizione al sole, hanno solitamente tra i 70 e gli 87 UI di vitamina D, fornendo all’organismo buoni livelli di proteine.

Nota: Uno studio afferma che: “L’uovo è una fonte di vitamina A ( 100 g di parte edibile forniscono il 28,4% della quantità giornaliera raccomandata) e vitamina D (36%)”.

5. Mandorle

Le mandorle sono le migliori noci con vitamina D, soprattutto nel prodotto a base di latte di mandorle con anche i frullati.

Da evidenziare: il latte di mandorle è uno dei latti vegetali più apprezzati e contiene 2,60 microgrammi di vitamina D, ideale per prevenire l’osteoporosi, si consiglia di consumarlo al termine degli esercizi per il recupero muscolare. 

6. Olio di fegato di merluzzo

L’olio di fegato di merluzzo è una delle principali fonti di vitamina D e acidi omega 3È un olio di merluzzo, con un’enorme porzione di 10.000 UI di vitamina D per 100 g, speciale per il trattamento dell’artrite e dei problemi alla vista. 

Nota: si consiglia un consumo giornaliero di 5 ml di olio di fegato di merluzzo, che può essere incorporato nella preparazione degli alimenti.

7. Fegato di manzo

Il fegato di manzo è considerato un superalimento, per la sua abbondanza di vitamina D di origine animale.

Importante: si stima che il fegato contenga un minimo di 1,1 microgrammi di vitamina D, essenziale per il sistema immunitario e per la salute degli occhi. 

Il fegato di manzo, invece, va consumato una volta alla settimana tra 100 e 200 g di questo tipo di carne, accompagnato da cibi sani come riso o verdure con vitamina D.

8. Avocado

L’avocado è uno dei migliori frutti con la vitamina D. Si stima che contenga 4,5 microgrammi di questa vitamina, utile per combattere i radicali liberi e ridurre l’insorgenza di malattie cardiovascolari.

Da evidenziare: L’avocado o avocado può essere consumato tagliato e solo in circa 50 g al giorno.

9. Funghi

Nei funghi certi livelli di vitamina D, sono essenziali anche per combattere gli agenti tossici.

Si stima infatti che il suo contenuto sia di 7 UI di vitamina D per 100 grammi di consumo, in questo senso si consiglia di esporli al sole prima della cottura, in modo che i raggi ultravioletti del sole trasformino la vitamina D ed è consigliato di consumare tra 3 e 100 g al giorno.

10. Soia

Infine, la soia funziona anche come la vitamina D – alimenti ricchi. In questo senso, la vitamina D è abbondante in prodotti come il latte di soia e si raccomanda di non passare attraverso processi raffinati, poiché questo distrugge i nutrienti nella soia, e il suo consumo non dovrebbe superare i 50 g al giorno, per mantenere un livello considerevole di dieta.

Per concludere …

  • La vitamina D è un nutriente essenziale per il sistema nervoso che è disponibile anche sotto forma di integratori di vitamina D. 
  • La vitamina D si trova in abbondanza nelle noci come le mandorle. 
  • È anche consumabile in pesci grassi come salmone e sardine.
  • Inoltre, la vitamina D si trova nei prodotti lattiero-caseari come il latte e i suoi derivati.
Avviso:

Il materiale in questo sito ha lo scopo di essere di uso informativo generale e non intende costituire un consiglio medico, una diagnosi probabile o trattamenti raccomandati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *